Aforismi

Il Trono Di Spade – Game of Thrones Stagione 2 (2012)

La morte è noiosa, specialmente ora che tutto è così esaltante. –Tyrion, 2.01

Tutti sognano. –Osha, 2.01

Tutto ha una fine, anche la Desolazione Rossa. –Jorah, 2.01

Quando sei già all’estremo Nord puoi andare il una sola direzione. –Craster, 2.01

Vuoi comandare un giorno? allora impara ad obbedire! –Jeor Mormont, 2.01

Ci sono persone abbastanza fortunate da nascere nelle famiglie giuste, altre devono trovare la loro strada. –Baelish, 2.01

La conoscenza è potere. –Baelish, 2.01

Il potere è potere. –Cersei, 2.01

Un re non chiede, comanda. –Joffrey, 2.01

A volte i sogni si avverano. –Tyrion, 2.02

La gente come noi non può lasciarsi dominare dai propri difetti. –Tyrion, 2.02

Gli amici sono importanti nella vita di un uomo. –Varys, 2.02

Non sempre chi ha più potere è altrettanto raffinato. –Baelish, 2.02

Una corona non si regala. Una corona si paga con il ferro. –Balon Greyjoy, 2.02

Ovunque vada c’è qualcuno che mi parla del vero Dio. Ognuno pensa che il suo sia quello giusto. L’unico Dio è quello fra le gambe di una donna, meglio ancora se di una regina. –Salladhor Saan, 2.02

Potrebbe rivelarsi difficile governare un regno che ti vuole morta. –Tyrion, 2.02

In una guerra, l’esercito più grande vince, 9 volte su 10. –Stannis, 2.02

In quale mente non si annida il desiderio profondo che un qualche potere renda la propria vita speciale? –Maestro Luwin, 2.03

– Sono la tua debolezza? –Shae

– È un complimento, mia cara. –Tyrion

– Come può una debolezza essere un complimento? –Shae

– A volte le parole possono essere ambigue. –Tyrion, 2.03

Per uomini nella nostra posizione, servare dei rancori può essere un ostacolo, non credi? –Tyrion, 2.03

– Il potere è una cosa curiosa, mio signore. Sei amante degli indovinelli? –Varys

– Perché? Sto per sentirne uno? –Tyrion

– Tre grandi uomini siedono in una stanza: un re, un prete e un uomo molto ricco. E in mezzo a loro c’è un semplice mercenario. Ognuno di questi uomini chiede al mercenario di uccidere gli altri due. Chi vive? Chi muore? –Varys

– Dipende dal mercenario. –Tyrion

– Sicuro? Non possiede né corona, né oro, né il favore degli dei. –Varys

– Ha una spada, il potere di vita e di morte! –Tyrion

– Ma se sono i guerrieri che dominano, perché fingiamo che siano i re a detenere il potere? Quando Ned Stark è stato decapitato, chi è stato il vero responsabile? Joffrey? Il carnefice? O qualcos’altro? –Varys

– Ho deciso che odio gli indovinelli. –Tyrion

– Il potere risiede dove gli uomini credono che il potere risieda. È un trucco, un’ombra sul muro e un uomo molto piccolo è in grado di proiettare un’ombra molto grande. –Varys, 2.03

Nella mia famiglia diciamo che “un uomo nudo ha pochi segreti, uno scuoiato nessuno.” –Lord Bolton, 2.04

Non è con l’onore che si vincono le guerre. –Lord Bolton, 2.04

Non c’è cura per la malvagità. –Bronn, 2.04

Se in guerra bastassero i numeri, i matematici governerebbero il mondo. –Baelish, 2.04

Le unioni di persone di alto lignaggio suscitano sempre un certo interesse. –Baelish, 2.04

Un uomo senza amici è un uomo senza potere. –Renly, 2.04

– Credi che saranno dei pezzi di stoffa a renderti re? –Stannis

– No, saranno gli uomini che li sorreggono a farlo. –Renly, 2.04

Una buona azione non cancella la cattiva, né una cattiva la buona. –Stannis, 2.04

– Sei un uomo buono, ser Davos Seaworth? –Melisandre

– Direi che sono un misto di cose, buone e cattive. –Davos

– Se una cipolla è nera per metà è una cipolla marcia. Un uomo o è buono o è cattivo. –Melisandre, 2.04

– Strano che questo Signore della Luce ti chieda di agire con le ombre. –Davos

– Le ombre non prendono vita dalle tenebre. Sono le ancelle della luce, le figlie del fuoco. Quanto più luminosa è la fiamma, tanto più oscure le ombre. –Melisandre, 2.04

