Recensioni Fumetti-Manga

Recensione Fumetto-Manga: “W.i.t.c.h.” n°1

Buongiorno a tutti, grazie di essere su Life is like a wave who rises and falls! Oggi inauguro la nuova sezione dedicata alle recensioni dei fumetti e dei manga con un fumetto che ho molto amato da piccola e che sto rileggendo!

W.i.t.c.h. n°1 – Halloween

Prima Serie: I Dodici Portali – 1 di 12
Serie ideata da Elisabetta Gnone
Art direction fumetto Alessandro Barbucci, Barbara Canepa
Storia di Elisabetta Gnone
Sceneggiatura di Francesco Artibani ed Elisabetta Gnone
Disegni: Alessandro Barbucci
Indicazioni colore e atmosfere: Barbara Canepa
China: Donald Soffritti
Coloritura: Mara Damiani

Cinque ragazze scoprono di essere le predestinate di una missione millenaria: difendere l’equilibrio del mondo, diventando le guardiane della muraglia che separa la Terra dal Metamondo. Loro alleate le forze della natura grazie alle quali Will (poteri della quintessenza), Irma (poteri dell’acqua), Taranee (poteri del fuoco), Cornelia (poteri della terra) e Hay Lin (poteri dell’aria) possono trasformarsi in figure magiche: il tutto grazie al cuore di Kandrakar, ciondolo magico custodito da Will, donatele da Yan Lin, che funge da catalizzatore dei loro poteri.

4 stelle.

Letto il 27 ottobre 2019.

Era il lontano aprile 2001, ben 18 anni fa, quando dissi al mio edicolante di tenermi da parte un numero di ogni nuova uscita di questa serie di fumetti tutta italiana. E da quell’aprile l’ho preso sempre (tranne ahimè il numero 128 uscito a novembre 2011) e ho preso anche un po’ di numeri speciali. Sono sempre stata abituata a leggere manga e l’idea di una serie italiana e a colori mi è piaciuta fin dall’inizio. Neanche a farlo apposta, inizio a rileggerlo proprio nei giorni di Halloween come è ambientato il fumetto!

W.i.t.c.h. parla di Will, Irma, Taranee, Cornelia e Hay Lin, cinque amiche che scoprono di essere le Guardiane della Muraglia e hanno dei poteri legati alla natura. Un punto a favore quando iniziai a leggerla è stato che questa storia aveva il respiro internazionale, perché infatti è ambientata a Heatherfield e questo spiega anche l’enorme successo mondiale che ebbe questa serie. Inoltre quello che mi piacque fin da subito furono i bellissimi disegni dei numeri e la storia era accattivante perché dava importanza alla natura. L’amicizia tra le cinque ragazzine diventa sempre più forte e ne vivranno di cotte e di crude.

Questi sono gli elementi che 18 anni fa mi colpirono e oggi, dopo la rilettura, sono stupita di quanto ancora ricordassi la storia anche se non credo di averla mai riletta. Le W.i.t.c.h. mi hanno tenuto compagnia per tanto tempo e sono contenta di aver iniziato questa rilettura. Confesso che non l’ho letta tutta: gli ultimi 30 o 40 numeri credo di non averli mai letti perché semplicemente non era più bello come all’inizio però adesso vorrei leggere un numero al giorno e spero di riuscirci e di postarvi la recensione il giorno dopo. Non so se questa si possa considerare una recensione ma fa niente. Non vedo l’ora di continuare questa rilettura!

Vi lascio due frasi che mi sono piaciute:

Guardati, Will! Devi volerti bene perché è solo così che darai modo agli altri di apprezzare le tue meravigliose qualità!

Susan

I poteri sono inutili se non sai come usarli, uccellino!

Vathek

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.