Aforismi

Scrubs Stagione 2 (2002-2003)

  • La vita d’ospedale è fatta di alti e bassi. Ad esempio: i miei pantaloni di ricambio sono di un altro colore, ma ho messo le mutande nel microonde per asciugarle e sono belle calde. –VFC J.D., 2.01
  • Non basta ribadire quello che è ovvio. Devi andare più a fondo. –Carla, 2.01
  • Per quanto grande possa essere un ospedale, finisci sempre per incontrare tutti. –VFC J.D., 2.01
  • È strano, a volte basta non fare niente e le cose si aggiustano da sole. –VFC J.D., 2.01
  • Sembra insensibile ma, gli ospedali, a volte, sono molto noiosi. Quindi se un poliziotto ha un incidente con un cattivone a cui dà la caccia, bè, vai su di giri. –VFC J.D., 2.02
  • Non c’è niente come la sensazione di avere davvero la situazione in mano. –VFC J.D., 2.02
  • È incredibile come in certi momenti credi di sapere quello che vuoi. E un attimo dopo tutto è cambiato. –VFC J.D., 2.02
  • A volte prendere una decisione significa essere a metà dell’opera. –VFC J.D., 2.02
  • Nei momenti della verità riveliamo sempre chi siamo realmente. –VFC J.D., 2.02
  • A volte siamo i peggiori nemici di noi stessi. E a volte siamo all’altezza della situazione. Anche se sappiamo che domattina noi tre torneremo ad essere le persone più sottovalutate di tutto l’ospedale. –VFC J.D., 2.02
  • Quando fai vita sociale e passi molto tempo insieme, succedono cose strane se ti ritrovi a corto di argomenti. Possono calare silenzi molto imbarazzanti. Che però non sono nulla paragonati a quelli sul lavoro. –VFC J.D., 2.03
  • La mamma smamma se la brocca trabocca. –Cox, 2.03
  • La voglia imbroglia. –D., 2.03
  • La vita dell’ospedale può riservare molte sorprese: alcune ricorrenti, come dimenticare qualcosa che ti era stato assegnato; altre imprevedibili, al punto che tutto il resto passa in secondo piano. Altre ancora ti lasciano senza parole. –VFC J.D., 2.03
  • Non c’è niente di male a piegarsi al gioco ogni tanto. –D., 2.03
  • Penso che la vita sia condizionata dalle scelte che si fanno mano a mano che si va avanti. Tipo quella di ribellarsi a un superiore; quella di mettere a fuoco le cose che si hanno in comune invece del contrario; o di permettere a qualcuno di aiutarti una volta tanto. L’importante è credere nelle proprie convinzioni e restare sempre con i piedi per terra. –VFC J.D., 2.03
  • Se mangi la ciccia ci lasci la pellaccia. –D., 2.04
  • In alcune squadre c’è sempre un po’ d’attrito. Mentre ci sono squadre che… beh, non esistono proprio. –VFC J.D., 2.04
  • Immagino che dopo un po’ la gente smetta di stupirci. –VFC J.D., 2.04
  • A mensa succede di tutto: può capitare che ci si scordi di pagare il conto; o di riuscire finalmente a farsi notare da qualcuno; o di guadagnarsi la fiducia di una persona amica in modo inaspettato. La mensa è proprio un’isola felice. –VFC J.D., 2.04
  • Decidi tu chi dovrà andare, così quando avrai scelto te stesso, non mi angoscerai più con tutti i tuoi sensi di colpa. –Kelso, 2.04
  • Te l’avevo detto quanto fosse difficile per me abbassare la guardia e tu ci hai messo un attimo a tradirmi! Non accadrà più. –Carla, 2.04
  • Le persone sbagliano e quando succede, non ti farebbe male mostrare un po’ di comprensione. –D., 2.04
  • Penso che ogni giorno sia fatto di tante piccole prove. A volte viene messo alla prova il nostro carattere. A volte la nostra fermezza. A volte il nostro senso dell’amicizia. E, se siete fortunati, nel momento decisivo ne uscirete vincenti. –VFC J.D., 2.04
  • Il lavoro sembra diverso ora che sono assistente di ruolo. Mi sento più sicuro, più… massì diciamolo, un dottore! –VFC J.D., 2.05
  • Le cose sono cambiate. Abbiamo iniziato ad adattarci alla nuova situazione. Anche gli altri iniziano a guardarti in un altro modo. E soprattutto ci trattiamo con maggiore rispetto reciproco. –VFC J.D., 2.05
