Aforismi

The Big Bang Theory Stagione 5 (2011-2012)

– Sai, è meglio che lasci perdere, Sheldon. –Leonard

– Potrei farlo ma ormai è un tarlo, quindi non posso e non mollo l’osso. –Sheldon, 5.01

È davvero necessario dover evidenziare le ovvietà? –Sheldon, 5.01

– Non dovevamo andare a letto insieme. È così che si rovinano le amicizie. –Penny

– Non si può rovinare un’amicizia con il sesso, sarebbe come rovinare un gelato con le scagliette di cioccolato. –Raj, 5.01

Con la connessione veloce hai a disposizione la più rivoluzionaria innovazione in campo sessuale dai tempi dell’invenzione dell’asciugamano bagnato. –Howard, 5.02

Penny, per quanto l’idea che siamo state profanate dallo stesso uomo sia allettante, Leonard non mi attizza proprio. –Amy, 5.03

Da questo momento in poi ho pensato di prendere tutte le decisioni marginali con un lancio di dadi, lasciando così la mia mente libera di fare ciò che fa meglio: istruire e sbalordire. –Sheldon, 5.04

Quello che il dado ti da il dado ti toglie. –Sheldon, 5.04

A Bernadette non importa dove mando il motore su di giri, basta che parcheggi nel suo garage. –Howard, 5.04

Lo so, è un regalo molto costoso, ma nessuno può dare un prezzo all’amore. Anche se quelli di Cartier ci hanno decisamente provato. –Raj, 5.04

L’ho sempre detto: quello che ti manca in sapere accademico lo compensi con la furbizia da strada. –Sheldon, 5.05

– Vedi, in questo momento la nostra amicizia esiste in due stati reciprocamente contradditori. Nella fattispecie, finchè non andrai oppure andrai alla festa a casa di Will Wheaton, sei simultaneamente mio amico e non mio amico. Ho deciso di chiamare questo fenomeno: Amicizia di Schrodinger. –Sheldon

– Capisco. Ora mi dai l’acqua? –Leonard

– Oh certo! Prenditela da solo, Giuda! –Sheldon

– Mi dite che sta succedendo? –Penny

– Nel caso l’avessi dimenticato, il gatto di Schrodinger era un famoso esperimento che… –Sheldon

– No, no, no, no, me lo ricordo. Questo gatto è in una scatola e finchè non la apri, il gatto è sia vivo che morto che entrambi. –Penny, 5.05

Non importa se qualche volta sarò in pena per te. Non voglio essere la persona che si mette tra te e i tuoi sogni. –Bernadette, 5.05

– Interessante. Riesci a distinguere il tradimento negli altri, ma non in te stesso. –Sheldon

– Andare alla festa di Will Wheaton non vuol dire tradire qualcuno. –Leonard

– Oh, certo che è così che tu la vedi. Il male pensa sempre di stare facendo il giusto. –Sheldon, 5.05

Se vuoi amarmi devi imparare ad amare l’intero pacchetto: sia il sensibile e tenero poeta che il diavoletto scatenato. –Howard, 5.05

Ho fatto quello che ho fatto perché ti amo più di ogni altra cosa e il solo pensiero di poterti perdere mi fa impazzire. Sei la mia anima gemella. –Bernadette, 5.05

Il Signore da e il Signore polverizza, mamma. –Sheldon, 5.06

– Devi capire se la vostra è davvero una relazione o se pensi solo che lo sia. È come quel detto: “la gatta può partorire nel forno, ma ciò non rende i gattini biscotti”. –Mary Cooper

– Questo mi ricorda un altro modo di dire: “puoi comprare l’olio di semi e il pollo, ma non vuol dire che tua madre lo friggerà”. –Sheldon, 5.06

Colpirli prima che ci colpiscano loro. –Sheldon, 5.06

C’è una serratura per ogni chiave. –Mary Cooper, 5.06

– Non pensi che forse il motivo per cui hai problemi a trovare un ragazzo con cui sistemarti sia perché gli fai fare il giro sulle tue montagne russe senza fargli pagare il biglietto? –Mary Cooper

– Oh, non sempre li faccio salire sulle montagne russe. A volte li faccio solo giocare con le mie tazze rotanti. –Penny, 5.06

Il legame madre-figlio è la colonna portante nella psicologia dei primati. –Amy, 5.06

La pioggia, un altro grande livellatore. Cade allo stesso modo sia sulla testa del genio che su quella dell’uomo comune. –Sheldon, 5.06

– Tesorino, che cos’hai? Stai male? –Mary Cooper

– Lo spero, perché se questo è star bene la vita non ha senso. –Sheldon, 5.06

Che c’è di sospetto se mi comporto in modo ossessivo? Fa parte della mia personalità. –Sheldon, 5.07

