Aforismi

Grey’s Anatomy Stagione 10 (2013-2014)

  • Quando diventi una matricola c’è una cerimonia in cui ti danno il camice bianco. E, come per magia, sei un medico. I miei erano alla cerimonia del camice bianco. Mi sembra di vederli ancora: così felici, così fieri di me. Dicono che “ti passa tutta la vita davanti agli occhi prima di morire:” i momenti importanti, i momenti che ti hanno messo alla prova, i momenti che ti hanno reso quello che sei. Non so se sto rivedendo tutta la mia vita. Io penso al mio camice bianco e a quanto sono felice di indossarlo ora. È il momento in cui è iniziata la mia vita. Mi pare giusto indossarlo quando finisce. VFC Richard, 10.01
  • Diciamo tutti cose che non vorremmo. Arizona, 10.01
  • Preferisco rischiare piuttosto che aspettare quello che lo ucciderà sicuramente. Bailey, 10.01
  • Un medico si mette il camice per salvare delle vite, per sfidare la morte, ma quando se lo toglie è vulnerabile, come chiunque altro. È umano. Tutti dobbiamo morire. Non possiamo decidere né come né quando. Però possiamo decidere come vivere, perciò fallo, decidi. È questa la vita che vuoi vivere? È questa la persona che vuoi amare? Potresti essere migliore di così? Potresti essere più forte, più gentile, più comprensivo? Decidi. Inspira, espira e decidi. VFC Richard, 10.01
  • L’attesa può ucciderti. Prendi una decisione e poi il mondo deve girare. Le conseguenze si susseguono, niente dipende più da te. C’è solo una cosa che appare chiara nei momenti quieti dell’attesa: qualsiasi scelta tu abbia fatto è sbagliata. VFC Richard, 10.02
  • Ce l’hai sempre insegnato: quando lo sai, lo sai. Meredith A Bailey, 10.02
  • Come mai passiamo tanto tempo insieme e non sappiamo niente gli uni degli altri? Leah, 10.02
  • Vogliamo solo sopravvivere alla tempesta e preghiamo: “Oh Dio, ti prego, fammi arrivare dall’altra parte!” Non possiamo immaginare come sarà quando ci arriveremo. E se, passata la tempesta, non restasse nulla, io ho sempre detto di poter affrontare tutto, mi sbagliavo. Mi sbagliavo su tante cose. Però su una cosa avevo ragione: su questo avevo ragione [Meredith]. VFC Richard, 10.02
  • C’è un gioco che fanno i bambini all’aperto: si tengono per mano e al tre cercano di strapparsi le dita. Devi resistere finché puoi, o almeno più dell’altro. Il gioco non finisce finché qualcuno non dice “basta”, non si arrende, grida pietà. Non è un gioco divertente. VFC Meredith, 10.03
  • La gente dice cose assurde sotto shock. April, 10.03
  • Nel gioco, quando uno dei bambini grida “pietà” l’altro lo ascolta e non gli fa più male. Ti piacerebbe che fosse così facile adesso? Non è più un gioco ormai e noi non siamo dei bambini. Puoi chiedere pietà quanto vuoi, ma non ti ascolta nessuno. Ci sei solo tu, che urli, nel vuoto. VFC Meredith, 10.03
  • Chiunque si sia tolto le tonsille vi può dire che un intervento non costa poco. Servono molti soldi per tenere aperto un ospedale. E, quando i fondi finiscono, sta a noi darci da fare e trovarne altri. Il che significa: mettiamoci la cipria, mettiamoci il paltò, mettiamoci a sedere che comincia il Muppet Show! Cavolo, scusate, vedo troppa TV per bambini ultimamente! Ma ho reso l’idea. VFC Meredith, 10.04
  • La gente è più incline ad aprire il portafoglio se si diverte. Ari, 10.04
  • Giusto e sbagliato non abitano qui, questo è il Far West. Cristina, 10.04
  • Sei uno squalo. Ross, è positivo. Tutti i grandi chirurghi sono squali. Vedi cosa vuoi essere, fai tutto per ottenerlo. Come me. E non chiedere mai scusa. Gli squali non si scusano. Cristina, 10.04
  • Gli squali non nuotano all’indietro, solo in avanti, o muoiono. Shane, 10.04