  • Mi piace che il signor Blair si fidi di me. È una delle sensazioni più belle per un medico. –VFC J.D., 2.05
  • È solo un camice, tutti possono indossarlo. –Inserviente, 2.05
  • In qualsiasi ospedale tu vada, chirurgia è ancora un club per soli uomini. –VFC J.D., 2.05
  • Proprio quando pensi di aver capito come funziona, viene fuori un nuovo problema. A volte ti arriva dritto addosso. A volte arriva di soppiatto. E a volte ti colpisce laddove non sapevi di essere vulnerabile. –VFC J.D., 2.05
  • Penso che tutto dipenda da come vogliamo essere visti dagli altri. Certi vogliono essere visti come ribelli. Certi vogliono essere visti, punto. Certi pongono limiti al bisogno di difendere la propria immagine. Quanto a me, appena ho smesso di preoccuparmi della mia immagine, ho iniziato ad apparire migliore. –VFC J.D., 2.05
  • Anche gli amici più cari non sempre vanno d’accordo. –VFC J.D., 2.06
  • Trovo poetica l’immagine dell’uomo che si mette su un piedistallo e viene subito ributtato giù nella fetida pozza di disprezzabilità insieme a tutti noi. –Cox, 2.06
  • Qualcuno è mai l’autore di quel che accade ad un altro? –Cox, 2.06
  • Lo vedi il dottor Wren? Sta spiegando ai parenti che qualcosa è andato male e che la paziente è morta. Spiegherà che cosa è accaduto, dirà che gli dispiace, dopodiché tornerà al lavoro. Pensi che qualcun altro in quella stanza tornerà a lavorare oggi? Questo è il motivo del nostro distacco, delle nostre battute. Non si fanno perché è divertente, si fanno per tirare avanti. E, certe volte, perché è divertente. Ma soprattutto per tirare avanti. –Cox, 2.06
  • Non bisogna mai abbandonare il bambino che hai dentro. È il bambino che abbiamo dentro che ci impedisce di impazzire. –VFC J.D., 2.06
  • Un medico impara a usare ogni mezzo pur di evitare ai pazienti nuovi infortuni. Persino i loro video. –VFC J.D., 2.07
  • Non ho tempo ora di fare la lampadina da 100 watt per la tua falena. –Cox, 2.07
  • Sei la cosa migliore che mi sia mai capitata. –Turk, 2.07
  • Mai lasciare a un uomo certi spiragli. –D., 2.07
  • Se è per perdermi in chiacchere mangiando carne scadente posso cenare a casa mia. –Kelso, 2.07
  • Ci sono tante cose che possono prenderti alla sprovvista. A volte anche solo accorgersi che non sei felice come pensavi. A volte una ragazza sexy che si da pacche sul sedere. E a volte quando decidi di correre un rischio e perdi. –VFC J.D., 2.07
  • E ora, a tutti i teorici del “chi vivrà vedrà” presenti qui in aula, se non arrivate al punto in cui avete il coraggio di correre rischi, non sarete mai dei bravi medici. –Kelso, 2.07
  • È incredibile che la gente mi guardi dall’alto in basso perché so fare bene il mio lavoro e perché mi piace farlo! –Carla, 2.07
  • Non voglio arrivare a chiedermi come sarebbe stato, capisci? –Carla, 2.07
  • Forse bisogna decidere cosa siamo disposti a rischiare. Alcuni mettono in gioco i propri sentimenti, altri il proprio futuro. Quanto a me, dovevo imparare a rischiare, punto. Anche se questo significava fare il mio primissimo passo. –VFC J.D., 2.07
  • Un medico passa più di un terzo delle sue notti in ospedale, ma a dirla tutta, non è che si dorma poi molto. Impari ad apprezzare le piccole cose, come svegliarti nel tuo letto. Ovviamente se c’è qualcuno con te è il massimo. Già, non c’è niente di meglio che svegliarsi a casa. –VFC J.D., 2.08
  • Uno assistente medio ha un debito di oltre centomila dollari per i suoi studi e guadagna quanto un cameriere. Quindi deve sbarcare il lunario. Puoi sostituire un collega, o puoi rubare roba dall’ospedale, o puoi fare le notti in un laboratorio pubblico, o puoi rubare della roba, o tuo padre può pagare tutto, o puoi insomma… –VFC J.D., 2.08
  • Di solito non mi piace pensare al futuro. Insomma, ammettiamolo, non si può predire quello che accadrà. Ma a volte, le cose che non ti aspetti sono quelle che vuoi davvero, dopotutto. Forse la cosa migliore è smetterla di pensare a dove sei diretto e goderti dove sei. –VFC J.D., 2.08