– Si dice che “giunti alla fine della vita rimpiangi le cose che non hai fatto cento volte più di quelle che hai fatto”. –Leonard

– Vedi, Leonard, il grande filosofo tedesco Friedrich Nietzsche sosteneva che la morale fosse solo un’invenzione utilizzata dalla massa degli esseri umani inferiori per tenere a freno i pochissimi esseri superiori. –Sheldon

– In effetti, la cosa aiuta. –Leonard

– Va però considerato che morì di sifilide. –Sheldon, 5.07

Signore, per cortesia. Queste austere quattro mura un tempo ospitavano un arguto salotto intellettuale, dove la mente riceveva nutrimento tanto quanto lo stomaco. Ma pur non essendo colpa di nessuno, Penny, la qualità delle conversazioni durante la cena in questa casa è in netto calo. E ripeto, non mi sto riferendo a nessuno in particolare, Penny. –Sheldon, 5.08

Sheldon, a volte te lo dimentichi: io sono una donna. Ciò implica un bisogno alimentato dagli estrogeni di sfogliare riviste patinate che mi fanno odiare il mio corpo. –Amy, 5.08

Sono un uomo di scienza io, non un coniglietto coccoloso. –Sheldon, 5.08

Sii felice di non riuscire a tenerti una donna, sono incontrollabili. –Sheldon, 5.08

Se non sai, allora non parlare! –Sheldon, 5.09

– Faremmo più in fretta se col tuo diploma da istituto professionale mi aiutassi con questo generatore di suoni ad alta frequenza. –Sheldon

– Ho una laurea specialistica al MIT. –Howard

– Ma hai un atteggiamento alla “si può fare”, è questo l’importante. –Sheldon, 5.09

Non si può possedere una persona. –Sheldon, 5.10

Oh, Leonard. In tanti ti vogliamo bene e vorremmo aiutarti, ma non possiamo farlo finchè tu non ammetti il problema. –Sheldon, 5.10

Lei non ha un ragazzo, ha uno Sheldon. –Penny, 5.10

Ci sono un sacco di pesci nel mare. –Penny, 5.10

– Pensavo che Facebook non ti piacesse più. –Howard

– Non dire sciocchezze. Sono un estimatore di qualsiasi cosa provi a sostituire un contatto umano. –Sheldon, 5.10

Leonard, platonicamente ti amo, lo sai, ma ammettilo, sei un disastro. –Sheldon, 5.11

Aiuto i più deboli, è una delle cose che mi accomuna a Batman. –Sheldon, 5.11

– Sheldon non possiamo farlo guidare. –Leonard

– Beh, allora toglili le chiavi e fallo vagare per le strade con gli altri ubriachi. –Sheldon, 5.11

Sei troppo gentile. Questo mondo ti masticherà e poi ti sputerà via. –Sheldon, 5.11

– È così che intendi intrattenere il tuo cuginetto e i suoi amici? Raccontando loro bugie? –Sheldon

– Ma di quali bugie parli? –Howard

– Uno spettacolo di magia è una cosa intrinsecamente ingannevole. “Questo è un normalissimo cappello a cilindro”, “hai scelto questa carta liberamente”, “io non ho un seti di grimaldelli sistemato in mezzo alle chiappe”. –Sheldon

– Non puoi goderti l’incanto e basta? Devi proprio sbirciare dietro il sipario? O su per il sedere? –Raj

– Se noi avveleniamo la capacità di pensiero critico nei bambini, raccontando loro che i conigli escono dai cappelli, allora otteniamo degli adulti che credono nell’astrologia, che credono nell’omeopatia e che credono che per Lanterna Verde, Ryan Reynolds fosse una scelta migliore rispetto a Nathan Fillion. –Sheldon, 5.12

– Oh, a proposito di buone notizie! Qualcuno ha appena raggiunto quota 100 follower su Twitter. –Sheldon

– Buon per te. Comunque non sai da quanto tempo speravo arrivasse questo momento. –Amy

– Sì, anch’io. Cifra tripla? Non lo nascondo, fa un bell’effetto. –Sheldon

– Sheldon, sono l’autrice di uno studio che verrà pubblicato su un’illustre rivista e che potrebbe cambiare il percorso del mio settore. –Amy

– Mh-mm, mh-mm. Uuh! Sono 101! L’aria si fa rarefatta quassù! –Sheldon, 5.12

Per quanto ciò sia difficile da credere, c’è la possibilità che io non sia in grado di fare il fidanzato. Sheldon, 5.12

