Aforismi

Millennium Stagione 1 (1996-1997)

Posso tollerare di essere disturbata, Frank, ma lo sai che non sopporto la segretezza. –Catherine, 1.01

È la crudeltà, gli orrendi delitti inspiegabili che ti fanno diventare impassibile, indifferente, impersonale. –Frank, 1.01

Perché lavorare se non posso proteggere la mia famiglia? –Frank, 1.01

“Sento odore di sangue e del tempo di un’insana follia.” –W. H. Auden, 1.02

– Qual è l’obiettivo del terrorista? –Mike

– Il terrore. –Frank, 1.02

Nessuno è in grado di cambiare le cose. –Catherine, 1.02

Cosa può esserci di tanto potente da non potergli sfuggire? –Frank, 1.02

Credo che il male nasca dal connubio tra un cuore gelido e una mente debole. –Mike, 1.02

– Dunque la vera fonte del male siamo noi stessi? –Frank

– Vuoi dire se siamo tutti capaci di farlo? –Catherine

– O invece c’è qualcosa là fuori, una forza o una presenza che attende. Finché non si produce una guerra, un omicidio o un olocausto. –Frank

– Credo che chiunque si soffermi a cercare un significato della vita se lo domandi. –Catherine, 1.02

Non credo che si possa catturare l’uomo nero. –Frank, 1.02

“Perché ciò che ho molto è venuto su di me. E ciò che mi spaventata mi è accaduto. Non vivo sereno, non sono tranquillo; non trovo pace, poiché la tragedia incombe.” –Giobbe 3:25,26, 1.03

Un passo indietro può aiutarla a farne uno in avanti. –Frank, 1.03

Ho letto un passo di Dostoevskij che diceva: “niente è più triste di una vita che finisce senza che nessuno se ne accorga.” –Frank, 1.03

In fondo siamo solo degli animali in gabbia controllati dagli accalappiacani. –Frank, 1.03

“Il mondo visibile sembra generarsi nell’amore, le dimensioni invisibili si sono generate nel terrore.” –H. Melville (1819-1891), 1.04

A volte quello che luccica è veramente oro. –Bletcher, 1.04

Ciascuno di noi trova una propria via alla giustizia. –Il Giudice, 1.04

Quando non credi più in niente tutto diventa ammissibile. –Frank, 1.04

Si dicono tante cazzate, ma più di quello che dici, conta quello che rappresenti. –Bardale, 1.04

“Io sono responsabile di tutto… tranne che della mia stessa responsabilità.” –Jean-Paul Sartre, 1.05

Non c’è riposo per chi è già stanco. –Raymond Dees, 1.05

Solo lavoro e niente gioco fa star male. –Frank, 1.05

Le persone si dividono in vincitori e vittime. –Raymond Dees, 1.05

“E l’oscurità sarà tanto intensa da poterla sentire.” –Esodo 10:21, 1.06

Forse la fede è un album di foto chiuso in un armadio. Non l’andiamo a sfogliare tutti i giorni, ci basta sapere che è lì, che è al sicuro, per poterla tramandare quando arriva il momento. –Frank, 1.06

Puoi concederti il lusso della calma in un omicidio quando conosci l’ambiente che ti circonda. –Frank, 1.06

“Questa generazione è una generazione perversa; chiede un segno, ma un segno non sarà a lei concesso.” –Luca 11,29, 1.07

– Non voglio vivere senza di te. –Catherine

– Tu non vivrai senza di me. –Frank

– Me lo prometti? Non voglio sapere se sono abbastanza forte per rimanere sola. –Catherine

– Nessuno lo è, nemmeno io. –Frank, 1.07

“Spesso le parole più crudeli sono dette in silenzio.” –Louis Stevenson, 1.08

Quando le menzogne passano per verità, allora il mondo impazzisce e non c’è più nulla di sacro. –Joe Bangs, 1.08

Visto che è una cosa difficile da immaginare e accettare, la gente preferisce ignorarla, perché è più facile che fingere che non sia accaduta, capisci? –Catherine, 1.08

Viviamo in un mondo in cui nessuno si impegna abbastanza per ciò che sa essere giusto e in cui crede. Non so perché, ma oggi il mondo è diventato talmente complicato che quando ci si occupa dei problemi degli altri sembra che ci si voglia occupare di qualcosa che non ti appartiene. –Frank, 1.08