Essere chiamato re non vuol dire esserlo. –Margaery, 2.05

I folli piangono un folle. –Stannis, 2.05

La dura verità è un coltello a doppio taglio, ser Davos. –Stannis, 2.05

Questa è la guerra, nessuno è contento. –Tywin, 2.05

– Ragazza! Da dove vieni? –Tywin

– Maidenpool, mio Signore. –Arya

– E chi sono i signori di Maidenpool? Ricordamelo. –Tywin

– Casata Mooton, mio Signore. –Arya

– E qual è il loro stemma? –Tywin

– … –Arya

– Un salmone rosso. E una ragazza di Maidenpool dovrebbe ricordarselo. Vieni dal Nord, giusto? Bene, ora te lo ripeto, da dove vieni? –Tywin

– Barrotown, mio Signore. Casata dei Dustin. Due scuri incrociate sotto una corona nera. –Arya

– E che cosa dicono di Robb Stark nel Nord? –Tywin

– Lo chiamano Giovane Lupo. –Arya

– E? –Tywin

– E che cavalca in battaglia sul dorso di un Metalupo gigante. Che lui stesso può trasformarsi in un lupo. E che non può essere ucciso. –Arya

– Credi sia vero? –Tywin

– No, mio Signore, chiunque può essere ucciso. –Arya, 2.05

Mi viene in mente un vecchio proverbio dei marinai: “piscia sull’Altofuoco e l’uccello di va a fuoco.” –Tyrion, 2.05

Gli uomini vincono le guerre, non i trucchi magici. –Bronn, 2.05

Gli uomini parlano degli altri uomini quando sono compiaciuti. –Daenerys, 2.05

– Gli uomini tirano sempre in ballo i demoni quando le cose vanno male. –Tywin

– È mia opinione che i momenti di crisi offrano occasioni molto interessanti. –Baelish, 2.06

Non posso darti quello che non ho. –Re Delle Spezie, 2.06

Chi è una spia non dirà mai di essere una spia. –Robb, 2.06

Tu credi che il cammino dalla povertà alla ricchezza sia sempre puro e onorevole? –Xaro Xhoan Daxos, 2.06

Le bisacce non ti fanno male se il tuo bastone non lo usi tutti i giorni? –Ygritte, 2.07

– Ragazza, “padrone”. Le ragazze umili dicono “padrone” non “mio Signore”. Se vuoi passare per una vera servetta, fallo bene. –Tywin

– Mia madre servì Lady Dustin per anni, mio Signore. Mi ha insegnato come parlare… correttamente. –Arya

– È pericoloso essere così sveglia. Te l’hanno mai detto? –Tywin

– Sì. –Arya, 2.07

Un uomo è quello che gli altri dicono di lui e nient’altro. –Xaro Xhoan Daxos, 2.07

Tu non sai niente, Jon Snow. –Ygritte, 2.07

Se tutti noi fossimo responsabili anche delle azioni dei lontani parenti, ser Alton, saremmo tutti impiccati. –Robb, 2.07

Senza aiuto nessuno può sopravvivere in questo mondo, nessuno. Lascia che ti aiuti, per favore. Dimmi cosa posso fare. –Jorah, 2.07

Potrai non amare il tuo re, ma amerai i suoi figli. –Cersei, 2.07

Più persone ami più sei debole. Fai delle cose per loro, sapendo che non dovresti farle. Ti comporti da sciocca per farli felici, per tenerli al sicuro. Ama solamente i tuoi figli. Di fronte a questo una madre non ha scelta. –Cersei, 2.07

Chi sta ai margini spesso riesce a controllare il centro e chi sta al centro deve lasciare il posto, spontaneamente oppure no. –Xaro Xhoan Daxos, 2.07

Chiunque impedisca a un padre di vendicare il proprio figlio merita di essere ucciso! –Lord Karstark, 2.07

– Gli uomini saggi non pretendono nulla dai re. –Catelyn

– I padri che amano i propri figli lo fanno. –Lord Karstark, 2.07

È difficile mettere il guinzaglio a un cane, dopo avergli messo una corona in testa. –Tyrion, 2.07

– Spesso mi domando… –Cersei

– Cosa? –Tyrion

– Se questo è il prezzo per ciò che abbiamo fatto, per i nostri peccati. –Cersei

– Peccati? I Targaryen… –Tyrion

– Si sono sposati tra fratello e sorella per secoli, lo so. Con Jaime lo dicevamo per vincere i momenti di dubbio. Lo dissi a Ned Stark quando fu così sciocco da affrontarmi. Ma metà dei Targaryen impazzirono, giusto? Qual è il detto: “Ogni volta che nasce un Targaryen gli dei lanciano una moneta”? –Cersei, 2.07