  • Ouverture, sipario, luci. Ecco è questa la notte delle notti. Basta provare o studiare il personaggio, sappiamo a memoria ogni parte. Stasera sarà un successo. Lo spettacolo ha inizio. Ecco, si parte. VFC Meredith, 10.04
  • Il primo giorno alla Facoltà di Medicina ho imparato questo: ci devi pensare bene e a lungo prima di fare il chirurgo, perché devi impegnarti al 100%. Devi essere nelle migliori condizioni possibili ogni volta che entri in sala operatoria. Quando i pazienti sono sul tavolo, completamente alla tua mercé, devono sapere che quando farai il primo taglio, sai quello che fai. Nessun’altra specializzazione richiede tanto tempo, concentrazione e dedizione completa. A parte forse, fare la mamma. VFC Meredith, 10.05
  • Io non vado piano, mi butto dove non si tocca. So nuotare! Meredith, 10.05
  • È contro la mia politica, così si combinano casini. Dici a una persona che farai una cosa e poi finisci per deluderla. E perdi la casa, la famiglia, ti fai odiare dai tuoi figli. James Evans, 10.05
  • E se la concentrazione sfuma? Se non puoi dare tutto, non ti rimarrà più niente? Forse devi solo trovare una strada diversa. Ecco che cosa è terrificante: e se non riuscissi a dare il 100%? Forse devi solo tornare all’inizio e ricominciare tutto da capo. VFC Meredith, 10.05
  • I ricercatori attualmente stanno lavorando sulla mappatura del cervello umano. Potrebbe essere la mappa più complessa mai creata. Miliardi di neuroni che creano trilioni di collegamenti. A prima vista, sembrano completamente casuali, ma non c’è nulla di casuale in essi. Tutti quei collegamenti devono verificarsi con uno schema preciso, progettato per una funzione. Questi collegamenti determinano tutto di noi: quello che amiamo, quello che odiamo, quello che diciamo, quello che facciamo, ogni azione che compiamo. VFC Derek, 10.06
  • È la tua storia. Sì, brillante chirurgo termina il lavoro della defunta madre brillante chirurgo. È già scritto. Investi sul tuo marchio. Callie, 10.06
  • Se non stai attento i vecchi errori ti rotolano addosso. James Evans, 10.06
  • Stiamo appena iniziando a conoscere l’estensione delle connessioni cerebrali. Quanto arrivano lontano, quanto vanno in profondità. VFC Derek, 10.06
  • Per questo non te l’ho detto. Ho una carriera e una famiglia e seguirò entrambe le cose. Ma non ho tempo di sentire te che mi dici che non posso. Io ti sono sempre stata vicina, qualunque cosa tu avessi bisogno. E adesso sono io che ho bisogno di te. E tu dovresti aiutarmi. E invece la settimana scorsa mi hai messa da parte, perché ho un bambino. E non hai tempo per me ora, perché non hai tempo per le persone che vogliono cose che tu non vuoi. Meredith, 10.06
  • Ma sappiamo che ogni connessione è importante, ogni connessione è essenziale. E quando se ne rompe una, di solito vuol dire che è stato fatto qualche danno. Questo sistema di connessioni ci spinge ad agire, scegliere, comportarci. A volte, apparentemente, contro la nostra volontà. Ma non è affatto casuale, è la mappa di ciò che siamo. Ci impegneremo per capire noi stessi, per risolvere il puzzle. VFC Derek, 10.06
  • Passare il tempo coi figli non è un premio di consolazione. È il premio. Derek, 10.06
  • Come tutte le connessioni funzionano e come tutti i pezzi si incastrano. VFC Derek, 10.06
  • Ogni anno ad Halloween scegliamo il tipo di costume che indosseremo: qualcosa di sexy, o magari qualcosa di terrificante. VFC Meredith, 10.07
  • Io odio i bambini, ma amo i tuoi figli. Cristina, 10.07
  • O puoi essere un supereroe, che è quello che cerco di essere io quest’anno. VFC Meredith, 10.07
