Aforismi

Smallville Stagione 2 (2002-2003)

Me lo diceva Nell dopo la pioggia di meteoriti: questi eventi ti cambiano, tolgono le illusioni, scopri delle cose di te stesso. –Lana, 2.01

Non c’è niente di più di quello che vedi. –Clark, 2.01

Sappi comunque che non puoi nasconderti qui per sempre. –Lana, 2.01

Nell’amore quasi mai c’è della logica. –Chloe, 2.02

Uno può andarci cauto o può buttarsi a pesce, ma comunque c’è un momento in cui capisci che è la volta buona. –Lex, 2.02

Uno dei vantaggi del gestore: hai sempre a disposizione la macchina del caffè. –Lana, 2.02

Così a distanza non è facile avere un rapporto. –Clark, 2.02

È difficile mettere la propria vita in attesa. –Lana, 2.02

Lex riesce ad agire in base alla passione, a non reprimere nulla. Saremo mai capaci di fare come lui? –Lana, 2.02

Per capire come si spegne prima devi capire come si accende, giusto? –Jonathan, 2.02

Dove c’è fumo c’è fuoco. –Chloe, 2.02

È tutta la vita che devo cercare di indovinare le intenzioni degli altri. –Lex, 2.02

È mia moglie e io la amo! –Lex, 2.02

A volte la distanza ti da la giusta prospettiva sulle cose che hai fatto, sai, degli sbagli commessi. –Chloe, 2.02

Valutiamoci per quel che siamo e non per chi frequentiamo, o non frequentiamo. –Lana, 2.02

– Non le chiederei mai di schierarsi contro suo marito, la prego non mi chieda di dubitare di mia moglie. –Lex

– Ogni buon rapporto si fonda sulla fiducia, ma dev’esserci spazio per il disaccordo. –Martha, 2.02

Ho lasciato che la passione avesse il sopravvento, non commetterò più questo errore. –Lex, 2.02

La passione per la vita, il lavoro, gli amici è una gran cosa finché sai tenerla nei ranghi. –Lex, 2.02

Se hai un rapporto e lo basi su segreti e bugie lo condanni al fallimento. –Lana, 2.02

Non mi interessa se vieni dalla Luna. Se non hai fiducia in me, che razza di amicizia è? –Pete, 2.03

Le cose non sono sempre come crediamo. –Pete, 2.03

Se una persona mi inganna una volta non le do un’altra occasione. –Lex, 2.03

– Per certe persone aprirsi è più facile che per altre. –Clark

– No, secondo me non è facile per nessuno. Però lo devi fare se ci tieni ad un amico. –Lana, 2.03

Nascondere la verità allontana le persone. –Lana, 2.03

Attento a non sottovalutare il valore degli eccentrici e dei pazzi, Lex. Ogni re Artù ha bisogno del suo Merlino. –Lionel, 2.03

Non potrei mai lasciar morire qualcuno per proteggere il mio segreto, non importa chi sia. –Clark, 2.03

Il primo giorno in una nuova scuola può essere duro. –Lana, 2.04

Quello che mi dispiace è non essere consultato. –Lex, 2.04

Ti sto chiedendo di divertirti con me. –Clark, 2.04

A fare i poveri non ci si guadagna. –Clark, 2.04

Le persone cambiano. –Clark, 2.04

Un cambiamento così drastico non avviene all’improvviso. –Martha, 2.04

Non sapevo che i cappotti da 2000 dollari mettessero coraggio. –Lex, 2.04

Come hai detto tu, un uomo deve saper fare le sue mosse. –Clark a Lex, 2.04

Devi imparare parecchio sul tatto, giovanotto, ma dici quello che pensi. Questo è un bene, ti porterà lontano. –Lionel, 2.04

– Ho ripensato a dopo la pioggia di meteoriti, a come la gente mi guardava. Un ragazzino calvo, pensavano che fossi uno scherzo… –Lex

– Lex non un’altra parola sulla tua tormentata giovinezza e su come, come io sia stato un pessimo padre. –Lionel

– In realtà mi hai dato un ottimo consiglio. Mi hai suggerito di smettere di commiserarmi. Queste erano le carte che il destino mi aveva dato ed era meglio accettarle e andare avanti. Smetti di agire come se la tua cecità ti desse una scusa per compiangerti. –Lex, 2.04

Voi mi siete rimasti accanto e questo è un sentimento che tutto il denaro del mondo non può riuscire a comprare. –Clark, 2.04

I concetti sono un po’ banali, ma la metrica è sofisticata. –Lex, 2.05

“Portami da te. Incatenami perché non sarò mai libero, non sarò mai casto, a meno che non mi violenti.” –John Donne, Lex, 2.05

Take me to you. Imprison me, for I never shall be free nor ever chaste, except you ravish me.

