Aforismi

Sherlock Stagione 2 (2012)

  • Un investigatore privato non vuole un’immagine pubblica. –Holmes, 2.01, Scandalo A Belgravia
  • Io non accetto clienti anonimi. Sono abituato a risolvere un mistero per caso, due richiedono troppo lavoro. –Holmes, 2.01, Scandalo A Belgravia
  • – Posso servirti? –Mycroft A Harry

– E con questo riassumi un’intera infanzia. –Holmes, 2.01, Scandalo A Belgravia

  • Non mi interessano le notizie frivole. –Holmes, 2.01, Scandalo A Belgravia
  • Il sesso non mi spaventa mai. –Holmes, 2.01, Scandalo A Belgravia
  • Come miss Adler ricorda nel suo sito: “sappilo quando vieni colpito.” –Holmes, 2.01, Scandalo A Belgravia
  • La prova era sotto al tuo naso, John, tu guardi ma non osservi. –Holmes, 2.01, Scandalo A Belgravia
  • Io ti picchierei sempre quando parli, ma di solito lascio stare. –Watson, 2.01, Scandalo A Belgravia
  • È difficile ricordarsi un alias quando ci si spaventa, non è vero? –Irene Adler, 2.01, Scandalo A Belgravia
  • – Sa qual è il problema con i travestimenti, signor Holmes? Per quanto ci si provi è sempre un autoritratto. –Irene Adler

– Pensava fossi un parroco sanguinante? –Holmes

– No, ma lei è ferito, vaneggia e crede in un potere superiore, che nel suo caso è lei. E qualcuno le vuole bene. Dovendole dare un pugno in faccia, anch’io avrei evitato il naso. –Irene Adler, 2.01, Scandalo A Belgravia

  • L’intelligenza è molto sexy. –Irene Adler, 2.01, Scandalo A Belgravia
  • I rumori sono importanti, i rumori ci dicono tutto, ad esempio… Grazie. Al suono di un allarme una madre guarderebbe verso il figlio. Il fuoco evidenzia sempre le nostre priorità. –Holmes, 2.01, Scandalo A Belgravia
  • Sono convinto che ha disabilitato tutti i tipi di connessione. Se ciò che c’è nel telefonino non fosse unico, non potrebbe venderlo. –Holmes, 2.01, Scandalo A Belgravia
  • La famiglia è tutto quello che abbiamo, Mycroft Holmes. –Signora Hudson, 2.01, Scandalo A Belgravia
  • Lasciamo qualcosa all’immaginazione. –Holmes, 2.01, Scandalo A Belgravia
  • Ho visto che hai un nuovo ragazzo e che fai sul serio. Lo vedi stasera stessa e gli porti anche un regalo. Oh, andiamo, avrai notato il regalo in cima alla busta. Una confezione perfetta, invece gli altri li ha fatti in fretta. È per una persona speciale. Il colore è uguale al rossetto. O è un’associazione inconscia o forse cerca di incoraggiarlo. In ogni caso la signorina Hooper è innamorata e il regalo lascia pensare che questa volta faccia sul serio. Il che fa presagire speranze a lungo termine. È evidente che lo vedrà stasera dal trucco e dall’abbigliamento, per compensare le dimensioni delle labbra e del seno. –Holmes, 2.01, Scandalo A Belgravia
  • Tutte le vite finiscono. I cuori vengono spezzati. Soffrire non è un vantaggio, Sherlock. –Mycroft, 2.01, Scandalo A Belgravia
  • È Sherlock, non possiamo sapere cos’ha nella sua folle testa. –Signora Hudson, 2.01, Scandalo A Belgravia
  • Sherlock risponde, invece, a tutto. È il signor “ultima parola”. Lui vivrà più a lungo di Dio pur di avere l’ultima parola. –Watson, 2.01, Scandalo A Belgravia
  • Tutti facciamo cose sciocche. –Molly, 2.01, Scandalo A Belgravia
  • Mi sono fatta strada nel mondo, sono pericolosa. Voglio che le persone stiano con me esattamente quando io ne ho bisogno. –Irene Adler, 2.01, Scandalo A Belgravia
  • La ruota gira, non succede nulla di nuovo. –Holmes, 2.01, Scandalo A Belgravia
  • [Moriarty] Mi ha dato utili consigli su come i fratelli Holmes si possano ingannare. Sa come vi chiama? L’uomo di ghiaccio e il verginello. –Irene Adler, 2.01, Scandalo A Belgravia
  • – Si è fatta trascinare. Il gioco era troppo elaborato. Si stava divertendo troppo. –Homes

– Per me non esiste la parola “troppo”. –Irene Adler

– Godersi il brivido della caccia va bene. Desiderare la distrazione del gioco lo posso capire. Ma i sentimenti? I sentimenti sono un difetto chimico della parte che perde. –Holmes

– Sentimenti? Di cosa sta parlando? –Irene Adler

– Di lei. –Holmes

– Oh santo cielo! Ma che povero uomo. Davvero credeva che fossi interessata a lei? Perché? Perché lei è il grande Sherlock Holmes, il detective con il cappello buffo? –Irene Adler

– No, perché le ho preso il polso. Accelerato, le sue pupille dilatate. Immagino che Watson pensi che l’amore sia un mistero per me, ma la chimica è molto semplice e davvero distruttiva. Quando ci siamo conosciuti ha detto che il travestimento è un autoritratto. Il codice della cassaforte erano le sue misure. Questo è molto più intimo, questo è il suo cuore. Non dovrebbe permettere che guidi la sua testa. Avrebbe potuto scegliere numeri a caso e andarsene con tutti i suoi segreti. Ma non ha saputo resistere, non è vero? Ho sempre sostenuto che l’amore fosse uno svantaggio pericoloso, grazie per avermene dato prova. –Holmes

– Tutto quello che ho detto non è reale. Stavo solo facendo il mio gioco. –Irene Adler

– Lo so e questa è la sua sconfitta. –Holmes

– I AM S H E R LOCKED –2.01, Scandalo A Belgravia

  • – Mio fratello ha il cervello di uno scienziato o di un filosofo, eppure ha deciso di fare il detective. Cosa possiamo dedurre riguardo al suo cuore? –Mycroft

– Non lo so. –Watson

– Neanch’io. –Mycroft, 2.01, Scandalo A Belgravia

  • – Oh, John, non sai quanto ti invidio! –Holmes

– Tu mi invidi? –Watson

– La tua mente è così tranquilla, praticamente inutilizzata. La mia è un motore da corsa fuori controllo, un razzo che va in pezzi intrappolato nella sua rampa di lancio. Mi serve un caso! –Holmes, 2.02, I Mastini Di Baskerville

  • – Questo caso o il Cluedo. –Holmes

– Ah, ah, no! Io non ci gioco più con te! –Watson

– Perché no? –Holmes

– Perché non è possibile che la vittima si uccida da sola, Sherlock. –Watson

– È l’unica soluzione possibile! –Holmes

– È contro le regole! –Watson

– E allora le regole sono sbagliate! –Holmes, 2.02, I Mastini Di Baskerville

  • Fai con comodo, ma sbrigati. –Holmes, 2.02, I Mastini Di Baskerville
  • Una guerra finisce un’altra comincia. –Caporale Lyons, 2.02, I Mastini Di Baskerville
  • Quelli che dicono che non esistono le coincidenze che vita noiosa devono avere. –Holmes, 2.02, I Mastini Di Baskerville
  • “Liberty in death”, libertà nella morte, l’unica vera libertà. –Holmes, 2.02, I Mastini Di Baskerville
  • Se là fuori c’é un mostro, John, c’è solo una cosa da fare: scoprire dove vive. –Holmes, 2.02, I Mastini Di Baskerville
  • – Resta legato ai fatti, sì, attieniti ai fatti. –Watson

– Se si esclude l’impossibile ciò che resta, per quanto improbabile, è pur sempre possibile. –Holmes

– Che significa? –Watson

– Guardami, ho paura, John. Ho paura. –Holmes

– Sherlock… –Watson

– Io sono stato sempre in grado di rimanere distaccato dai sentimenti, ma ora guarda: il corpo mi tradisce. Interessanti le emozioni. Il granello sulla lente, il bastone tra le ruote. –Holmes, 2.02, I Mastini Di Baskerville