  • Halloween non è per i deboli di cuore, c’è una sorpresa dietro ogni angolo. Alcune sorprese sono belle e alcune sono brutte sorprese. L’importante è non lasciare che la paura della sorpresa ti impedisca di mascherarti e di bussare alla porta di un estraneo per fargli una domanda. Allora che sarà: dolcetto o scherzetto? VFC Meredith, 10.07
  • Glioma, fibroma, blastoma. Qualunque sia il tumore le persone pensano che il tuo approccio sia lo stesso: trovi il punto del corpo in cui si nasconde, poi apri il paziente. E tagli via tutto. Ma non stai combattendo soltanto contro un tumore. In realtà sei in guerra contro un miliardo di cellule. VFC Meredith, 10.08
  • Allora come superi le probabilità negative quando sono una contro un miliardo? Ti fai forza, continui a spingerti oltre ogni limite razionale e non accetti di arrenderti. Ma, la verità dei fatti è: che per quanto tu ti sforzi e lotti per mantenere il controllo, quando tutto è stato detto e fatto, capita che tu sia sopraffatto comunque. VFC Meredith, 10.08
  • I medici non vogliono mai sbagliare. Fai una scelta sbagliata e succede l’impensabile. Non lo facciamo apposta, non vogliamo fare del male a nessuno ma, a volte facciamo del male, a volte sbagliamo. E quando sbagliamo ci dispiace. Non che dispiacersi conti qualcosa, ormai non più. Adesso chiedere scusa non conta più niente. VFC Callie, 10.09
  • Siamo ciò che siamo perché non temiamo le prime volte. Travis Reed, 10.09
  • Non confondiamo l’emozione con i fatti. Meredith, 10.09
  • Facciamo tutti cose delle quali non siamo fieri. Lo capisco questo. So che nessuno è perfetto. Ma come puoi convivere con questo? Come ti puoi alzare ogni mattina e affrontare il mondo, sapendo che potevi fare meglio? Che avresti dovuto fare meglio? Dispiacersi può bastare? Dire “scusa” può veramente guarire le nostre ferite? Alleviare il nostro dolore? Può cancellare il dolore che abbiamo provocato? VFC Callie, 10.09
  • Non lo puoi sapere se non ci provi. Papà Di Callie, 10.09
  • Il nostro corpo è una massa infinitamente complessa di sistemi che interagiscono. Alla gente piace pensare che i medici vedano tutto chiaramente. Ma non sempre è evidente se una cosa sia un problema minore o un disastro clinico completo. Questo lo capiamo durante il primo anno di specializzazione. Passiamo il resto della carriera a mentire a riguardo. VFC Meredith, 10.10
  • Non essere una di quelle che dice: “ti aspetterò nel caso che con tua moglie non andasse bene”. Arizona, 10.10
  • Se hai famiglia scendi a compromessi. Ben, 10.10
  • Quando succede qualcosa di terribile devi incolpare qualcuno. Babysitter, 10.10
  • Tutto ha un prezzo. Richard, 10.10
  • Crede di trovare qualcuno che prenda il suo posto? Non si può prendere il suo posto. Nessuno potrà mai prendere il suo posto. Stan, 10.10
  • Se scegli una battaglia diversa è un tuo problema. Alex, 10.10
  • È solo un colpo di freddo, fatti forza e vai avanti. Passerà. Non è niente di grave. Siamo medici, capiremmo se ci fosse qualcosa che non va. Staremo bene. Non c’è niente che non va. VFC Meredith, 10.10
  • Ogni medico ha i propri segreti. Siamo tutti degli scienziati secchioni competitivi. Alle elementari facevamo i vulcani più belli e realistici che eruttavano davvero lava finta. Al liceo passavamo ore a studiare i topini nei labirinti. Per essere un giorno la persona che cambierà il volto della Medicina, per sempre. VFC Meredith, 10.11
  • Non aiuto uno che ha reso la mia vita un inferno. Alex, 10.11
  • – Edwards, sai quanti cani in Russia hanno mandato nello spazio prima che l’uomo camminasse sulla Luna? Meredith

– Quelle povere bestiole. Edwards

– Edwards, faremo una necropsia e scopriremo che cosa è andato storto e poi, proveremo ancora. E falliremo ancora, perché il progresso è fatto così. Meredith

– Il progresso è una pecora morta? Edwards

– No, il progresso è fatto di molti fallimenti e poi dispiacerti perché è triste, ma non puoi abbatterti. E poi un giorno avremo successo e salveremo la vita di una persona e riusciremo a camminare sulla Luna, in senso figurato almeno. Meredith, 10.11

  • A volte la chiave per fare progressi è riconoscere come fare quel primo passo, poi cominci il tuo viaggio. Speri per il meglio e tieni duro, giorno dopo giorno. Anche se sei stanco, anche se vorresti mollare, non molli. Perché sei un pioniere. Ma nessuno ha mai detto che sarebbe stato facile. VFC Meredith, 10.11
  • L’errore è inevitabile. Ad ogni scienziato è stato detto di “no”, più e più volte. Coloro che ricordiamo, coloro che hanno cambiato la nostra vita, Curie, Salk, Barnard, sono coloro che non hanno accettato i “no”. VFC Meredith, 10.12
  • Voi osservate un pianeta, vi dico: “fate un passo indietro e osservate l’universo”. Non si bacia una persona protendendo le labbra. Vedi una persona e cominci a ricordare perché la desideri. Il sistema nervoso simpatico fa accelerare il polso, il lobo frontale abbassa le inibizioni e senti il bisogno di baciarla. Succede tutto insieme. Noi siamo impulsivi e compulsivi, funziona così il cervello. Derek, 10.12
  • Non temere mai di esporti per te stessa. Assicurati prima di avere ragione. Bailey, 10.12
  • A volte invece di migliorarle le cose le peggioriamo. Arizona, 10.12
  • Me lo disse una volta Mark Sloan. Mi ha detto: “se ami qualcuno diglielo, anche se hai paura che creerà dei problemi o potrà rovinare la tua vita. Dillo con forza e comincia da lì.” Jackson, 10.12
  • Noi siamo tutta la famiglia che ci serve e staremo insieme per sempre, tu e io. Se avremo dei figli saremo bravi, io sarò un bravo papà e tu sarai straordinaria e saremo solo noi e non avremo bisogno di nessuno. Alex, 10.12
  • L’errore è inevitabile, ineluttabile, ma l’errore non deve mai avere l’ultima parola. Devi aggrapparti a ciò che puoi, non accettare i “no” e accettare quello che ti viene dato. Non cedere mai, non arrenderti mai. Fatti avanti. Fatti avanti e prendilo. VFC Meredith, 10.12
  • Ogni giorno un chirurgo prende decisioni che possono andare in due direzioni: una giusta o una molto, molto, molto sbagliata. Il problema è che, sia le decisioni epiche positive che le decisioni epiche negative, sembrano esattamente uguali, nel momento in cui le prendi. VFC Meredith, 10.13
  • Sono sempre stata in dubbio sulla Kepner, ma ora non solo un’amica, sono una fan. Cristina, 10.13
  • A volte si deve ricominciare da capo. Arizona, 10.13
  • Guardando indietro è facile capire quando è stato commesso un errore. Pentirsi di una scelta che all’epoca sembrava una buona idea. Ma se usassimo il buonsenso e ascoltassimo il nostro cuore, forse ci accorgeremmo di aver scelto in modo saggio ed eviteremmo il rimpianto più profondo e doloroso di tutti: il rimpianto di esserci lasciati sfuggire una cosa meravigliosa. VFC Meredith, 10.13
  • Il cancro è un bullo biologico: gli piace la lotta e ti prende alle spalle. Aspetta che il corpo si senta tranquillo, che si senta sano e forte. È allora che il cancro si fa strada e cresce sempre di più. Il corpo non si accorge neanche del suo arrivo. Perché il cancro è maestro nelle sorprese. VFC Meredith, 10.14
  • – E che fai? Ti arrendi e lasci che l’ospedale ti dica con chi puoi stare? Alex

– Non ho altra scelta! Jo

– C’è sempre una scelta! Puoi scegliere di trarre il meglio da una brutta situazione! Alex, 10.14

  • È la tua vita, nessuno può farti fare qualcosa che non puoi. Alex, 10.14
  • È stata anonima la denuncia. E questo lo fai perché hai paura che se la gente scopre che sei tu, ti tratterà di merda, invece di capire o tentare di capire che non era una cosa frivola che hai fatto perché avevi il cuore spezzato. Ma una decisione che hai preso perché sentivi che la tua preparazione medica veniva compromessa. Leah, 10.14
  • Puoi provare a nasconderti per evitare il bullo, ma nasconderti non servirà a molto. In realtà c’è solo un modo per vincere. Lo devi combattere. E, se sei così fortunato da uscirne vivo, prenditi un momento per festeggiare. Prima di rimetterti in guardia, pronto a combattere il round successivo. VFC Meredith, 10.14
  • Hai presente l’osso sacro? Una volta era la coda. E quel pezzetto rosa all’angolo dell’occhio? Una volta era una terza palpebra. L’appendice ci aiutava a digerire cibi duri. Adesso non serve a niente. La storia della nostra evoluzione è la storia di quanto ci lasciamo alle spalle, di quello a cui abbiamo rinunciato. Il nostro corpo mantiene solo ciò che gli serve veramente. Le cose che non ci servono più, le buttiamo via, le lasciamo andare. VFC Meredith, 10.15
  • Perché ci fa stare così bene buttare via le cose? Scaricarci, lasciarle andare. VFC Meredith, 10.15
  • – Io giuro, lo giuro, non riesco più a sentire che ti scusi. Mi hai reso molto difficile continuare a perdonarti. Callie

– Per più di un anno, dopo l’incidente aereo, non ho fatto che pensare a me stessa. Dovevo capire come ritrovarmi. Una volta ero una persona sempre felice, mi svegliavo, mi alzavo felice! Ero una persona che eccelleva nel lavoro. E poi è successo questo. E tutto è diventato difficile e dovevo riflettere su tutto e pianificare. E la mia vita non mi apparteneva in quel momento e io volevo, volevo solo distruggere tutto e ricominciare, buttar via tutto e trovare una vita adatta a com’ero diventata. Ma adesso comincio a capire di nuovo chi sono. Ho dovuto rinunciare a diverse cose, ma ho imparato che non mi serve molto. Non mi serve molto per essere felice. Non mi servono nemmeno due gambe, però so che ho bisogno di te. Ho bisogno di Sofia e ho bisogno di te. E ho paura adesso che ho capito tutto questo di averti spinta a rinunciare a me. Arizona, 10.15