Chi non è in grado di apprezzare la poesia non capisce che è un momento di pura seduzione. –Lex, 2.05

– È bello sapere che qualcuno apprezza la poesia. –Lana

– Eh sì, aiuta. Sbaraglia tutti glia altri concorrenti, vero Clark? –Lex, 2.05

La poesia non è per tutti. –Lana, 2.05

Non puoi pretendere che io ti confidi tutto, Clark, se tu non fai lo stesso con me. –Lana, 2.05

– Questo è il quarto che fai fuori in un mese. –Lex

– Eh eh eh! Dove trovi questi bei soggetti? –Lionel

– Beh, scuolette tipo Harvard e Yale. Ho studiato per ore e ore curriculum cercando la perfezione. –Lex

– È questo il tuo errore: un curriculum ti può ingannare. Devi guardarli negli occhi per capire se sono all’altezza della situazione. –Lionel, 2.05

Non sei più il padrone del tuo mondo e questo ti distrugge. –Lex, 2.05

“Se potessi scrivere la bellezza dei tuoi occhi e numerare le tue grazie, direbbero le genti: «questo poeta mente». Tale tocco di ciel mai sfiorò viso mortale.” –Shakespeare, Byron, 2.05

– Ricordi il mito di Prometeo, il titano che disobbedì a Zeus? Contro il suo volere donò il fuoco ai miseri mortali. Sai come punì Zeus il generoso Prometeo? –Lionel

– Lo fece incatenare a una roccia mentre un’aquila gli divorava il fegato, perché? –Lex

– Prometeo era un essere immortale, Lex e per quanto desiderasse ribellarsi al mondo in cui era nato, il mondo degli dei, non poteva farlo, non era possibile! –Lionel, 2.05

– Se vuoi davvero bene a una persona l’accetti com’è, ma puoi farlo solamente se lei è disposta a dividere ombre e luci con te. –Lana

– I ragazzi come Byron nascondono una parte di sé per paura che gli altri li respingano. –Clark

– Se vuoi legarti a qualcuno è un rischio che devi correre. –Lana

– E se il rischio fosse troppo grande? –Clark

– Allora ti perderesti qualcosa di stupefacente. –Lana, 2.05

Ehi! Fanno una bella coppia! Ci possono essere più di mille spiegazioni. –Lex, 2.06

Il mistero risolto. Fossero tutti così semplici! –Lex, 2.06

Se risparmi il bastone vizi il bambino. –Lex, 2.06

È più difficile convivere con la verità. –Clark, 2.06

– Trovarlo non sarà difficile, ma credo che gestire il seguito sarà più complicato. –Lex

– Che vuoi dire? –Lana

– su, conosci la storia di Pandora. Zeus le regala un vaso avvertendola di non aprirlo, ma lei, lei cadde nella tentazione. –Lex

– Non ho paura della verità, Lex. –Lana

– Pandora nemmeno. Ma una volta che il vaso fu aperto non si poté richiudere e il dolore che ne uscì non poté più tornare indietro. –Lex, 2.06

Mi dispiace che essere mio amico costi un prezzo così alto. –Lex, 2.06

Certe cose non cambiano. –Jonathan, 2.06

Una scelta interessante, Il conte di Montecristo, la storia di un uomo il cui passato ritorna per tormentarlo. –Lex, 2.06

In qualche modo lei è responsabile dell’uomo che sono oggi. –Lex, 2.06

La storia ha un’interessante modo di ripetersi, non trovi? –Preside Reynolds, 2.06