  • Se usa la testa e fa i compiti a casa, la medicina, sostanzialmente, è scienza. –D., 2.09
  • Penso che i pazienti siano come i fiocchi di neve: non ce ne sono due uguali. Scommetto che anche la storia dei fiocchi di neve è falsa. –VFC J.D., 2.09
  • Quando si lavora in un ospedale e le cose vanno bene, bisognerebbe godersela finché dura, perché ad ogni angolo c’è qualcosa che può portarti via tutto. Ovviamente, di tanto in tanto, si riesce a farla franca. –VFC J.D., 2.09
  • Arriva il momento in cui non ne puoi più. –VFC J.D., 2.09
  • È così facile vedere i problemi degli altri dall’alto del proprio piedistallo. Ma ti consiglio di stare attenta, perché potresti cadere e ritrovarti a camminare quaggiù con tutti noi. Non so, un giorno potresti intravederti allo specchio, o in uno stagno, o sull’immane cranio luccicante del tuo fidanzato e, fidati, non sarai contenta di quello che vedrai. –Jordan, 2.09
  • È difficile affrontare una verità sgradevole su noi stessi. Penso che l’unica cosa sensata, sia fare un passo nella direzione giusta. Purtroppo è difficile muoversi nella direzione giusta quando hai bruciato il ponte che devi attraversare. –VFC J.D., 2.09
  • È la fortuna. Quello che hai dimenticato. È che a prescindere da quello che sai, alla fine, la fortuna, il fato, Dio, o chissà cosa, finirà sempre col giocare un ruolo più grande di te o di me. È una fortuna che tu abbia visto quel servizio, ed è una sfortuna che al tuo paziente sia andata com’è andata, anche se hai fatto tutto quello che dovevi. E, sappi, che l’hai fatto. –Cox, 2.09
  • A volte l’ospedale sembra quasi un mostro famelico che si ciba della nostra vita privata. Influisce su ognuno di noi. Il mostro uccide tutto ciò che è bello, tutto. –VFC J.D., 2.10
  • Non si può mai sapere come il mostro ci assalirà: a volte ti succhia tanta energia da non sopportare l’idea di dover pensare anche alle persone che ti aspettano a casa, a volte ti trascina via nel momento peggiore, a volte ti porta via anche il tetto sopra la testa e a volte il mostro si porta via qualcosa che non avresti mai creduto di poter perdere: la voglia. –VFC J.D., 2.10
  • È tipicamente maschile saper dire la cosa giusta nel momento cruciale. Ma a volte la risposta peggiore che può dare un uomo è il silenzio. –VFC J.D., 2.10
  • Chi direbbe mai che un cliché possa avviare una conversazione? –VFC J.D., 2.10
  • Capisco che vuoi dimostrare che sei in grado di cavartela da sola, ma non devi dimostrarlo a me. –D., 2.10
  • In fondo penso che il mostro ci sarà sempre. Il segreto è non dargliela vinta e, a volte, questo significa lasciare che un amico ti aiuti. –VFC J.D., 2.10
  • Sbagliato o no, la cosa bella del sesso è che ti mette sempre di buon umore. Mette di buon umore anche la gente che ti sta intorno. –VFC J.D., 2.11
  • Elliot, siamo adulti. Non penso che dovremo scusarci perché ci piace quello che facciamo. –D., 2.11
  • È tremendo prendersi una strigliata, soprattutto quando la colpa è di qualcun altro. –VFC J.D., 2.11
  • Da queste parti le cose si mettono male in un lampo. Lavorando in un mondo di incertezze, è fantastico trovare a casa qualcosa su cui contare. –VFC J.D., 2.11
  • Realizzare certe cose ti blocca. O può portarti in nuove direzioni. –VFC J.D., 2.11
  • È buffo quando siamo costretti a vederci sotto una nuova luce. Si spera di vedersi in tempo per poter cambiare e si spera di essere compresi per questo. A volte la nuova luce ti apre gli occhi su qualcosa che nel tuo cuore hai sempre saputo. –VFC J.D., 2.11
  • A volte quando siamo depressi ce la prendiamo con la persona sbagliata. –VFC J.D., 2.12
  • – Siamo dei medici, insomma, questo fa parte del gioco, ci sono pazienti che non riescono a dire tutta la verità. –D.

