Aforismi

Six Feet Under Stagione 1 (2001)

Sto buttando la vita al vento ma non lo capirò finché non sarò arrivato sul letto di morte. –Nate, 1.01

Ma come ragioni?! Possiamo fare sesso ma non posso darti una spalla su cui piangere? –Keith, 1.01

La solitudine è un’esperienza dura. –Nate, 1.01

Tutti perdonano sempre tutti prima o poi. –Nate, 1.01

– Era nostro padre! –Nate

– Per favore, controllati. –David

– Puoi riempirlo di prodotti chimici, lo puoi truccare da ballerina, puoi… puoi far finta che schiacci un pisolino nella camera ardente, ma resta il fatto che l’unico padre che abbiamo mai avuto se n’è andato, per sempre! È terrificante, ma è una cosa che fa parte della nostra vita e se non ti sporcherai le mani, non l’accetterai. Io lo accetto. Intendo onorare il vecchio bastardo facendo vedere a voi e a tutto il mondo che da quando lui è morto mi sento uno schifo! –Nate, 1.01

Non dare la colpa a me se non hai avuto la vita che volevi. La colpa è solo tua e di nessun altro! –Nate, 1.01

NATHANIEL SAMUEL FISHER (1943 – 2000)

Si chiama shock. Ci protegge da quello che sentiamo veramente. –Nate, Scene Tagliate, 1.01

A Natale la solitudine fa un sacco di guai. –David, 1.02

Tutti abbiamo le nostre ferite. Ce le portiamo dentro per tutta la vita e alcune volte finiscono anche con l’ucciderci. I problemi lasciano un segno nello spazio, lo lasciano nel tempo e dentro di noi. –Brenda, 1.02

Hai avuto la garanzia dell’istruzione, è un privilegio che hanno in pochi al giorno d’oggi. –Ruth, 1.02

Il punto non è cosa è giusto. –Ruth, 1.02

Ho buttato la vita al vento? Fanculo, almeno me la sono goduta! –Nate, 1.02

Tutti al mondo hanno dei problemi. –Ruth, 1.03

– Non puoi decidere per tutti e lo sai. –David

– