By Me

Sarò libera di scrivere da qualche parte che ho le scatole piene dei Maneskin?!

Buongiorno a tutti, nei giorni scorsi mi è successa una cosa fastidiosa e adesso voglio poter dire la mia senza essere giudicata o attaccata. Come al solito non farò nomi o riferimenti perché voglio scrivere quanto riportato sotto senza attaccare direttamente nessuno perché altrimenti lo farei senza problemi, ma voglio sfogarmi per prenderne le distanze come spesso faccio qui. Vi avviso che carico e ironizzo un po’ il resoconto perché si tratta di un POST DI SFOGO. Se non vi piace, amen, leggete altro.

Tutto è iniziato da un post condiviso su Facebook da una persona in modalità pubblica che riportava la foto del figaccione cantante dei Maneskin con scritto una roba tipo “non ha bisogno di presentazioni, questo è il Tal de’ Tali cantante dei Maneskin”. Ho commento la foto scrivendo che se non avesse riportato che era il cantante dei Maneskin non l’avrei riconosciuto. Povera me, in che mondo vivo? Da dove arrivo? Vivo nel 2021 o vivo al tempo di Alessandro Magno senza l’enorme strumento del World Wide Web e di una cosa strana chiamata televisione?! Ebbene questa è stata la reazione di una persona che tra l’altro ha tirato in ballo la mia laurea in Filosofia e COMUNICAZIONE e, occupandomi di comunicazione, non potevo non sapere chi fosse. Peccato mortale! Io ho risposto dicendo che la tale persona non può presumere di sapere di cosa mi occupi e attaccarmi e che in questo periodo i mass media ci stanno tartassando con la caspita di canzone “sono fuori di testaaa” e che hanno stufato. [Solo poco fa ho scoperto che il divino titolo è Zitti e buoni!] Da lì è nata una discussione che ho cercato di sdrammatizzare perchè alcune persone stavano diventando pesanti e cercavo di smorzare giustamente i toni, ma alla fine mi hanno dato della maleducata dicendo che ognuno nel proprio profilo è libero di scrivere ciò che vuole senza essere criticato. La persona autrice del post ha messo l’abbraccio al commento. Grazie. Al che ho eliminato il mio primo commento per non “inquinare” il profilo degli altri con le mie opinioni non richieste. Ho scritto poi un mio piccolo personale sfogo nel MIO profilo, poi eliminato e riscritto su Twitter per evitare ulteriori discussioni. Già, peccato che anche lì sono stata bacchettata e mi è stato detto che nel proprio profilo ognuno scrive ciò che vuole, che la gente usa Facebook per divertimento e che ho sbagliato. Ma porca paletta! Ancora?! Anche lì?! Sono nel MIO profilo Twitter posso o no scrivere cosa diavolo penso o devo stare attenta alle maneskine che ci sono in giro?!?! Non ho fatto nomi, riferimenti o altro e ancora mi ridicono le stesse cose?? Ma basta! Siete pesanti! Perché ribadire una cosa a qualcuno che ne ha palesemente le scatole piene?! Te ne rendi conto che ti butti la zappa sui piedi da solo perché mi riprendi su una cosa che stai facendo tu stesso in questo momento?! Al che ho risposto alla persona dicendole che non sono stata maleducata e che anzi altri lo sono stati con me e che ho trasportato il mio sfogo su Twitter proprio per evitare trascinamenti e che voglio chiudere la questione altrimenti sarei diventata veramente maleducata. Questa persona mi ha detto che sì l’altra è stata maleducata ed è stato detto tutto, peccato però che non è stato detto tutto, anzi non le è stato detto niente e chi mi ha ripreso su Twitter lo ha fatto lì ma non è intervenuto nella conversazione su Facebook, il che per me ha valore zero. Poi le persone usano Facebook per divertimento e non vogliono discussioni serie? Ma dove?! Ma davvero devo credere a una cavolata enorme come una casa?! Questa persona crede di parlare con una bambina che intorta con una frase di circostanza? La maleducazione e le discussioni che regnano su Facebook sono esclusive di Facebook. Lo vedo solo io?

Ma una cosa non capisco e odio di Facebook: una persona scrive una cosa in modalità pubblica, cioè visibile dentro e fuori da Facebook, non si può neanche commentare altrimenti si è maleducati ma perché venire a riprendermi su Twitter??? Perché ribadire ancora una cosa a una persona che ne ha palesemente gli scatoloni pieni? Ok, anche il mio Twitter è in modalità pubblica ma lasciami perdere no? Hai seguito la conversazione, arrivaci che l’ho scritto su Twitter per un motivo! Inoltre, secondo me, per il mio uso e consumo di ‘sto dannato social, se alcune persone che commentano sotto al MIO POST e sono maleducate, io modero i loro commenti, smorzo i toni, non metto abbracci e cuoricini! O no?

Ho dato un’altra occhiata al post e un pover’uomo ha scritto un commento un po’ cattivello alla stessa foto… non l’avesse mai fatto! Le maneskine sono intervenute con commenti acidi e maleducati. Lui però ha avuto la superiorità di non continuare a commentare, cosa che io non riesco a fare e so che è un mio difetto.

Io so che è due mesi che i mass media ci rompono gli scatoloni con sto “sono fuori di testaaa” e mi sta esaurendo. Capisco che ne parlino sui socials perché tutti amano sto gruppo, capisco che ne parlino i giornali perché vogliono cavalcare l’onda del successo del gruppo sfoderando interviste ai componenti, ma anche al TG???? Basta!!!

Posso scrivere da qualche parte che non mi piacciono ‘sti Maneskin e che hanno rotto gli zebedei????? Posso pensare con la mia testa e non con quella riempita di stronzate dai mass media e pensare che non mi piacciono i Maneskin e che non c’è niente di male in questo? O devo venire insultata e bannata perché la mia voce è fuori dal coro? Ma per favore, ragioniamo prima di scrivere stronzate e soprattutto di giudicare le persone senza conoscerle ed essere maleducati!

Riflessione finale: chi giudica qualcuno senza conoscerlo è tanto ma tanto arrogante. Alcune persone credono di poter commentare personalmente altre persone da una semplice frase. Il giudizio su una persona si ricava da una frase, il resto non conta. Bravi superficialoni arroganti. Ma state scherzando vero? Nella vita reale, siete così o è la protezione dietro lo schermo che vi rende arroganti e maleducati? Chi usa i social in modo sbagliato, io o voi? Avere uno smartphone che potenzialmente è una finestra aperta da e sul mondo è uno strumento molto potente ma non per questo dobbiamo comportarci da ignoranti incivili. L’anonimità che pensate di avere è fasulla. Non nascondetevi dietro un cellulare, non costruitevi profili Facebook e Instagram in cui sembrate la top model ricca e felice del paesello perché forse per alcune è vero, ma per il 95% degli altri purtroppo è un uso ingannevole dei social. E poi pensate a una cosa: alcune persone rinunciano alla loro privacy per mostrarla agli altri – in quei casi c’è anche tanta normalità – ma perché lo fate? Perché rendete pubblica la vostra vita quando nessuno vi chiede di farlo e non lo fa neanche la Ferragni? Pensateci.

Kon’nichiwa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.