– Per quanto io voglia la verità sono spaventata da quello che troverò. –Lana

– Come mai questo cambiamento? –Clark

– Il ricordo dei miei genitori così come credevo che fossero è tutto ciò che ho. –Lana

– E non vuoi perderlo. –Clark

– Magari l’ho già perso dubitandone. –Lana, 2.06

Per il passato non posso fare niente, ma per il futuro credo di poter fare qualcosa. –Clark, 2.06

Non voglio che il nostro rapporto finisca prima che sia cominciato. –Clark, 2.06

Qualunque nipote vorrebbe avere un rapporto stretto con suo nonno. –Jonathan, 2.06

Clark lo sanno tutti che una donna tradita è capace di qualunque efferatezza. –Chloe, 2.07

Quando fai un patto col diavolo di sicuro ne pagherai le conseguenze. –Martha, 2.07

Purtroppo non tutti i matrimoni sono perfetti come quello di Jonathan e Martha Kent. –Lex, 2.07

Devi andare avanti, dimentica il passato. –Lionel, 2.07

Nessuno dei due aveva intenzione di ferire l’altro, ma a volte succede. –Clark, 2.07

È difficile resistere alle tentazioni, un giorno lo scoprirai. –Lionel, 2.07

Un rapimento fa questo effetto ai genitori. –Lex, 2.08

Avere la tutela di un ragazzo non è come avere il libretto di un’auto. –Jonathan, 2.08

– Il mondo in queste pagine patinate era rassicurante, gli eroi e i cattivi erano ben distinti. Quando cresci impari che non tutto è bianco o nero. –Lex

– È per questo che ora vedi tutto grigio? –Ryan

– Ryan, la vita vera non è un fumetto, a volte ti devi sporcare le mani, fare compromessi. –Lex

– Questo te l’ha detto tuo padre, ma sai che non è così. –Ryan, 2.08

A volte anche se metti tutto il tuo impegno per salvare qualcuno non c’è niente da fare. –Lex, 2.08

Quando mia madre si è ammalata ho passato tutto il tempo a cercare i medici e le cure migliori invece di trascorrere con lei quegli ultimi istanti. Quando me ne sono reso conto era troppo tardi. Non ero al suo fianco quando lei è morta, Clark, non commettere il mio stesso errore. –Lex, 2.08

Nella vita la via verso l’oscurità non è un lampo, ma un lungo viaggio. –Lex, 2.08

In life, the road to darkness is a journey, not a light switch.

Quando Winston Churchill seppe dell’attacco a Pearl Harbor stappò una bottiglia di champagne e disse: “abbiamo vinto la guerra!”. I suoi generali lo guardarono come se fosse impazzito. La flotta americana del Pacifico era stata distrutta, la Francia invasa e la Luftwaffe bombardava Londra. Churchill disse che “l’America è una gigantesca caldaia: se le accendi un fuoco sotto non c’è limite al calore che è in grado di generare.” Quando accende un fuoco, sindaco Tate, è meglio che sia pronto a gestire le fiamme. –Lex, 2.08

Non è facile quando una persona che ami se ne va. –Clark, 2.09

Ne ha troppe di responsabilità, sta cercando un equilibrio. Puoi credermi, non è una cosa facile. –Lex, 2.09

Ecco il brutto di quando uno si sta divertendo: il tempo vola. –Chloe, 2.09

Anche se è un mito non significa che non sia vero. –Kyla, 2.10

Sentimentale è sempre sinonimo di vulnerabile. –Lex, 2.10

Tutte le culture che hanno lasciato un segno nel tempo hanno il mio massimo rispetto. –Lex, 2.10

La tua nuova crociata ha per caso a che fare con una bella indiana dagli occhi di cerbiatta? –Lex, 2.10

– Non credi che ognuno di noi abbia la sua donna del destino? –Clark

– Lo chiedi a uno che lotta contro il suo destino da tutta la vita. –Lex, 2.10

È tutto diverso quando una persona ti ricambia. –Clark, 2.10

Ma perché gli uomini sono così strani, più gli vuoi bene e meno si confidano con te? –Lana, 2.10