– Tutti noi abbiamo segreti, signora Bangs. –Catherine

– E allora è meglio tenerli sepolti. –Signora Bangs, 1.08

“I suoi figli sono lungi dal prosperare; sono oppressi alla porta senza difensore.” –Giobbe 5,4, 1.09

– Stavo pensando ai miei genitori, ai miei nonni. Quaranta o cinquant’anni fa non chiudevano mai la porta, neanche di notte. E ora noi accettiamo questa situazione così spaventosa con naturalezza. I sistemi di allarme. E così, senza rendercene conto, ci ritroviamo prigionieri della nostra stessa paura. –Frank

– Chi non ha paura vive fuori dalla realtà. Il mondo è cambiato. –Catherine

– Sì, lo so, e non si torna indietro. Quello che mi chiedo è in che direzione stiamo andando. –Frank, 1.09

– I bambini sanno sopravvivere. –Bletcher

– Sì, anche davanti alle mostruosità. –Frank, 1.09

Non si nasce assassini. –Frank, 1.09

“O mio Dio, se esiste un Dio, salva la mia anima, se mai io ce l’avessi…” –Ernest Renan, 1.10

Viviamo in un mondo in cui i bambini sono una forma di contante. –Peter, 1.10

“Ma di una cosa siate sicuri… Verrà versato sangue innocente su voi e su questo villaggio…” –Geremia 26:13, 1.11

Non si sa mai di cosa sia capace la gente, anche chi ritieni di conoscere meglio. –Bob Birckenbuehl, 1.11

Chi va di fretta si perde il meglio. –Ragazzo Che Fa Volantinaggio, 1.12

“Due anime, ahimè, alloggiano nel mio petto.” –Faust, 1.12

“Tu rammenti

un solo diluvio,

ma svariati altri

in precedenza ne furono.” –Platone, 1.13

Che arroganza non assumersi la responsabilità. –Frank, 1.13

L’occasione di rendere il mondo a propria immagine. Sarebbe da fessi farsela sfuggire. –Peter, 1.13

Mi è difficile ignorare ciò che sento. –Peter, 1.13

“Il passato di un uomo non è solamente storia morta… è una parte di se che ancora freme, che ha brividi, ha un gusto amaro e formicolii di un meritato senso di vergogna.” –George Eliot, 1.14

Mi domandavo se ciò che facciamo è la cosa giusta. Mettendoli in prigione crediamo di fare un buon lavoro, ma tutto ciò che facciamo è nasconderli, in modo che i nostri occhi non possano più vederli. –Frank, 1.14

Frank, ho sempre creduto nella tua integrità morale. Cerca di continuare a crederci anche tu. –Catherine, 1.14

Devi trovare un motivo per credere in te stesso. –Frank, 1.14

“Mi disse con voce terribile che se ero riuscita a liberarmi dalle sue mani, avrebbe saputo ricatturarmi.” –Santa Teresa d’Avila, 1.15

Non esistono regole. Ogni situazione è differente. –Frank, 1.15

È lo stile della famiglia Black: anticipare il futuro per non dover poi rimuginare sul passato. –Tom, 1.15

– Non voglio la tua protezione. Voglio la verità, Frank! –Tom

– A volte è meglio ignorarla. –Frank

– Sì, se potessi tenerla lontana da noi, ma neanche tu ne hai il potere, Frank. –Tom, 1.15

“Tu allora mi spaventi con sogni e con fantasmi tu mi atterrisci.” –Giobbe 7,14, 1.16

Se un uomo fallisce in casa, fallisce nella vita. –Scritta Incisa nel Legno Letta da Frank, 1.16

Quando si comincia una cosa del genere, in qualche modo la si deve finire. –William Garry nella Registrazione, 1.16

– Quasi tutte le confessioni sono piene di reticenza, dimenticanze, piccole bugie, incoerenza, mezze verità, tentativi di minimizzare la brutalità degli omicidi. E invece qui non c’è niente di tutto questo. –Frank

– Garry era un poliziotto, sa come dire quali cose. –Catherine

– È vero, ma un omicida non è mai così lucido nel raccontare la sua verità. –Frank

