Aforismi

Six Feet Under Stagione 5 (2005)

A volte nella vita è impossibile capire perché accadono certi eventi. –David, 5.01

Le coppie non litigano mai quando scoppiano, scoppiano. –David, 5.01

Devi sempre sapere di poterti fidare. –Ruth, 5.01

Nessuno è perfetto. Devi dare modo alle persone di conoscerti. –Vanessa, 5.01

La vita è uno schifo tutti i giorni e poi tu lo sai molto meglio di altri. Bisogna andare avanti e che cazzo! –Nate, 5.01

Io prendo te, Nate, con tutti i tuoi pregi e i tuoi difetti, e offro tutta me stessa a te, con tutti i miei tanti pregi e i miei pochi difetti. Da questo giorno in avanti sarò sempre qui se avrai bisogno di me e correrò da te se avrò bisogno di una mano. –Brenda, 5.01

Prometto tutta me stessa a te amore, per l’eternità. –Ruth, 5.01

Io prendo te Brenda, come mia sposa e giuro di esserti fedele, di amarti e di onorarti, di condividere e coltivare le tue speranze,  le tue aspirazioni e i tuoi sogni, per il resto della nostra vita. –Nate, 5.01

È così che tu vuoi nostro figlio e non sarò certo io quello che te lo nega, anzi ti aiuterò ad avere tutto quello che vuoi. –David, 5.01

Ogni attimo della tua vita ti ha condotta a questo. –Lisa, 5.01

È meglio che oggi sia andata così. Se fosse stato il nostro giorno più bello sarebbe già finito. –Nate, 5.01

Io non so mai che cosa aspettarmi. Ogni giorno è una nuova avventura. –Ruth, 5.02

Grazie per averlo detto. A volte ho solo bisogno di sentire qualcuno che mi capisce. –Ruth, 5.02

Devi cercare un obiettivo al tuo livello. –Margaret, 5.02

Devo prendere quello che la vita mi offre, così come me lo offre. –Nate, 5.02

Non ti piace chi sei, come vivi? Perché se senti di voler cambiare qualcosa, fallo e adesso. –Nate, 5.02

Abbiamo una vita sola, o te la godi o ti mette sotto. –Nate, 5.02

Tutto quello che conosciamo si tiene insieme per miracolo. –Claire, 5.02

È che non posso pensare a niente di più grande dell’avere un figlio insieme, guardarlo negli occhi e vedere che ti somiglia. –Keith, 5.02

Sono un uomo nuovo con te, tu mi hai cambiato la vita. –Billy, 5.03

Il tempo non aiuta vero? –Nate, 5.03

Io cerco di sorridere spesso, ma non è una cosa che si può fare a comando. –Ruth, 5.03

Io sto imparando dalla vita. –Claire, 5.03

Io le voglio bene, Maggie, senza di lei sono finito. Ti prego, non voglio perderla. –George, 5.03

Il tempo vola quando fingi di divertirti, il tempo vola quando fingi di amare Brenda e quel bambino che lei vuole da morire, il tempo vola quando fingi di capire quello che gli altri vogliono dire con la parola “amore”. –Nathaniel, 5.04

Dire “no” è la cosa più difficile del mondo. –Parrucchiere, 5.04

È la cosa più difficile del mondo guardare i tuoi figli diventare grandi e andarsene. –Ruth, 5.04

Ho la sensazione che tutto quello che faccio tutto il giorno sia cercare disperatamente di trovare un punto di contatto con le altre persone, ma nonostante la quantità di energia che sprechi per… per arrivare alla stazione in tempo, per salire su quel treno, non esiste nessuna garanzia che ci sarà qualcuno ad aspettarti, chi verrà a prenderti. –Nate, 5.04

Io so che se pensi che la vita sia un distributore automatico in cui inserisci la virtù e viene fuori la felicità, probabilmente resterai molto deluso. Lo so per certo. –Maggie, 5.04

Sono così fortunato e odio essere fortunato. Nessuno è fortunato ad avere me, nessuno è mai stato fortunato ad avere me. –George, 5.04

Ti perdono Claire, però ammettilo, devi dirmi… devi essere onesta con me. –Billy, 5.04

Se la Musa non c’è non te la puoi inventare. –George, 5.04

I bambini devono conoscere la loro vita, è così che formano il senso di consapevolezza. –Brenda, 5.05

Col tempo le cose cambiano. –Victoria, 5.05

Tutta la vita è una compra-vendita. –Margaret, 5.05

Come fai a sapere quello che proverai in futuro? È impossibile per chiunque. –Billy, 5.05

Niente dipende da noi. –Sarah, 5.06

Promettimi che diventerai ciò che desideri. –Ruth, 5.06

L’amore non è quello che senti, è quello che fai e se la persona con cui stia non vuole il tuo amore, è meglio riservarlo per qualcuno che lo accetti. –Nate, 5.06