Credo sia importante conoscere il proprio passato. –Clark, 2.10

C’è sempre un fondo di verità nelle leggende. –Chloe, 2.10

Non sempre le persone sono quello che sembrano. –Jonathan, 2.10

L’altruismo non è nei tuoi cromosomi, Lex, puoi credermi. –Lionel, 2.10

Certe luci si spengono troppo in fretta. –Lana, 2.10

Il cielo è diverso quando lo guardi da solo. –Clark, 2.11

Uno passa la vita credendo di sapere la verità su qualcuno e poi scopre che è tutta una presa in giro. –Chloe, 2.11

I nostri eroi cadono uno dopo l’altro. –Chloe, 2.11

– Ma chi sei tu? –Helen

– Un uomo che è rimasto scottato dalle donne molte più volte di quante desideri ammettere. –Lex, 2.11

Temo che prima o poi dovrai accettare la realtà, Clark, la gente di rado è quello che sembra. –Lex, 2.11

Sii paziente, la carriera di un quarterback non dura a lungo. –Lex, 2.11

Quello che ho fatto è stato imperdonabile. Ho violato la tua privacy, non ho avuto fiducia in te. Da quando sono nato ho vissuto in un ambiente dove regna il sospetto e la diffidenza. Mio padre mi ha insegnato a vedere il prossimo come un nemico, chiunque esso sia. Quando mia madre è morta ho costruito un muro intorno al mio cuore. Ogni anno quel muro diventava più alto, più forte, al punto da diventare impenetrabile. Io voglio abbattere quel muro, solo che non so assolutamente come si fa, Helen. Non ho mai chiesto aiuto a nessuno, ma adesso lo chiedo a te. Aiutami, Helen. Non voglio diventare come mio padre. –Lex, 2.11

Cosa proveresti se qualcuno ascoltasse tutto quello che dici, tutti i tuoi segreti? –Lex, 2.12

Chiunque abbia modo di conoscerti capisce quanto sei speciale. –Clark, 2.12

Dopotutto certe persone sono fatte per stare insieme. –Lana, 2.12

“Ciò che si fa per amore è sempre al di là del bene e del male.” –Lionel che legge Nietzsche, Al di là del bene e del male, 2.13

Certe volte essere una giornalista obiettiva è un vero schifo. –Chloe, 2.13

Esci prima di dire qualcosa di cui ti pentiresti. –Lex, 2.13

Sai che c’è di buffo nell’essere rinchiuso? Hai tempo di riflettere su tutti gli sbagli che hai fatto. –Jonathan, 2.13

È sufficiente un solo momento di debolezza per rovinare tutto. –Jonathan, 2.13

Prendere le redini di una società da un miliardo di dollari è un potente incentivo. –Lex, 2.13

Lo so che non si può cambiare il passato, ma non si può neanche cancellarlo. –Lana, 2.13

Cresci insieme a qualcuno che pensi di conoscere. Certi lati oscuri non vengono così dal nulla. –Clark, 2.13

È difficile pensare di lavorare per un uomo che esaspera quattro persone al punto che ognuna ha un movente per ucciderlo. –Lex, 2.13

Sai i lati oscuri di cui parlavi? Non so se siano innati. Certo è che persone come mio padre sanno come liberarli. –Lex, 2.13

Non ti senti mai tanto vivo come un attimo prima di morire. –Pete, 2.14

Si vive una volta sola. Dimentica il passato, pensa solo al futuro! –Pete, 2.14

Pensiamo sempre d’avere di fronte un’infinità di tempo, ma non è così. –Lana, 2.14

Mi affascinano i misteri. –Lex, 2.14

Secondo la mia esperienza, quando vuoi il migliore devi semplicemente pagarlo bene. –Lex, 2.14

Ognuno reagisce al dolore in modo diverso. –Chloe, 2.14

Chiunque può fare un passo falso. –Jonathan, 2.14

Beh, se devo lavorare perché non farlo dove sono i miei amici? –Clark, 2.15

Attento, Lex, perché ci sono parabole di tutti i generi nel Sacro Libro. –Lionel, 2.15

I genitori cercano di fare di te una copia di loro stessi. Se cresci senza interferenze sviluppi la tua reale personalità. –Lucas, 2.15