Se un uomo mostra affetto per un altro uomo non vuol dire che esprime l’amore che non osa pronunciare il proprio nome. –Raj, 5.12

Howard, vorrei tanto dirti che il mare è pieno di pesci, ma ti ho visto penzolare il tuo amo nell’acqua per anni, quindi non ributtarla in mare. –Leonard, 5.12

Non sono “una specie di nerd”. Io sono l’imperatore dei nerd! –Leonard, 5.13

– Per essere uno che ha una macchina che può viaggiare ovunque nel tempo e nello spazio, Doctor Who ha una fissazione per la Londra dei giorni nostri. –Amy

– Attenta. È il tipo di insolenza che fa sì che una persona non venga invitata al Who Con di quest’anno. –Sheldon, 5.14

Il mondo è un posto migliore per la tua sola presenza su di esso? –Amy, 5.14

Parafrasando i versi di Toy Story: “non hai un amico in me”. –Sheldon, 5.15

Sheldon, non è questo che servono le ragazze, anche se tu non le usi per ciò per cui sono fatte. –Penny, 5.15

A volte i pazzi sembrano tristi ed è così che ti incastrano. –Leonard, 5.15

La pura essenza della diplomazia è il compromesso. –Sheldon, 5.17

Ah! L’agognato bottino. Capisco perché i vincitori lo amano. –Sheldon, 5.17

Sto cercando di alzare la temperatura prima che i miei capezzoli buchino la maglietta. –Sheldon, 5.17

Parafrasando S. Eliot, “è così che finisce il mondo. Non in un baccano, ma per via di un nipote.” –Sheldon, 5.18

– Che cosa fai? –Leonard

– Mi tolgo i capelli da davanti agli occhi. –Sheldon

– Sheldon, è passato un giorno da quando avresti dovuto tagliarli. –Leonard

– Grazie per sottotitolare il mio incubo! –Sheldon, 5.18

Il mondo è la mia ostrica. –Sheldon, 5.18

Non c’è pelo del mio corpo che non farei rasare a questa donna. –Amy Parlando Di Penny, 5.18

Come diceva sempre mio padre: “ricorda Shelly, le donne non sono altro che una cappero di spina nel didietro”. –Sheldon, 5.19

Sai, Amy, a volte quando hai una relazione con qualcuno a cui tieni veramente, il brutto è che c’è la possibilità che possa ferirti. –Penny, 5.19

Ah, lo sai come si dice? “Le cose più gustose della vita sono gratis”. –Sheldon, 5.20

– La fisica quantistica mi manda in estasi. –Sheldon

– Sì? Mi fa piacere. –Leonard

– è come guardare l’universo senza veli. –Sheldon, 5.20

– Una volta che apri la scatola perde completamente il suo valore. –Leonard

– Sì, sì, mia madre mi fece un discorsetto simile sulla verginità. È stato molto più divertente rompere il sigillo e giocarci. –Penny, 5.20

La ragione per cui ti è sembrata una pazzia è perché è una pazzia. –Howard, 5.20

Quando io correggo le persone lo faccio con lo scopo di aiutarle. Tu lo sai, con te lo faccio più che con gli altri. –Sheldon a Penny, 5.21

Sheldon non sa di essere crudele perché la parte del cervello che lo dovrebbe capire è smutandata dal resto del suo cervello. –Bernadette, 5.21

Non si può mai sapere quello che può succedere. –Leonard, 5.21

Sei sconvolto. È consuetudine portare una bevanda calda a chi è sconvolto. –Sheldon, 5.22

Il ragazzo del quale prova disgusto è lo stesso ragazzo che disgusta anche me, ma che adesso non esiste più. Se n’é andato, è sparito e, se è successo è solo grazie a lei. Quindi se la nostra storia è finita, voglio che sappia che mi ha fatto diventare un uomo migliore e, per questo, dille grazie. ––Howard, 5.22

Esiste solo una droga che apre la mente e che è gradita a quest’uomo e si chiama scuola. –Sheldon, 5.23

La vita è fatta di bivi. Raj, 5.24

Howard e Bernadette, so che avevate progettato di sposarvi con una grande cerimonia, ma quando si è innamorati non conta dove o come queste cose accadono. Conta solamente esserci l’uno per l’altro. –Penny, 5.24

Howard e Bernadette, siete abbastanza fortunati da essere migliori amici che si amano e questo è l’amore più forte perché ha la sua base alla gentilezza, la pazienza e il rispetto. –Leonard, 5.24

Prima di conoscerti io non avrei mai pensato di poter passare tutta la vita con solo una persona e ora non riesco a immaginare di passare anche un solo giorno senza di te. –Howard, 5.24

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.