Nessuno può dire agli altri che cosa fare. –Sarah, 5.06

Fingere che qualcosa funzioni non significa risolvere il problema. –Keith, 5.06

Spesso la salute di qualcuno è la malattia di un altro. –Victoria, 5.07

È facile essere gentili con le persone che non devi incontrare. –Claire, 5.07

La vita fa già abbastanza schifo anche quando è semplice, perché devi rischiare di complicartela senza nessun motivo reale? –Maggie, 5.07

Una volta nella vita fai quello che ti senti, non quello che vogliono gli altri o quello che senti come un tuo obbligo morale. –Brenda, 5.07

Hai un tale vuoto dentro che hai bisogno di riempirlo con qualcosa di così ridicolo. –Brenda, 5.08

Non c’è un vero motivo per molte cose che facciamo. –Nate, 5.08

Un mondo in cui sono povero non mi sembra migliore. –David, 5.08

Attraversiamo tutti periodi sterili. Dobbiamo lasciare che il terreno riposi per prepararsi alla nuova fioritura. –Olivier, 5.08

Se vuoi cambiare la dinamica del tuo rapporto, devi prima cambiare tu. Se vuoi che lui si apra con te, devi aprirti con lui per prima. –Jackie, 5.08

Hai il diritto di avere paura. La vita fa paura. –Maggie, 5.08

La libertà si paga. –Ted, 5.09

Dimmi un solo diritto o una libertà civile che non sia sporcata dal sangue per cui la gente non abbia lottato o dato la vita? –Ted, 5.09

Dobbiamo affrontare la verità. –Nate, 5.09

Ho molto per cui combattere. –Nate, 5.09

– Come si fa ad andare avanti? –Federico

– Come il resto del mondo. –David, 5.10

Ci può succedere di tutto. –Federico, 5.10

Non sei da sola, non sarai mai da sola. –Sarah, 5.10

A volte non possiamo essere dove vorremmo essere. –Keith, 5.10

È un passo dalle “Odi mistiche” di Rumi. “La morte è il nostro matrimonio con l’eternità. Qual è il segreto? Dio è uno, la luce del sole si divide entrando nelle finestre di una casa. Questa molteplicità esiste come nei grappoli dell’uva, non si trova però nel succo prodotto dagli acini. Per chi vive nella luce di Dio, la morte del corpo è una benedizione. Di lui non si dica né bene né male, perché Egli ora si trova oltre il bene e il male. Fissate i vostri occhi su Dio e non parlate di quello che è invisibile, in tal modo Egli potrà posare ancora lo sguardo nei vostri occhi. È questa la luce eterna che è la luce di Dio. La luce effimera è un attributo del corpo e della carne. Signore Iddio che doni la grazia della visione, la colomba della visione vola rapida verso di voi con le ali del desiderio”. –Poesia letta da Sarah, 5.10

Solo tu puoi decidere quand’è il momento. –Keith, 5.11

Tutti quelli che conosci moriranno. –Claire, 5.11

La vita è una sola. Non esiste dio, regola, giudizi morali tranne quelli che accetti o che crei per te stesso e quando è finita, è finita. Un sonno senza sogni in eterno. Perché non provare ad essere felici? –Nate, 5.11

Nessun altro ti capisce. –Billy, 5.11

Perché me la prendo tanto per qualcosa che mi da solo preoccupazioni? –David, 5.12

– Ci siamo sempre aggrappati disperatamente al passato, perché poi? –David

– Perché speravamo nel futuro. –Ruth, 5.12

Io non ho mai quello che voglio, mai. –Ruth, 5.12

Vai! Vivi! Sbloccherò i tuoi soldi dell’eredità, prendili e scopri quello che la vita ha in serbo per te! –Ruth, 5.12

Tesoro, ho sempre rimpianto di essere rimasta a casa ad accudire una donna malata. Non ce l’avrò mai con te, o con qualcuno dei miei figli, o Nathaniel ovviamente, però ce l’ho da sempre con me stessa, per non essermi mai data una vera alternativa e non permetterò che adesso tu commetta il mio stesso sbaglio. –Ruth, 5.12

Sei troppo in gamba, sei troppo buono, non ti buttare via così. –Claire, 5.12

Ho vissuto tutta la mia vita nel terrore, con la paura di non essere pronto, di non essere adatto, di non essere chi dovevo essere. E dove sono arrivato? –Nate, 5.12

Pregherò perché qualunque cosa accada, la speranza non ti abbandoni mai. –Ruth, 5.12

– Grazie per quello che hai fatto per me e grazie per avermi dato la vita. –Claire

– Sei tu che hai dato la vita a me. –Ruth, 5.12

Tutte le cose belle prima o poi finiscono. –Mathew St. Patrick, Contenuti Speciali, 2001-2005 In Memoria