Quando prendi le carte dal tavolo, Lex, valuti le tue possibilità, ma devi essere pronto a cambiare strategia durante il gioco. –Lucas, 2.15

Mentre io giocavo a dama il mio paparino giocava a scacchi! –Lex, 2.15

Vedi, Lucas, la famiglia Luthor è una vasca di squali e nostro padre non è l’unico a saper nuotare. –Lex, 2.15

A volte quando qualcuno ti delude diventa abbastanza superfluo arrabbiarsi. –Lana, 2.15

La gente ama leggere dei trionfi sulle avversità. –Lionel, 2.15

È incredibile quello che riescono a fare le persone quando non sospettano di essere viste. –Lionel, 2.15

– Ricordi la favola della rana e dello scorpione, Lex? –Lionel

– Sì papà, sì. La rana aiutò lo scorpione ad attraversare il fiume e lo scorpione ripagò la sua gentilezza pungendola. –Lex

– “Perché l’hai fatto?” gli chiese la rana morente e lo scorpione rispose: “perché è la mia natura”. –Lionel, 2.15

Prima o poi, Clark, tutti siamo preda del volere dei nostri padri. –Lex, 2.15

Ricorda: mio padre tenterà pure di dominare il mondo, ma sarà il tuo a conquistarlo. –Lex, 2.15

Figliolo, per quanto sia difficile da credere, le tue capacità non possono sostituire la mia esperienza. –Jonathan, 2.16

Fidati di me, non c’è niente di peggio di un’opportunità mancata. –Lex, 2.16

È strano come dei ricordi riaffiorino casualmente, eh? –Clark, 2.16

– Sfortunatamente la medicina non sempre ha tutte le risposte. –Helen

– Immagino che sia questa l’attrattiva per la ricerca: la possibilità di svelare i misteri della scienza. –Lex, 2.16

Mio padre mi ha detto che ci sono due tipi di ragazze:: quelle che con il tempo si dimenticano e quelle che invece si apprezzano. –Chloe, 2.16

Non perderò la mia famiglia, almeno non senza lottare! Ora se ci sarà bisogno di un miracolo io ne troverò uno. –Jonathan, 2.16

Non voglio impedirti di realizzare le tue aspirazioni, ma perderei un’opportunità se non ti dicessi quanto desidero che tu rimanga qui. –Lex, 2.16

– È ovvio che tu voglia sapere di più sulle tue origini. Così però rischi la vita, figliolo. –Jonathan

– Per certe cose ne vale la pena. –Clark

– Quali cose? –Jonathan

– Una è la verità. –Clark, 2.17

Ho deciso che non voglio avere una famiglia fatta di persone che mi vogliono bene perché devono, ma solo di persone che mi amano perché mi hanno scelto. I miei amici. –Chloe, 2.17

Ho tante domande senza risposte e non ho più intenzione di ignorarle. Non posso! –Clark, 2.17

Ognuno ha i suoi obiettivi, Clark. –Professor Virgil Swann, 2.17

Non troverai la risposta guardando le stelle. La troverai solo guardando in profondità dentro di te. Sarai tu a scrivere il tuo destino, Kal-el. –Professor Virgil Swann, 2.17

Ognuno ha il suo modo di evadere dal quotidiano. –Lana, 2.18

– Non immaginavo che uno come te potesse avere una crisi d’identità. –Lex

– È per un amico. –Clark

– Questa non l’avevo mai sentita. Qual è esattamente il suo problema? Si crede Napoleone? Gesù Cristo? –Lex

– Crede di essere un alieno. –Clark

– Questo prova che non lo è. Se tu fossi un alieno andresti in giro a raccontarlo a tutti? –Lex

– Probabilmente no. –Clark

– Lasciami indovinare. Il tuo amico è un po’ eccentrico, passa molto tempo da solo e nessuno lo capisce. Io ero così quando frequentavo il liceo. È la classica figura dell’escluso che vuole attirare l’attenzione. –Lex, 2.18

Sviare l’attenzione è l’arte dell’illusionista, non lo sai? –Chloe, 2.18

– Lex, io e te dobbiamo parlare. –Helen

– C’è qualcosa che non va, tesoro? A giudicare dal passo deciso direi di sì. –Lex

