Recensioni libri

Recensione: “Il dolore negato. Affrontare il lutto per la morte di un animale domestico” di Pier Luigi Gallucci

Buongiorno a tutti, vi ringrazio di essere su Life is like a wave who rises and falls. Come sapete quasi un mese fa ho perso la mia micia Muschy e questo fatto ma anche altri prima mi impedivano di dedicarmi alla lettura. Visto che leggere è importante per me ho ritenuto opportuno e quasi doveroso riprendere a farlo iniziando da questo:

Il dolore negato. Affrontare il lutto per la morte di un animale domestico

di Pier Luigi Gallucci

Graphe.it Edizioni, 2018

ISBN: 978-8893720359, 42 pag.

https://64.media.tumblr.com/4a70ac92ba9706398f9785bfe0dc640d/1f07372b9f67d0e4-20/s2048x3072/4d27f18756c451adb16a53cdda1d90532d99a7ef.jpg

Quando muore un animale domestico a cui eravamo molto legati proviamo un dolore profondo, eppure spesso poco riconosciuto socialmente: i nostri sentimenti ed emozioni possono essere sminuiti o addirittura ridicolizzati dagli altri, tanto da indurci a vergognarci a esprimerli e affrontarli. L’assenza di una ritualità codificata per celebrare il distacco può, poi, acuire il disagio. In realtà gli studi dimostrano che la sofferenza per la morte di un animale amato non è tanto diversa da quella che ci colpisce quando muore una persona cara, ed è normale e legittimo sentirci afflitti. Così come è legittimo, se lo riteniamo necessario, chiedere aiuto a uno psicologo per elaborare il lutto.

Pier Luigi Gallucci, psicologo psicoterapeuta, si occupa in particolare – fra altri temi – di elaborazione del lutto. Cura il blog «Lo studio dello psicologo a Torino», sul quale ha ospitato una vivace discussione riguardo alla pet loss, la morte di un animale domestico.

Classificazione: 4 su 5.

Reading time: il 23 gennaio 2022.

Lettura n° 1 del 2022.

Già da un po’ di tempo avevo trovato questo libro e fin dall’inizio era mia intenzione leggerlo quando si sarebbe presentata la necessità. Ho aspettato ad acquistarlo per una sorta di rimando scaramantico dell’inevitabile che prima o poi sarebbe dovuto accadere, fino a quando in un momento di sconforto ho pensato mi sarebbe servito di lì a veramente poco. L’ho ordinato l’11 dicembre e quando l’ho ricevuto, il 15 dicembre, pensavo che mi sarebbe servito solo tra un bel po’ di tempo. Invece, quindici giorni dopo è successo, la mia Muschy se n’è andata, anche se nei giorni scorsi aspettavamo solo che accadesse.

https://64.media.tumblr.com/9077d00639e8f2b48746c3df02af72f7/1f07372b9f67d0e4-83/s2048x3072/5a0af36a87e83e09f8d70217c1ac9909f4a38a9b.jpg

Il dolore come ben sapete arriva a ondate e ho deciso di leggerlo domenica sera perché mi sono sentita che fosse il momento giusto: prima non ce l’avrei fatta mentre adesso sento che in qualche modo devo andare avanti. Sabato è stato un giorno difficile, ho scritto un pensiero su di lei ed è stata una giornata e una serata pesante. Così domenica ho voluto leggerlo per aiutarmi e perché volevo che la prima lettura dell’anno, visto come è successo tutto, fosse questa. Adesso sento che piano piano posso riprendere a leggere e spero che sia così perché so che mi aiuterebbe molto.

Il libro in sè si legge in mezz’oretta ed è un peccato: è una piccola guida di utili consigli su come affrontare il lutto però… è troppo breve. Allo stesso tempo è una lettura intensa, perché leggendolo ho pianto perché mi ritrovavo nel dolore che descriveva. La leggenda dei nativi americani del Ponte dell’Arcobaleno è qualcosa di profondamente toccante. Questo libretto riguarda la pet loss e mi sarebbe piaciuto che fosse più specifico per i gatti anche se ero consapevole che si trattava di una lettura generale perché la trama sul retro è molto chiara.

Il dott. Gallucci dà una serie di consigli utili sul fatto che bisogna affrontare un lutto di questo genere perché di lutto si tratta e non va represso. Ho in più capito che la mia idea di scrivere non è affatto sbagliata e che è anch’essa una forma di elaborazione del lutto, anche se ogni tanto è doloroso farlo. Chiunque sia nella mia situazione dovrebbe leggerlo perché il dolore e la perdita che provo è normale, non è da pazzi e non va sminuita e questo libro lo dice chiaramente e per il piccolo prezzo di 6 € per l’edizione cartacea vi aiuterà sicuramente per la perdita del vostro amato compagno a quattro zampe.

AFORISMI:

Le ricerche però confermano che a un animale ci si affeziona così come a un nostro simile e la perdita della relazione con l’animale è per molti aspetti equivalente, a livello psicologico, alla morte di una persona cara.

Gli animali non giudicano, ci accettano come siamo, in modo incondizionato.

Con gli animali domestici si crea un vero e proprio scambio affettivo, si costruisce un mondo, una storia, una interazione importante sotto il profilo psicologico. L’uomo e l’animale sono una coppia e condividono a tutti gli effetti un legame profondo. Gli animali domestici sono molto sensibili ai nostri stati d’animo, avvertono eventuali momenti di tensione.

Il rapporto con l’animale crea un mondo comune solo a chi lo vive.

Bloccare il dolore, il pianto, i sentimenti di rabbia o di colpa, non ha il potere di far andar via il dispiacere o evitare la perdita. Solo venendo a patti con i propri vissuti si può cominciare a superarli.
Il lutto va lasciato decantare. Tutti i tentativi che cercano di schivare la sofferenza non faranno altro che prolungarla nel tempo: evitare tutto ciò che ci ricorda il passato ha l’effetto di mantenerlo vivo.

«Giunti dinnanzi all’entrata del paradiso, tutti noi un giorno avremo modo di scoprire che là vicino esiste anche un altro luogo meraviglioso, con verdi prati, fiori d’ogni genere, alberi, colline e ruscelli azzurri come il cielo. Il suo nome è Ponte dell’Arcobaleno, per via dei bellissimi colori che lo caratterizzano.
In questo incredibile spazio aperto dove la natura esalta il suo splendore, continuano a correre e giocare i nostri amici speciali, quelli che per il tempo che gli è stato concesso hanno vissuto al nostro fianco e che mai dimenticheremo.
Al Ponte dell’Arcobaleno vi trovano tutto ciò che occorre: abbondanza di cibo e d’acqua fresca, il sole che sempre splende, piccole tane, piante profumate da annusare, tanta compagnia… Un paradiso tutto per loro in cui potersi sentire felici e al sicuro.
Là, gli amici che hanno concluso la loro permanenza sulla Terra perché vecchi o ammalati adesso sono sani e forti , poiché ogni male viene curato e ogni ferita scompare senza più lasciar traccia.
Ogni animale è davvero felice, sebbene qualcosa in realtà gli manchi: in quel luogo che in vita li aveva accolti, chiamato “casa”, e che sta tanto lontano oltre la linea dell’orizzonte, vi sono ancora molti di coloro che amano e che considerano speciali. La nostalgia per quelle voci, le carezze, i piccoli riti quotidiani, è grande, ma accade che ogni tanto uno di questi animali si fermi all’improvviso, che lasci gli amici del suo grande gruppo, i giochi e le corse, per guardare lontano, verso quella linea, gli occhi attenti, vivaci e luminosi. Tutti i sensi saranno allerta, il corpo vibrerà di eccitazione, le zampe faticheranno a star ferme e il cuore palpiterà di impazienza.
Poi, con un balzo in avanti, riprenderà a correre senza quasi sfiorare il prato sotto di sé, perché…
Ti avrà visto e riconosciuto.
Arriverà da te quasi volando, lo raggiungerai senza fatica alcuna, e vi abbraccerete ridendo, consapevoli che niente più potrà dividervi ancora.
Ritroverà le tue mani e la tua voce, e tu il piacere di accarezzarlo e di godere del suo affetto incondizionato che tanto ti era mancato, sebbene mai era venuto meno il ricordo di lui, sempre vivo e presente.
E, allora, attraverserai in sua compagnia il Ponte dell’Arcobaleno, che vi vedrà uniti per sempre».

La leggenda del Ponte dell’Arcobaleno

Grazie a tutti,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.