– Sarà, ma non capisco perché mentano. –Turk

– Non lo so, forse perché sono orgogliosi, o perché sono spaventati. Forse perché dire la verità li fa sentire troppo vulnerabili. –J.D., 2.12

  • Ho solo qualche certezza nella vita. E i fiori vanno bene in qualunque occasione. E niente è più importante che trovare il tempo per una vecchia amica. Specialmente se la vecchia amica ha visto giorni migliori. Perché anche se essere soltanto amici ti spezza il cuore, quando vuoi veramente bene a una persona incassi il colpo. –VFC J.D., 2.12
  • I giorni cominciano quasi tutti nello stesso modo, ma ci sono dei giorni che… –VFC J.D., 2.13
  • È dura essere donna in uno spogliatoio misto. –VFC J.D., 2.13
  • A volte trovare le parole è difficile. A volte trovare le parole è facile. A volte trovare le parole è impossibile, ma alla fine bisogna stringere i denti e dire la verità. Un medico si abitua a tutta questa storia dell’equilibrio: al fatto che qualcuno viva, qualcuno muoia e tutto si pareggi. Però non sembra giusto quando accade all’interno della stessa famiglia. –VFC J.D., 2.13
  • La morte è sempre in agguato in questo ospedale. In fin dei conti tutto dipende da come la si affronta. –VFC J.D., 2.13
  • A volte la mia teoria sull’equilibrio tra vita e morte in ospedale non si dimostra vera. Esistono i colpi di fortuna. –VFC J.D., 2.13
  • Capita spesso in ospedale di sentirsi solo su un’isola. Può succedere perché non riesci in alcun modo a prendere una decisione importante, o perché aspetti una risposta, o perché conosci un segreto che non vorresti sapere. Io mi ritrovavo su quell’isola perché qualcuno mi ci aveva messo. –VFC J.D., 2.14
  • Non è sempre facile fare la cosa giusta, anteporre i sentimenti altrui ai propri, anche se contrastano con quello che vuoi. Ovviamente ci sono delle conseguenze. Anche se fai la cosa giusta non è detto che le cose andranno per il verso giusto. –VFC J.D., 2.14
  • Devi saper fiaccare lo spirito di chi ami. –Turk, 2.15
  • Lascia il cicaleccio alle cicale, ragazzone. –Kelso, 2.15
  • Ci sono milioni di motivi per cui un rapporto può andare a monte. Forse perché non hai le palle per farlo funzionare. Oppure perché sei stufo marcio di fare i salti mortali. Prima o poi, mollano tutti. –VFC Cox, 2.15
  • Inizio a credere che se mi amasse davvero, lo saprei adesso. Devo fare un passo indietro e proteggermi, se non voglio soffrire. –Turk, 2.15
  • Il problema sei tu. Il fatto è che tu non sei capace di impegnarti perché significherebbe abbandonare tutte le fantasie d’amore inappagate che hai coltivato andando a vedere troppi film con Meg Ryan. È che gli uomini non risolvono tutti i problemi, sono esseri umani. E non devi punirlo perché tu sei cresciuta in fretta e non hai mai imparato ad abbandonarti a qualcuno. Lui non è tuo padre, chiaro? E poi non è detto che sparisca alla prima difficoltà. E anche se può farti molta paura essere davvero vulnerabile con un’altra persona, la cosa più spaventosa è che dentro di te, tu sai che quest’uomo l’hai scelto. E che se scappi da lui adesso, scappi dalla persona che avresti sempre desiderato diventare. –Carla, 2.15
  • A volte nella vita devi fare quello che devi. –Inserviente, 2.15