– Mi hai dato un passepartout che è in grado di aprire tutte le porte di questa casa. Tutte a parte una. –Helen

– Ma che esploratrice! –Lex

– All’inizio non ci ho fatto caso ma adesso, più ci penso e più questa cosa mi disturba. –Helen

– Helen, non c’è niente di importante in quella stanza, credimi. –Lex

– Allora perché è chiusa a chiave? –Helen

– Senti Helen, si ha bisogno di un posto dove poter restare da soli. Ecco cosa rappresenta quella stanza per me. Tu sei la benvenuta. Usa liberamente qualunque altra stanza del palazzo. –Lex

– Non è un coinquilino che voglio, ma un uomo con cui dividere la mia vita. –Helen

– Helen… –Lex

– Tu devi chiarire che genere di rapporto vuoi stabilire con me. Perché la cosa funzioni non devono esserci porte chiuse tra noi. –Helen, 2.18

Montaigne sosteneva che “l’ossessione è la fonte perpetua del genio e della follia”. –Lex, 2.18

Per te questo posto è sempre stato sicuro e ora è stato violato. –Lex, 2.19

Due volte in un giorno solo? Anzi tre, contando anche l’altra sera. Attento, potrei pensare che stai seguendo la mia ragazza. –Lex, 2.19

È incredibile che qualcuno possa rivoltare così la tua vita. –Clark, 2.19

Lana, per battere qualcuno non serve la stazza, serve la decisione e la velocità. Ti devi impegnare, non solo con una parte di te stessa. se vuoi essere efficace tutto il tuo corpo deve partecipare. –Lex, 2.19

La prima regola dell’autodifesa è evitare lo scontro. –Clark, 2.19

La donna che amo sta lottando per la sua vita, sceriffo. Credo che scuserà la mia mancanza di fiducia nella polizia di Smallville! –Lex, 2.19

Io volevo ucciderlo, Helen. Volevo ucciderlo per quello che ti aveva fatto. E forse agli occhi di tutti me la sarei cavata, ma una persona avrebbe saputo la verità. Tu. In quel momento non è stato Clark a salvarmi, ma tu, Helen. E allora ho capito. Che ne dice, dottoressa Bryce, vorrebbe sposarmi? –Lex, 2.19

La necessità di proteggere il tuo segreto non può spingerci al silenzio. –Martha, 2.20

Diciamo che arriva un momento in cui alzare bandiera bianca diventa inevitabile purtroppo. –Chloe, 2.20

Siamo in un mondo competitivo, lo sa bene quanto me. Il sabotaggio industriale rientra fra i costi da mettere in preventivo. –Lionel, 2.20

– Lui dov’è ora? –Clark

– Non lo so. Ha pestato l’angelo custode che gli avevo messo alle costole. –Lex, 2.20

Non è facile comprendere una mente criminale. –Lionel, 2.20

I giornalisti sono gli interpreti della storia. –Lionel, 2.20

Non ci si rassegna alla perdita di un figlio. –Signor Dinsmore, 2.21

– Signor Luthor, avrei detto che le decisioni rapide fossero il suo forte. –Donna del counseling per il matrimonio

– Infatti ho deciso rapidamente che si occupasse Helen delle nozze. –Lex, 2.21

– Ti ricordo che hai offerto alla donna che amo 100.000 dollari per lasciarmi. –Lex

– Mh mh! Ti ho fatto un favore, Lex. Una sorta di ultimo test di fedeltà che lei ha superato a pieni voti. Dovresti ringraziarmi. –Lionel

– Ringraziarti? Beh, il mio ringraziamento deve essersi perso per posta insieme al tuo invito. –Lex, 2.21

– Sei diventato così cinico che vedi malafede anche nelle mie buone intenzioni? –Lionel

– Notavo solo che negli ultimi tempi vieni spesso a Smallville, tutto qua. –Lex

– Puoi anche non credermi e so che lo farai, ma ho sempre cercato di essere un buon padre per te. Mi preoccupi, lo sai? Queste tue tendenze paranoiche, direi quasi ossessive, se continui ad assecondarle corri il pericolo di sbagliare il punto di vista e di non dare il giusto peso alle cose che hanno importanza. –Lionel, 2.21