  • Forse è perché quando vediamo quanto poco ci serve per sopravvivere, ci rendiamo conto del potere che abbiamo in realtà, nello spogliarci di tutto, restare solo con ciò che ci serve. Nel conservare solo ciò di cui non possiamo fare a meno, ciò che ci serve, non solo per sopravvivere, ma per stare bene. VFC Meredith, 10.15
  • C’è una particolare fase del parto che è la parte più dura. Si chiama “stadio di transizione”. Hai spinto tanto e a lungo e sei esausto, stremato e dopo tanta fatica, non hai risultati. Durante la fase di transizione sembra di non poter più andare avanti, ma è solo perché ci sei quasi. VFC Meredith, 10.16
  • Non voglio i tuoi soldi, voglio te! Un pre-matrimoniale serve in caso di divorzio e noi non divorzieremo, perciò non importa. April, 10.16
  • Ci sono più cellule nervose nel cervello che esseri umani sulla terra. Derek, 10.16
  • Se abbiamo un regolamento che soffoca l’innovazione ci fermiamo ancor prima di iniziare. Derek, 10.16
  • La transizione è movimento, da una fase della vita a un’altra del tutto nuova. E può sembrare un tunnel lungo, buio e spaventoso. Ma si deve uscire dall’altra parte. Perché quello che ti aspetta là fuori, potrebbe essere glorioso. VFC Meredith, 10.16
  • Sai chi sei? Capisci che cosa ti è successo? Vuoi vivere in questo modo? Basta una persona, un paziente, un momento per cambiare la tua vita per sempre. Per cambiare la tua prospettiva, colorare il tuo pensiero. Un momento può costringerti a riconsiderare tutto quello che credi di sapere. Sai chi sei? Capisci cosa ti è successo? Vuoi vivere in questo modo? Sai chi sei? Capisci che cosa ti è successo? Vuoi vivere in questo modo? VFC Cristina, 10.17
  • Non rinunciare a niente per me. Cristina, 10.17
  • Le persone si toccano il volto circa 18 volte ogni ora di veglia. Questo le espone alle infezioni circa cento volte al giorno. Le infezioni hanno il brutto vizio di approfittare delle nostre abitudini. Si diffondono toccando le porte, le superfici, i tasti degli ascensori, le penne, il bere dallo stesso bicchiere, anche le banconote. Possiamo solo cercare di impedire che si diffondano. Perché quando si diffondono le infezioni vincono. VFC Meredith, 10.18
  • È risaputo che i medici sono i pazienti peggiori. Ignoriamo tutti i sintomi finché non ci accasciamo al suolo. Ci piace pensare di essere di un’altra specie rispetto ai nostri pazienti. Ma nessuno di noi è invincibile. Prima o poi dobbiamo fare i conti con il fatto che siamo esseri umani e che, a volte, anche ai più forti di noi serve aiuto. VFC Meredith, 10.18
  • L’Harper Avery è uno dei più alti riconoscimenti che un chirurgo possa ricevere. Le chiamate per le nominations vengono fatte sempre lo stesso venerdì dello stesso mese alle 8 del mattino, ora della East Coast, 5 del mattino a Seattle. Mia madre ha avuto cinque nominations, quindi, ci sono già passata. Se il telefono squilla, cambia tutto. In un attimo sei una superstar. Se non squilla, non lo so, mia madre era una superstar. Lei ha sempre ricevuto la telefonata. VFC Meredith, 10.19
  • Con i soldi puoi fare delle belle cose al mondo. Alex, 10.19
  • Dubitare è normale. Cristina, 10.19
  • Mia madre non pensava che avrebbe vinto. Pensava che fosse una gara di popolarità e lei non era popolare. Era donna e una ricercatrice e la sua durezza poteva urtare le persone. Si vietava l’idea di vincere perché lo desiderava troppo. E quando hanno pronunciato il nome di mia madre, lei era davvero scioccata. È stata la conferma di tutto il suo duro lavoro e dei suoi sacrifici. È arrivata a casa e mi ha detto che non aveva vinto l’Harper Avery, se l’era guadagnato. VFC Meredith, 10.19
  • La chirurgia è un lavoro da solisti. Ci avviciniamo al tavolo operatorio con il bisturi in mano e procediamo da soli. L’isolamento finisce per definirti perché, anche se sei circondato da un’equipe, tutto dipende dalla tua preparazione, dalle tue scelte, dal tuo acume, dalle tue mani, dal tuo talento. Tutto dipende solo da te. VFC Meredith, 10.20
  • Io sono così dispiaciuta per te. Tu non sai come si possa credere in qualcosa che non puoi toccare o sentire ed è… è così triste. April, 10.20
  • Sei stata fortunata oggi. Non è accaduto niente di grave ma poteva accadere. In quel caso la colpa sarebbe stata tua. Quindi ricorda la sensazione, quell’ “e se”, non il sollievo così eviterai di fare lo stesso errore. Derek, 10.20
  • I chirurghi sono preparati a fare da soli, a veleggiare in solitaria. Dei cani sciolti, fuori e dentro la sala operatoria. Ma la verità è che non siamo mai soli. Siamo in braccio a coloro che sono venuti prima di noi. Siamo fianco a fianco dei colleghi che ci hanno sostenuti, plasmati. Al momento per il quale vive ogni chirurgo, in cui tutto dipende dalla tua preparazione, dalle tue scelte, dal tuo acume, dalle tue mani, dal tuo talento. In cui tutto dipende da te. VFC Meredith, 10.20