  • Si è pazzi solo quando si sbaglia. –Louise Mortimer, 2.02, I Mastini Di Baskerville
  • Le battute non ti si addicono, resta sul ghiaccio. –Watson, 2.02, I Mastini Di Baskerville
  • C’è molto di più, John: il dubbio, ho provato il dubbio. Mi ero sempre fidato dei miei sensi, mi ero sempre fidato dei miei occhi fino a ieri sera. –Holmes, 2.02, I Mastini Di Baskerville
  • John! Tu sei incredibile, sei fantastico! Non sarai la persona più brillante al mondo, ma come portatore di luce sei imbattibile. Alcune persone non hanno il genio, ma la capacità di stimolare quello degli altri. –Holmes, 2.02, I Mastini Di Baskerville
  • Qualunque cosa immaginiate, qualcuno da qualche parte la sta sperimentando. È logico. –Stapleton, 2.02, I Mastini Di Baskerville
  • Uscite, devo entrare nel mio palazzo mentale. –Holmes, 2.02, I Mastini Di Baskerville
  • Abbiamo visto ciò che la nostra mente drogata voleva che vedessimo: paura e impulsi, ecco come funziona. Ma lì non c’era alcun mostro. –Holmes, 2.02, I Mastini Di Baskerville
  • Conoscevo i suoi effetti su una mente superiore, dovevo verificarli su una mente normale. Sai cosa voglio dire. –Holmes, 2.02, I Mastini Di Baskerville
  • – Tutti ne hanno uno. –Watson

– Di che cosa? –Holmes

– Di soprannome da tabloid. –Watson, 2.03, Le Cascate Di Reichenbach

  • – Ti da così fastidio? –Holmes

– Cosa? –Watson

– Quello che dicono. –Holmes

– Sì. –Watson

– Parlano di me, non capisco perché infastidisca te. –Holmes, 2.03, Le Cascate Di Reichenbach

  • – Un caso urgente, eh? –Watson
  • – Lo sono tutti finché non li risolvi. –Holmes, 2.03, Le Cascate Di Reichenbach
  • Sarò come sono sempre. –Holmes, 2.03, Le Cascate Di Reichenbach
  • Ci sono due tipi di fan: prendimi prima che uccida ancora, tipo A; la sua stanza è a una corsa di taxi da qui [tipo B]. –Holmes, 2.03, Le Cascate Di Reichenbach
  • Se lei è brava non le occorre un’intervista, leggerà ciò che le serve. –Holmes, 2.03, Le Cascate Di Reichenbach
  • La mia intelligenza non ha l’interruttore. –Holmes, 2.03, Le Cascate Di Reichenbach
  • In tutte le fiabe c’è bisogno di un vero cattivo. Hai bisogno di me o non sei niente. –Moriarty, 2.03, Le Cascate Di Reichenbach
  • Ogni persona ha il suo punto debole: qualcuno che vuole proteggere. –Moriarty, 2.03, Le Cascate Di Reichenbach
  • – Vuoi che dica quello che già sai? –Holmes

– No, voglio che mi dimostri di saperlo. –Moriarty, 2.03, Le Cascate Di Reichenbach

  • In un mondo di porte chiuse, l’uomo che possiede le chiavi è il re. –Moriarty, 2.03, Le Cascate Di Reichenbach
  • Comincerà molto presto, Sherlock, la caduta, ma non temere. Cadere è come volare, ma una volta arrivato non cambi destinazione. –Moriarty, 2.03, Le Cascate Di Reichenbach
  • Le tradizioni, John, sono le tradizioni a definirci. –Mycroft, 2.03, Le Cascate Di Reichenbach
  • Tutti entrano dappertutto se si trova il momento giusto. –Holmes, 2.03, Le Cascate Di Reichenbach
  • La suola di una scarpa è come un passaporto, ci potrà dire tutto ciò che fa. –Holmes, 2.03, Le Cascate Di Reichenbach
  • Io so che vuol dire essere triste quando pensi che nessuno ti veda. –Molly, 2.03, Le Cascate Di Reichenbach
  • – Tutto ok? –Watson