Viviamo in una società che nega l’esistenza della morte. Ci facciamo intrattenere dalla morte, da film violenti che la banalizzano senza raffigurarla per quello che è. –Alan Ball, Contenuti Speciali, 2001-2005 In Memoria

Una volta, John Lennon disse: “la vita è ciò che ci succede mentre facciamo altri piani”. –Peter Krause, Contenuti Speciali, 2001-2005 In Memoria

Le relazioni hanno un significato e poi qualcosa le fa finire. –Franes Conroy, Contenuti Speciali, 2001-2005 In Memoria

Niente è pulito, niente è semplice. –Ben Foster, Contenuti Speciali, 2001-2005 In Memoria

Si vede perdonare. –Mathew St. Patrick, Contenuti Speciali, 2001-2005 In Memoria

Non smetti mai di pensare a tuo padre e non smetti mai di cercare di analizzare la relazione che hai avuto o che non hai avuto con lui. –Richard Jenkins, Contenuti Speciali, 2001-2005 In Memoria

Si impazzisce quando si vive un lutto. –Alan Ball, Contenuti Speciali, 2001-2005 In Memoria

E se c’è una cosa che vorrei dirvi sulla morte, è che la morte vi farà tacere in un soffio, quindi se avete qualcosa da dire, ditela. –Peter Krause, Contenuti Speciali, 2001-2005 In Memoria

In questa cultura, viviamo il nostro lutto privatamente, senza imbarazzare gli altri con le forti emozioni che proviamo. Ma quelle emozioni devono venire a galla. E ti fanno impazzire. –Alan Ball, Contenuti Speciali, 2001-2005 In Memoria

Non si può tornare indietro dopo Six Feet Under. –Craig Wright, Contenuti Speciali, 2001-2005 In Memoria

La morte e la necessità dell’ossigeno per vivere, sono le nostre sole certezze. –Lili Taylor, Contenuti Speciali, 2001-2005 In Memoria

La vita cambia, la vita sta cambiando per tutti. –Lauren Ambrose, Contenuti Speciali, 2001-2005 In Memoria

Niente ci accomuna di più del fatto di essere mortali. –Michael C. Hall, La Vita e La Morte, L’impatto di Six Feet Under

La morte arriva nel modo più assurdo. –Debora M. Kellom, La Vita e La Morte, L’impatto di Six Feet Under

La funzione funebre e quello che facciamo, è per i vivi. Ci occupiamo dei morti, ma siamo al servizio di chi è rimasto. –John C. Carmon, La Vita e La Morte, L’impatto di Six Feet Under

Quando una persona è circondata dalla morte, sembra che per controbilanciarla, abbia bisogno di un’esperienza intensa, di una fuga. –Alan Ball, La Vita e La Morte, L’impatto di Six Feet Under

Il nostro istinto di sopravvivenza ci spinge a sopravvivere alla sofferenza e al dolore. –Alan Ball, La Vita e La Morte, L’impatto di Six Feet Under

La nostra serietà nei confronti della morte è il nostro tentativo di respingere il miracolo in essa. –James Cromwell, La Vita e La Morte, L’impatto di Six Feet Under

Ci sono solo due cose che succedono nella vita di un essere umano: nasciamo e moriamo. Non dovrebbe esserci niente di più naturale della morte perché succede a tutti. –Daniel J. Biggins, La Vita e La Morte, L’impatto di Six Feet Under

Se qualcuno che ami muore, è come se ti venisse strappata una parte di te. E non c’è modo di uscirne se non passandoci attraverso. –Alan Ball, La Vita e La Morte, L’impatto di Six Feet Under

Non c’è un limite di tempo per il lutto. –Melanie Bryant, La Vita e La Morte, L’impatto di Six Feet Under

C’è una ragione per cui esistono le lapidi, i cimiteri. A volte, le persone hanno bisogno di un posto organizzato che li aiuti a vivere il proprio dolore. –Theodore Hovey, La Vita e La Morte, L’impatto di Six Feet Under

Il dolore per la perdita di qualcuno è un processo che si deve affronta ree che ti riempie. E quando succede, non puoi non avere una reazione. –Alan Poul, La Vita e La Morte, L’impatto di Six Feet Under

Non si è mai pronti alla morte di una persona cara. –Melanie Bryant, La Vita e La Morte, L’impatto di Six Feet Under

La vita ti sorprende e ti rendi conto che non rivedrai mai più quella persona e non provi che rimpianto. –Lauren Ambrose, La Vita e La Morte, L’impatto di Six Feet Under

Ciò che accadrà poi sarà una sorpresa quanto lo è vivere ed è qualcosa di cui rallegrarsi. –Peter Krause, La Vita e La Morte, L’impatto di Six Feet Under

Tutti noi moriremo e se non siamo pronto ad affrontare la realtà della morte, non possiamo cominciare a vivere. –Alan Ball, La Vita e La Morte, L’impatto di Six Feet Under

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.