J.R.R. Tolkien, Riferimenti

Palantir in Limes 7/2022 La Guerra Grande

Buongiorno a tutti sono Elena e grazie di essere su Life is like a wave who rises and falls! Vi segnalo che nel numero di Limes 7/2022 intitolato La Guerra Grande c’è un riferimento ai Palantir nel testo di Marcello Spagnulo “L’invisibile battaglia spaziale nella guerra d’Ucraina” che va da pagina 221 a 226. Il riferimento si trova alle pagine 224 e 225.

Nel romanzo Il Signore degli Anelli, Palantir è il nome delle sette gemme sferiche create dagli Elf, note anche come «Pietre veggenti» o «Pietre vedenti». Nel mondo immaginario di J.R. Tolkien, il Palantir è «colui che sorveglia da lontano», mentre nel mondo reale Palantir Technologies Corporation è il nome della società informatica fondata nel 2004 da Peter Thiel. Questi, insieme a Elon Musk, cominciò la sua avventura alla Silicon Valley nei primi anni Duemila creando Paypal, il software per i pagamenti online venduto poi a eBay nel 2012 per 1,5 miliardi di dollari. Thiel fu tra i primi fnanziatori di Facebook, dal cui board è appena uscito dopo 17 anni, e creò la sua nuova impresa, la Palantir Technologies. Oggi l’azienda si prepara alla quotazione in borsa con un valore stimato di 20 miliardi di dollari. È specializzata in analisi di dati personali e si è guadagnata la reputazione di grande segretezza per i rapporti non sempre trasparenti con le agenzie governative degli Stati Uniti e con enti pubblici e privati di molte nazioni. Per saperne di più basta rileggere l’articolo di Limes che ne descrive le origini. Palantir è attiva nei servizi di estrazione dei dati (data-mining), anticontraffazione, cibersicurezza, difesa, intelligence e law enforcement, il tutto grazie all’impiego massivo di software altamente performanti, le cui leggendarie virtù sconfinano con l’ormai abusato termine di intelligenza artifciale. Palantir vende software dai nomi evocativi quali «Gotham» o «Foundry». Il primo rimanda all’oscura città dei fumetti dove Batman, il paladino mascherato della giustizia, si batte contro il crimine; mentre il secondo vuol dire «fonderia» perché è il luogo fsico dove le informazioni, tutte, si fondono in un unicum. Nel gergo informatico i programmi di Peter Thiel aggregano sistemi di archiviazione delle informazioni diversifcati e disconnessi in un unico assetto coerente di dati. Traduzione: elaborano miliardi di informazioni presenti su disparati database che non hanno relazione tra loro – per esempio dai social network fno al sistema sanitario nazionale del Regno Unito – e ne trovano le coerenze e le connessioni così da fornire un quadro analitico e specifco per ogni nazione, governo, società, comunità e individuo.
Anche Peter Thiel è entrato in guerra in Ucraina. Nell’aprile 2022, Palantir e Satellogic hanno lanciato nello Spazio il primo satellite NewSat Edge-Ai a bordo di un razzo Falcon 9 di Elon Musk. La tecnologia Edge della Palantir consentirà di elaborare i dati delle immagini già in orbita prima di inviarle a terra e questo permetterà di sfruttare al meglio la larghezza di banda usando molti piccoli satelliti per fornire un’elaborazione analitica delle immagini quasi in tempo reale. Satellogic vuole lanciare in orbita altri 34 satelliti entro il prossimo anno così potrà sorvolare sino a sette volte al giorno qualsiasi punto del pianeta, ma l’obiettivo finale è di averne più di 200 entro il 2025 per avere una mappatura globale aggiornabile ogni ventiquattr’ore. Quasi certamente Palantir avrà integrato nel suo Edge-Ai spaziale la tecnologia Detectum brevettata dall’australiana Xailient, che è stata provata con successo per la rilevazione quasi istantanea dei sottomarini. E forse, ma non è dato saperlo, sarà stata mandata nello Spazio anche la tecnologia sviluppata dalla start-up Clearview, fondata nel 2017 e finanziata sempre da Thiel, che si occupa di riconoscimento facciale. Per ora la Palantir Technologies sorveglia da lontano il territorio ucraino come una delle pietre magiche di Il Signore degli Anelli, ma un domani potrebbe farlo sull’intero pianeta. In un’intervista a Bloomberg Tv, il direttore tecnico dell’azienda, Shyam Sankar, ha dichiarato che il governo statunitense e quelli europei stanno utilizzando il software Palantir per organizzare la distribuzione di beni di prima necessità ai rifugiati ucraini. E molto probabilmente anche per potenziare la risposta militare di Kiev.

Pubblicità

1 pensiero su “Palantir in Limes 7/2022 La Guerra Grande”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.