– Sto riflettendo. Questo taxi è mio, sali sul prossimo. –Holmes

– Perché? –Watson

– Mi parleresti. –Holmes, 2.03, Le Cascate Di Reichenbach

  • Gli oggetti si muovono, ma la polvere, la polvere è eloquente. –Holmes, 2.03, Le Cascate Di Reichenbach
  • Moriarty è astuto. Ti ha messo questo dubbio nella testa, un piccolo tarlo, ma bisogna essere forti per resistere. Non puoi uccidere un’idea, è vero? Non quando ormai ha preso posto qui [nella testa]. –Holmes, 2.03, Le Cascate Di Reichenbach
  • – Non mi interessa cosa pensano gli altri. –Holmes

– Ti interesserebbe se pensassero che sei stupido o in errore. –Watson

– No, sarebbero loro stupidi o in errore. –Holmes, 2.03, Le Cascate Di Reichenbach

  • Tutti vogliono crederci, ecco perché è ingegnoso. La menzogna è preferibile alla verità. –Holmes, 2.03, Le Cascate Di Reichenbach
  • Nessuno si fida di una voce al telefono. –Holmes, 2.03, Le Cascate Di Reichenbach
  • Cosa fai quando vendi una menzogna? L’avvolgi nella verità per essere credibile. –Holmes, 2.03, Le Cascate Di Reichenbach
  • Se non fossi quello che tu credi che io sia, quello che io credo di essere, vorresti comunque aiutarmi? –Holmes, 2.03, Le Cascate Di Reichenbach
  • – Tu dovresti… Al diavolo. Al diavolo. Rimani qui se vuoi. Da solo! –Watson

– È l’unico modo che ho per proteggermi. –Holmes

– No, gli amici ti proteggono. –Watson, 2.03, Le Cascate Di Reichenbach

  • Sapevo che avresti abboccato, è la tua debolezza. Vuoi che tutto sia intelligente. –Moriarty, 2.03, Le Cascate Di Reichenbach
  • – Io non sono come mio fratello, ricordi? Io sono come te. Pronto a fare qualunque cosa, pronto a bruciare, pronto a fare ciò che le persone comuni non farebbero. Vuoi che ti stringa la mano all’inferno? Io di certo non ti deluderò. –Holmes

– No, fai solo lo sbruffone. No. Sei così ordinario. Sei una persona ordinaria dalla parte degli angeli. –Moriarty

– Oh, sarò anche dalla parte degli angeli, ma non pensare neanche un secondo che io sia uno di loro, Moriarty. –Holmes, 2.03, Le Cascate Di Reichenbach

  • Ok, tu una volta mi hai detto che non eri un eroe. A volte non sembravi umano, ma ti voglio dire una cosa. Tu eri l’uomo migliore, l’essere umano più umano che abbia incontrato e nessuno mi convincerà che tu mi abbia mentito. È così. Ecco. Bene, allora. Ero solo come un cane e ti devo moltissimo. Ti prego, c’è ancora una cosa, un’ultima cosa, un ultimo miracolo, Sherlock, per me. Non essere morto. Potresti farlo per me? Voglio che la smetti, smetti questa farsa. –Watson, 2.03, Le Cascate Di Reichenbach
  • Holmes affronta uno dei suoi più acerrimi nemici che veste i panni dell’amore, e cioè Irene Adler, una straordinaria dominatrice, un’ardita professionista, estremamente indipendente, fiera, intelligente e piena di risorse. –Benedict Cumberbatch, I Segreti Di Sherlock
  • Moriarty, in un certo senso, trasforma Sherlock Holmes in un eroe, grazie a lui Holmes trova il suo posto nel mondo. –Steven Moffat, I Segreti Di Sherlock
  • Visto che abbiamo osato farne una versione nuova, abbiamo voluto dire a chi conosce l’originale: “tutto il resto è incredibilmente autentico. Non troverete mai una versione più ossessivamente autentica di questa, perché è opera di due sfigati.” –Steven Moffat, I Segreti Di Sherlock

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.