  • Alla fine tutto si riduce a una questione di tempismo. A volte hai solo un momento per decidere. E, se il momento è giusto e a te sta bene, non fartelo sfuggire. La mancanza di tempismo può rovinare tutto. –VFC J.D., 2.15
  • In ospedale ti abitui a vedere molte cose orribili. –VFC J.D., 2.16
  • Noi medici siamo dei buontemponi. –VFC J.D., 2.16
  • Credo che con gli uomini sia consigliabile tenere duro finchè non hanno investito abbastanza da non poter scappare. –Carla, 2.16
  • Spesso è difficile prevedere le reazioni di una persona. Altre volte, la gente reagisce esattamente come prevedevi. –VFC J.D., 2.16
  • Non esiste lo Shangri-La, sai? I rapporti di coppia sono un gran casino. Il rapporto perfetto è quello che regge quando le cose non vanno. –Carla, 2.16
  • Sarò troppo New Age, ma penso che il Karma abbia una forza potente. Perché sinceramente penso che se c’è del cattivo Karma in arrivo, non hai scampo. Forse Karma vuol dire agire correttamente, o semplicemente essere quello che si è. In ogni caso, c’è di che riflettere. –VFC J.D., 2.16
  • In un ospedale ci sono tanti modi di combattere la noia. –VFC J.D., 2.17
  • Nelle situazioni imbarazzanti, a volte la cosa migliore è sognare ad occhi aperti. –VFC J.D., 2.17
  • Ognuno affronta i problemi a modo suo: c’è chi se la prende con gli altri, chi finisce col prendersela con sé stesso e c’è chi preferisce nascondersi. Sfortunatamente però, non funziona mai. –VFC J.D., 2.17
  • Da queste parti devi accontentarti delle piccole vittorie. Puoi vincere le tue insicurezze, o la sicurezza può vincere su di te, comunque sia, quello che conta è scegliere le proprie battaglie. –VFC J.D., 2.17
  • Ho sempre pensato che più una coppia è rodata più le cose vanno meglio. Ma forse è più facile essere una coppia agli inizi, perché non sai ancora cosa ti aspetta. Alla fine, la cosa più sicura per una coppia è stabilire una routine. –VFC J.D., 2.18
  • Sono sempre tutti pronti a darti dei consigli, anche se magari sono più incasinati di te. Sia che stiano per mollarsi a causa di uno snack, o che debbano subire una lavanda gastrica, o che stiano tentando di attirare l’attenzione. –VFC J.D., 2.18
  • Figliuolo, il personale di un ospedale è come un piccolo mondo, dobbiamo rispettarci l’un l’altro. –Kelso, 2.18
  • È strano scoprire come possa mancarti una persona che conosci appena. –VFC J.D., 2.18
  • Sarò sincero. Il mio unico motivo di conforto, ragazzi, quando sono a casa mia e fisso il soffitto, sognando di avere vicino qualcuno con cui parlare, è sapere che nessuno di voi, idioti, si rende conto di quanto è fortunato! –D., 2.18
  • Non credo che le persone siano fatte per stare sole. È per questo che se trovi qualcuno a cui tieni sul serio, devi lasciar perdere le cose di poco conto. Anche se magari non riesci a mollare del tutto. Perché niente è peggio che sentirsi soli, pur avendo un sacco di persone attorno. –VFC J.D., 2.18
  • Certe cose non cambiano mai. Come la stupida idea che gli assistenti di chirurgia sono migliori di quelli di medicina. Entrare in ospedale da chirurgo è tutta un’altra cosa. –VFC J.D., 2.19
  • Su di me le offese rimbalzano e poi tornano al mittente. –Ted, 2.19
  • Ammetto che è bello sentirsi accettato. –VFC J.D., 2.19