– Tutta questa verità per dire il falso? –Catherine

– Non so che dire. –Frank, 1.16

Gli assassini contestano le accuse. –Frank, 1.16

Isaia, capitolo 28, verso 15: “Abbiamo fatto un patto con la morte, abbiamo fatto delle bugie il nostro rifugio e sotto la falsità ci siamo nascosti.” –Frank, 1.16

È un tempio di Dio, il corpo che il Signore ci ha dato. E ce lo ha dato per conservarlo il più a lungo possibile. –Frank, 1.16

Io non posso permettere che lei muoia per qualcosa che non ha commesso. –Frank, 1.16

“Ricordo quello che non vorrei ricordare; non riesco a dimenticare quello che vorrei dimenticare.” –Cicerone, 1.17

Non rispondere a una domanda con un’altra domanda. –Daniel Miller, 1.17

“Ogni uomo prima di morire vede il diavolo.” –Proverbio Inglese, 1.18

– La capacità di gestire contemporaneamente due pensieri contradditori è propria del genio. E chi gestisce due personalità contradditorie cos’è? –Peter

– Un demonio. –Frank, 1.18

Io ti amo più di ogni altra cosa al mondo. Ma non so più cosa fare. –Frank, 1.18

“La paranoia non è altro che una forma di consapevolezza, e la consapevolezza non è altro che una forma d’amore.” –Charles Mason, 1.19

Non puoi negare quello che sei, Frank, ne a te stesso ne a me. –Catherine, 1.19

L’inconscio si sovrappone alle percezioni concrete. –Catherine, 1.19

C’è un solo modo di vedere le cose. –Samael, 1.19

Si agisce per altri motivi. Anche se la perdita dei tuoi amici ti fa rattristare. Noi piangiamo per noi stessi. –Samael, 1.19

Ha detto che devi amare la tua famiglia con tutte le tue forze e che non dovrai stupirti se ti accorgerai che non sarà ancora abbastanza. –Peter Cita Mike Atkins, 1.19

“L’uomo è l’animle più crudele che ci sia.” –Nietzsche, 1.20

“Badate o voi schernitori,

Perché io farò miracoli

ai tempi vostri,

Miracoli ai quali non crederete.” –Libro di Abacuc, 1.21

Non c’è niente di stabilito. –Frank, 1.21

“E ora c’è solo silenzio, silenzio, silenzio, e dice Tutto quello che non sappiamo.” –William Rose Benét, 1.22

Mi piace fuggire con te. Mi da il senso del proibito. –Frank, 1.22

Mi sento al sicuro solo tra le tue braccia. –Catherine, 1.22

Più leggevo e più mi rendevo conto che la realtà è molto più strana della fantasia. –David Nutter, L’Ordine Nel Caos: Il Making di Millennium Stagione Uno

Abbiamo mostrato il pilot alla responsabile della commissione censura. Ha dato l’ok. Non c’era niente di esagerato o di gratuito. Ma di notte quella donna ha avuto gli incubi. La mattina dopo ha chiamato Chris Carter e gli ha detto: “Deve tagliare qualcosa, perché è veramente… È troppo violento e non è appropriato.” Chris le ha detto: “Ascolti, non ci penalizzi perché l’abbiamo colpita. Non ci penalizzi per averla toccata nell’intimo. Non ci penalizzi tanto da costringerci a non cercare di arrivare all’anima delle persone.” –David Nutter, L’Ordine Nel Caos: Il Making di Millennium Stagione Uno

A Chris piacciono molto Il silenzio degli innocenti e Credo che, per quanto anche X-Files faccia paura, per lui le cose più spaventose siano quelle che succedono nella realtà. Mentre si può discutere sull’esistenza dei mostri o degli extraterrestri, è innegabile che certi uomini sono mostri che aggrediscono gli innocenti. –Frank Spotnitz, L’Ordine Nel Caos: Il Making di Millennium Stagione Uno

Tutto ciò che fai nel corso della vita riflette la tua identità. Quando lasci indizi sulla scena del crimine, lasci anche un riflesso della tua identità. –Larry E. McCann, Cacciando Il Drago: Conversazione Con L’Academy Group

6 pensieri su “Millennium Stagione 1 (1996-1997)”

      1. La prima è straordinaria! Poi Carter ha lasciato la guida della serie per sviluppare X Files; i nuovi showrunner hanno aggiunto velati elementi di sovrannaturale e deviato dal concetto originale È rimasta sempre meravigliosa comunque.

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.