Non c’è niente di male ad essere diversi. Anch’io sono diverso. Questo non cambia ciò che siamo. –Clark, 2.21

È tutta la vita che cerco di insegnartelo: mai perdere d’occhio la palla! –Lionel, 2.21

Quale madre nega a suo figlio una festa di compleanno? È importante nell’infanzia. –Martha, 2.22

– Qui c’è tutta la disposizione dei tavoli per la cena. –Helen

– Chi sono le persone segnate in blu? –Lex

– Parenti che si rivolgono ancora la parola. –Helen

– E quelle in rosso? –Lex

– Famiglie che complottano e gente che non si guarda in faccia da almeno cinque anni. –Helen

– E quelle in giallo tutte sparpagliate in giro? –Lex

– La mia salvezza: parenti che non hanno particolari allergie e che parlano senza che scoppi una rissa. –Helen

– Se la carriera medica non andasse proverei alle Nazioni Unite. –Lex, 2.22

Helen, mi commuove che tu voglia farci riconciliare, ma lo trovo improbabile. E inoltre, l’unica famiglia che voglio sei tu. –Lex, 2.22

Clark, nessuno di noi riesce veramente a capire il gentil sesso. Per questo ci affascina così tanto. –Lex, 2.22

È difficile sapere da che parte sta la gente. –Helen, 2.22

Si tratta solo di scegliere: o accettare solo quello che sono disposti a condividere con noi o non averli per niente nella nostra vita. –Helen, 2.22

Ha citato (Lionel) uno dei suoi poeti elisabettiani preferiti: “tra la verità e la follia scorre la goccia di un torrente.” –Shakespeare, Amleto, Lex, 2.22

Twixt truth and madness lies

But a sliver of a stream.

Promuovere un promettente giovane talento è di per se stesso una ricompensa. –Lionel, 2.22

Ora sta giocando nel mondo reale, signorina: bisogna dare per avere. –Lionel, 2.22

Ho cercato in tutti i libri, da Socrate fino a Shakespeare, con la speranza di trovare le parole per descrivere il sentimento che lega Helen e Lex, ma mi sono reso conto che non esistono parole. Quando hai qualcosa di vero, tu ci credi e corri anche dei rischi. Sei disposto a sacrificare qualunque cosa pur di non perderlo. Non importa quanto costerà. –Clark, 2.22

Helen, se vogliamo passare la vita insieme dobbiamo essere sinceri l’uno con l’altra. –Lex, 2.22

Se veramente mi ritieni capace di un atto del genere, Helen, penso che non dovresti sposarmi. –Lex, 2.22

Io non voglio che tu mi guidi! Voglio creare da solo il mio futuro! –Clark, 2.23

Clark, sei tu a scegliere il tuo destino. Nessuno può decidere per te, figliolo. –Jonathan, 2.23

Io non voglio cominciare questo matrimonio con dei segreti tra noi. –Lex, 2.23

Non so cosa aspettarmi. Tutto quello che so è che ti amo. –Lex, 2.23

In 24 ore molte cose possono cambiare. –Lex, 2.23

Ho sempre lottato contro il mio destino, cercando di non diventare come mio padre. Ma per quanto tentiamo di cambiare, la nostra natura finisce per dominarci. –Lex, 2.23

Io non ho mai ottenuto niente nella vita usando la prudenza. –Lionel, 2.23

– Ho pensato a tutti gli errori fatti nella mia vita. –Helen

– Spero di non essere uno di quelli. –Lex, 2.23

Io do valore al loro odio, lo trovo molto utile. Vedi, le persone sono assai più deboli quando sono in collera. –Lionel, 2.23

È il destino, Clark, è inevitabile ma quando arriva ti sorprende sempre. –Chloe, 2.23

Le nostre azioni comportano delle conseguenze, Clark! –Jonathan, 2.23

L’amore purtroppo rende cieche anche le menti più brillanti. Non guardiamo perché non vogliamo vedere. Ma quando l’amore finalmente svanisce, vediamo il volto di chi amavamo con chiarezza e così ci vengono rivelati tutti i suoi difetti, le sue debolezze e i suoi segreti. –Lionel, 2.23

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.