By Me

In chiusura la pagina su Facebook di questo blog

Riporto qui il post che ho appena pubblicato nella pagina Facebook del blog. È uno sfogo-post. Dato che è un po’ lungo, se aveste voglia di leggerlo tutto mi farebbe piacere sapere cosa ne pensate. 


Avviso tutti che molto probabilmente lunedì in mattinata chiuderò questa pagina.
Prima vi spiegherò tutti i contro della mia esperienza e in fondo metterò i pochi pro. Critiche e/o risposte sono accettate ma prima leggetelo tutto, grazie.
Ho provato ad aprire una pagina su Facebook nel tentativo di pubblicizzare un po’ il mio blog aperto qualche anno fa, però questo social network non mi è mai piaciuto per tanti motivi e alcuni sono proprio quelli che mi hanno decisa a chiudere la pagina.
Ci sono molte cose che non mi piacciono di Facebook e alcune dipendono proprio dalle sue impostazioni. Esempio: apro la mia pagina e ogni volta mi chiede di “raccontare alle persone della mia azienda”. Ma porca miseria non ho un’azienda, ho un piccolo blog! Non sono la Ferragni che fattura 20 milioni di euro anzi, io da qui non fatturo proprio nulla! È inutile che ad ogni cosa che faccio Facebook provi a spillarmi soldi perché non li avrà!
Alcune persone che amministrano alcuni gruppi sono arroganti. Mi è capitato una volta di pubblicare un post appena entrata in un gruppo e subito l’amministratrice mi ha contattata con menzioni e robe varie dicendomi “Elena leggi il regolamento altrimenti pena il banno!!” E la madonna! Prenditi un Valium tesoro! Chi ti credi di essere?! Voi, vossignoria, non sbagliate mai? Mi scuso del mio errore imperdonabile! In gruppi così posso fare a meno di esserci perché non credo che altrimenti verrei esclusa dalla confraternita più esclusiva e potente di Facebook quindi mi auto-cancello io senza grossi problemi. Ragazzi, se siete amministratori di un mitico gruppo ricordatevi una cosa: prima di tutto l’educazione. Scrivete con un computer o un cellulare ma a leggere c’è una persona dall’altra parte che non conoscete e che se trovaste in giro nella vita vera le dareste del “lei”, quindi occhio. Siete gli amministratori di un gruppo su Facebook non l’ufficio stampa ufficiale in un regime totalitario.
Un’altra cosa che “non mi piace” è l’ipocrisia di alcune persone nell’usare Facebook. È andata così: ho inviato un po’ di inviti nella speranza di trovare qualcuno in più che potesse essere interessato a quello che scrivo. Intendiamoci bene: non sono una professionista quindi tenete presente quella che è la mia realtà! Molte persone hanno messo subito il prezioso “mi piace” per poi mettere subito il “nascondi tutti i post” alla prima cosa che pubblico. Mi spiegate perché fare così? Pensate che se togliete il “mi piace” succeda qualcosa? Il punto è uno: ricevete un invito, se vi interessa mettete il mi piace altrimenti non fatelo e rifiutate. Avete paura a dire “no, grazie non sono interessato”? Non è paura, è ipocrisia e leggerezza. Preferisco una persona che anche conosco che è mia amica qui e che poi non mette mai un mi piace (ok non è che scrivo molto) però semplicemente legge e passa oltre. Va bene, anch’io lo faccio, non c’è nulla di male. Per la mia pagina cerco (o, a questo punto, cercavo) persone che fossero veramente interessate a leggere quelle quattro opinioni che voglio condividere, ma se non vi interessa siete liberi di non seguirla.
Altra cosa che è successa e questa è bella ipocrita. Le “amiche” autrici di libri che ho sono tutte cuoricini e faccine felici quando commenti qualcosa che riguarda i loro libri. Per una volta che chiedo di dare un’occhiata a una cosa mia, occhiata sempre senza impegno, molte cosa fanno? Leggono e ignorano; alcune leggono e rispondono cose senza senso; altre dicono “sì sì lo farò”, sì sto cavolo. Allora, fino a quando interpreti la parte della “fan” manco fossero J.K. Rowling, va tutto bene poi si passa alla parte dell’ignoro. Ma dai!! Se cercate lettrici ragazzine che sbavano e sono pronte a difendervi a spada tratta per ogni cosa che postate, avete sbagliato proprio. Anche voi: occhio con l’arroganza. Il mondo dei social-network crea miti un giorno per poi distruggerli la sera dello stesso. Accettate le critiche costruttive: saranno poche e faranno male ma non offendete e accusate chi ve le muove definendolo “hater” perché non tutti anzi, solo qualche persona che vi conosce veramente può volervi male, ma altrimenti cerca di darvi qualche piccolo suggerimento che poi voi sarete assolutamente libere di seguire o meno. A me non avete fatto nulla, non mi toccate nel personale, quindi se vi faccio una critica, per quanto dura, abbiate la maturità di chiedere per lo meno spiegazioni senza sparare a zero.

Ho aperto il mio blog e nel corso degli anni l’ho “allargato” perché è nato per un motivo e piano piano ne ho trovate altri per tenerlo aperto. Cercavo un mio spazio in cui poter dire la mia senza avere vincoli di alcun genere con nessuno con l’unico obbligo di non essere mai offensiva. Se ci sono molte visite meglio, altrimenti non succede nulla. Questo blog non deve essere fonte di preoccupazione o scazzi e se e quando lo sarà, lo chiuderò. Ho voluto aprire una pagina su Facebook nel tentativo di allargare i miei lettori. Ma se l’avere una pagina qui diventa fonte di scazzi o di problemi che altrimenti non avrei avuto è presto detto: la chiudo e vado avanti come ho sempre fatto. Questo social-network non so perché ma è un boccone che non riesco mai a digerire.
In tutta questa esperienza della mia pagina ho scoperto due o tre persone che si sono rivelate invece una inaspettata sorpresa e le ringrazio: si sono dimostrate attente e gentili quando non me lo sarei aspettato e mi ha fatto piacere.

Credo di aver chiuso con questo sfogo che non mi andava di tenermelo dentro senza parlarne. Non ho fatto nomi e per quanto abbia usato toni accesi credo di non essere stata offensiva con nessuno.
Se non è stato così contattatemi e sarò disponibile a parlarne.
Se avete voglia di rispondere e dire quello che ne pensate siete bene accetti.
Se grazie a questa pagina avete trovato un blog che siete curiosi di continuare comunque a leggere, andate direttamente sulla pagina del blog e lì se avete un account WordPress avrete modo di seguirmi, altrimenti potrete comunque farlo tramite e-mail che potrete smettere di ricevere in qualunque momento dovreste cambiare idea.

Buona giornata a tutti.

 


 

ELENA firma giusta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.