Troppi giuramenti. Ti fanno giurare, giurare. Difendi il re, obbedisci al re, obbedisci a to padre, proteggi gli innocenti, difendi i deboli. Che succede se tuo padre disprezza il re? E se il re massacra degli innocenti? Giuramenti, qualsiasi cosa tu faccia, finirai sempre per infrangerne uno. –Jaime, 2.07

Solo la paura rende coraggiosi. –Robb Citando Ned, 2.08

Un re che fugge non resta mai re molto a lungo. –Tywin, 2.08

– Dobbiamo difendere Approdo del Re! Stannis sarà qui a giorni! –Tyrion

– E pensi di batterlo con un paio di libri? –Bronn

– “Storia dei grandi assedi del Continente Occidentale”, dell’arci maestro Sh… Shevelathin. Shevelatesh. –Tyrion

– Chevalteesh. –Bronn

– She…eh? –Tyrion

– Nessun testo vale quanto un buon arciere. –Bronn, 2.08

Siete mai stati in una città sotto assedio? Forse questo non c’è sui vostri libri. Vedete, il pericolo maggiore non è il nemico, ma la fame. Il cibo diventa prezioso. I nobili iniziano a vendere i proprio gioielli per un po’ di pane. E con l’andare del tempo, i poveri cominciano a sbranarsi tra loro. I ladri amano gli assedi. Appena il nemico è alle porte, rubano tutti i viveri e, quando la guerra è finita, sono più ricchi di un re. –Bronn, 2.08

Ah! “Storia dei grandi assedi del Continente Occidentale”. Un argomento affascinante. È un vero peccato che l’arci maestro Ch’vyalthan non ci abbia lascialo altro. –Varys, 2.08

– C’è solo una cosa che hai dimenticato sulle puttane. –Tyrion

– Ah sì? Beh, sei tu l’esperto. Illuminami. –Cersei

– Non puoi comprarle, solo affittarle. –Tyrion, 2.08

Te la farò pagare per tutto questo. Verrà un giorno, quando crederai di essere felice e al sicuro, in cui la tua gioia si tramuterà in cenere tra le tue mani e il tuo debito sarà pagato. –Tyrion, 2.08

Nessun uomo può essere in ogni luogo e in ogni momento. –Varys, 2.08

Il Signore della Luce da fuoco ai nemici. Il Dio Abissale li vuole affogati. Perché tutti gli dei sono così malvagi? Dov’è il dio delle tette e del vino? –Tyrion, 2.08

Hanno i miei draghi! Una madre non fugge senza i suoi figli. –Daenerys, 2.08

– Non scapperò. Sono il comandante di questa nave. Se mai dovesse affondare, lo farò anch’io. –Tyrion

– È bello sentirlo dire. Anche se molti comandanti lo dicono solo finché la nave galleggia ancora. –Varys, 2.09

Penso che ognuno di noi crede in ciò che vede e in ciò che hanno visto persone fidate. –Varys, 2.09

– Sta attenta, mia signora. –Tyrion

– Anche tu, mio leone. –Shae, 2.09

I peggiori sopravvivono sempre. –Sansa, 2.09

L’unico modo affinché il popolo resti leale è essere certi che abbiano più paura di te che del nemico. –Cersei, 2.09

Gli dei non hanno pietà, sono dei per questo. –Tywin, 2.09

Le donne hanno altre armi oltre alle lacrime. Quella tra le gambe è la più efficace. Impara ad usarla. –Cersei, 2.09

Abbiamo tutti i nostri punti deboli. –Varys, 2.10

A volte, per un genitore è meglio non umiliare i figli e permettere che commettano degli errori. È così che si impara. –Michelle Fairley, Il Trono Di Spade: Il Cerchio Interno

Sa che, allo stesso tempo, quello è ciò che vuole, perché gran parte di ciò che è è nel suo destino ed è che è stata mandata a fare. Quindi pensa: “Non sarei felice qui con l’uomo che amo e il mio bambino mai nato. Perché devo rispondere a ciò che rende Dany quello che è.” Credo sia questa la bellezza dei libri, la bellezza dei personaggi e della storia, è la vita e ciò che accade. Niente è facile. –Emilia Clarke, Il Trono Di Spade: Il Cerchio Interno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.