  • Negli ultimi vent’anni uno degli strumenti più preziosi di un medico è l’algoritmo. Il disturbo del tuo paziente va in una scatola e la formula ti aiuta a decidere il da farsi. Ma che succede se il problema non entra in una scatola? Bene, all’improvviso si è soli. Inaspettatamente e tra mille strade da scegliere. VFC Meredith, 10.21
  • Certo che voglio che resti, ma sembra un’opportunità di lavoro incredibile e hai ragione. Sei già rimasto una volta per me e non voglio che tu lo faccia di nuovo. Se vuoi andare devi andare. Ma non per qualcosa che dico o non dico. Devi andare perché pensi che sia la cosa migliore per te, perché sei emozionato per quel lavoro e pronto a fare cose grandiose. Arizona, 10.21
  • Non si può dare con una mano e togliere con l’altra. Derek, 10.21
  • Allora che cosa fai, come decidi quando resti al buio? Come puoi sapere di non commettere il peggior errore della vita di un altro? Chiudi gli occhi, tieni tutti e tutto lontani da te. E preghi che la tua voce interiore abbia ragione, perché quando hai deciso, non puoi più tornare indietro. VFC Meredith, 10.21
  • Certe volte hai bisogno di partire, di cambiare prospettiva, ma non sempre capisci di aver bisogno di cambiare prospettiva perché, beh, devi cambiare prospettiva per capirlo. È complicato. VFC Meredith, 10.22
  • Quando fai quello che facciamo tu e io, con la dedizione con cui lo facciamo, ti serve una persona disposta a stare a casa e tenere acceso il focolare. Solo così possiamo avere qualcuno accanto. Burke, 10.22
  • Pensi che voglia lavorare per te un’altra volta? Io non ho mai voluto lavorare per te. Volevo diventare te. La cosa migliore che mi sia mai capitata è stata che tu mi abbia abbandonata all’altare e mi abbia costretta a contare solo su di me. Ha reso migliore me e migliore te. Perché farmi venire qui e offrirmi un posto al quale non posso resistere? Mi fai vedere una carota e io dovrei inseguirti finché non me la porterai via? Io non voglio questo posto. Cristina, 10.22
  • Apri gli occhi. Che cosa vedi? Altre possibilità? Questa nuova visione ti dà più speranza? L’obiettivo è questo. Anche se non sempre funziona così. A volte cambiare prospettiva ti fa solo vedere quello che hai perso. VFC Meredith, 10.22
  • Ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria. I pronto soccorso sono aperti per le persone che hanno imparato questa lezione nel modo peggiore. Paracadutisti, toreri, persone con idee audaci che spesso finiscono con ossa rotte e milze spappolate. I chirurghi sono preparati per affrontare le conseguenze delle idee audaci. Noi raccogliamo i pezzi e facciamo del nostro meglio per prenderli e rimetterli insieme. VFC Meredith, 10.23
  • Non tutti sono te. Owen A Cristina, 10.23
  • Controllati prima di rovinarti. Callie, 10.23
  • Se l’avessero licenziata per questo nessuno avrebbe più tratto beneficio dalla terapia che ha fatto a Braden. Lei era disposta a pagarne il prezzo, dottoressa, sapeva che poteva accadere, ma era disposta a rischiare tutto per salvare quel bambino. Se non fossi pronta a fare lo stesso che medico sarei? E poi, potrei non essere qui l’anno prossimo perciò ho corso il rischio. Era il quadro generale il mio punto di vista. Edwards, 10.23
  • Non lasciarmi prima di lasciarmi. Owen, 10.23
  • Il problema delle decisioni audaci è che ti spaventano. Possono finire in lacrime e ossa rotte. E per questa ragione sono così emozionanti. VFC Meredith, 10.23
  • Che può saperne? È un idiota, per quanto ne sa potrebbe essere il giorno peggiore della sua vita. uno dice: “chissà, magari vado sotto a un autobus domani”. Sembra molto improbabile, finché un tuo amico non va davvero sotto a un autobus. Il punto è che non sai mai come sarà la giornata.  VFC Cristina, 10.24
  • Non ci preoccupiamo se non siamo sicuri di doverci preoccupare. Owen, 10.24
  • April, ci saranno sempre persone stupide, ci saranno sempre incidenti, ma non è questo a sconfiggerti. È la paura. Catherine, 10.24
  • È solo così che si cambia il mondo, tesoro, con le brave persone che crescono bene i propri figli. Catherine, 10.24
  •  Non fare l’eroina. Tu sei la mia persona. Ho bisogno di te viva. Tu mi rendi coraggiosa. Cristina A Meredith, 10.24
  • Tu sei un chirurgo di talento con una mente speciale. Non lasciare che i suoi desideri eclissino i tuoi. Lui è un sognatore, ma non è lui il sole. Il sole sei tu. Cristina A Meredith, 10.24
  • Ogni volta che pensiamo di conoscere il futuro, anche per un secondo, il futuro cambia. A volte il futuro cambia in fretta e completamente. E possiamo solo scegliere cosa fare dopo. Possiamo scegliere di averne paura, restare lì a tremare, immobili. E immaginare che può capitare il peggio.  O possiamo fare un passo avanti, verso l’ignoto. E immaginare che sarà stupendo. VFC Cristina, 10.24

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.