  • A volte le circostanze, tuo malgrado, ti coinvolgono. E quando questo accade non sai che fare. E non sai che dire. Ma se le cose vanno bene, bisogna godersele e basta. –VFC J.D., 2.19
  • A tutti piacerebbe credere che è possibile diventare un’altra persona e cambiare il modo in cui ci vedono gli altri. A volte i cambiamenti non durano a lungo. E quando avvengono ti possono mancare le cose che avevi, magari solo un po’. –VFC J.D., 2.19
  • Qui si rifugiano tutti nel proprio mondo. Chi si organizza la giornata, chi cerca di realizzare le sue più recondite fantasie, chi cerca di abituarsi alle sue scarpe nuove e, come sempre, fa a pezzi la sua vittima. –VFC J.D., 2.20
  • – Sei diventato un esperto di look, Ted? Ma ti sei guardato allo specchio? –Kelso

– Non di recente, ma quando lo faccio, vedo riflesso il successo. –Ted, 2.20

  • Ma alla fine tutti pensano soltanto a se stessi. –VFC J.D., 2.20
  • Ogni buona relazione si basa sulla comunicazione. Se non si è onesti, prima o poi, la verità viene a galla. E se non sei onesto, alla fine, verrai scoperto. –VFC J.D., 2.20
  • A volte una persona te ne fa venire in mente un’altra. –VFC J.D., 2.20
  • Quando esci con una donna che ha appena perso il marito dopo due anni di coma, non puoi evitare di avere dei dubbi sul rapporto. Non ti resta che essere uomo e affrontare questi dubbi a testa alta. –VFC J.D., 2.21
  • L’aspetto più duro del lavoro in ospedale è che qualsiasi cosa ti succeda nella vita, devi riprendere subito la routine. –VFC J.D., 2.21
  • In una settimana possono cambiare molte cose. –VFC J.D., 2.21
  • Come si fa a tirare avanti senza la mamma? –Carla, 2.21
  • Come medico impari a prendere decisioni in fretta. –VFC J.D., 2.21
  • È completamente normale, nei rapporti bisogna prendere le cose come vengono, anche se ti colgono di sorpresa. –VFC J.D., 2.21
  • A volte ci vuole un prete per impedirti di fare un grosso errore. –VFC J.D., 2.21
  • Penso che i rapporti possano essere definiti dai grandi momenti che non viviamo mai. O dalle piccole cose che facciamo. Ma superati i drammi, alla fine è piuttosto semplice. Non dobbiamo fare altro che ciò che serve per renderla felice. –VFC J.D., 2.21
  • Non ho controllato l’ultimo contratto infermieri, ma dubito che ci sia scritto: “fatti vivo quando diavolo vuoi, prego!” –Kelso, 2.22
  • Quanto a noi, eravamo alla fine del secondo anno e ogni giorno iniziava a sembrarci uguale all’altro. In fondo, fare l’assistente si riduce a un pugno di compiti: scartoffie, le tre prescrizioni buone per ogni paziente, scartoffie, monotonia anestetizzante e, ovviamente, scartoffie. –VFC J.D., 2.22
  • Durante il nostro lavoro succede di affrontare degli imprevisti. Come qualcuno che non accetta rifiuti. O di sentirsi profondamente scossi. Ovviamente a volte, tocca muoversi su terreni scivolosi. –VFC J.D., 2.22
  • Noi siamo medici perché abbiamo un desiderio innato di aiutare il prossimo. E tu devi realizzare quel desiderio, perché sei solo al secondo anno e non vedi ancora la luce alla fine del tunnel. Quindi occorre perseveranza e fermezza e sacrificio. Tuttalpiù puoi sperare di beccarti un “grazie” occasionale. –VFC J.D., 2.22

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.