Recensioni libri

Recensione: “La scuola di Rosemary Lane” (Diario vittoriano #3,5) di Laura Costantini

Buongiorno a tutti, buona domenica, grazie di essere su Life is like a wave who rises and falls! Oggi continuo a parlarvi di Laura Costantini e questa è per me LA chicca di tutta la saga:

La scuola di Rosemary Lane

(Diario vittoriano #3,5)

di Laura Costantini

Pagg. 138, Independently published

ISBN: 978-1082839870, 2019

È il dicembre del 1894 e un nemico potente ha inflitto a lord Lennox un colpo dal quale non riesce a risollevarsi. La voglia di arrendersi è più forte che mai. Solo, in previsione di un Natale di assenza e sconforto, non immagina che una fanciulla di nome Lucy Williams stia per piombare nella sua vita, decisa a restituirgli uno scopo.

Questo contributo speciale si colloca dopo il terzo volume del Diario vittoriano. È necessario aver letto i primi tre volumi per non incappare in spoiler sulla storia principale. Si tratta di un frammento della vita di Kiran in un momento per lui molto difficile. Non aggiunge informazioni fondamentali alla storia principale, ma consente di conoscere meglio uno dei protagonisti.

Laura Costantini è romana. Giornalista di professione, scrittrice per passione irrinunciabile. Normalmente scrive a quattro mani con Loredana Falcone, ma la serie Diario VIttoriano nasce da un sogno tutto suo.

Classificazione: 5 su 5.

Reading time: dal 20 al 21 ottobre 2020.

Lettura n° 27 del 2020 e una delle più belle di quest’anno!

Ho avuto la fortuna di leggere la serie Diario Vittoriano dopo la pubblicazione dei due volumetti extra così li ho letti nell’ordine giusto e di questo mi sono letteralmente innamorata.

L’unico e vero protagonista qui è Kiran accompagnato dal fedele Shelby mentre si interessa al lavoro di Lucy Williams, amica della povera Flossie e perseverante insegnante che sogna di aiutare i bambini più disagiati e poveri. Quello che leggiamo qui non è il Kiran filtrato dai pensieri e dalle paure di Robert ma il vero Kiran che sa essere oscuro ma anche determinato.

Leggendo questo breve libro dovevo costantemente ricordarmi che si tratta ahimè solo di un extra e che quello che leggerò qui non avrà conseguenze per la storia principale. Purtroppo. Sì perché ho amato moltissimo Lucy ed è grazie a lei che il nostro amato Kiran esce dal torpore e dalla stasi in cui era finito per il lutto di Flossie, grazie a lei e non al distante Robert. Credo che Robert non riesca a capire fino in fondo il bisogno di Kiran di aiutare i bambini, bisogno che per lui è come respirare. Mai come in questo extra avevo capito quanto Kiran avesse bisogno di aiutare i bambini poveri, di come fosse felice nel farlo. Il personaggio di Lucy è molto bello perché grazie a lei questa serie fa luce sulla difficile condizione della donna nell’800 e mi piace moltissimo. Questo libretto è per me la chicca di tutta la serie!

Unico aspetto negativo di questo libretto è la presenza di molti errori e refusi, che visto che sono un po’ troppi diventano fastidiosi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.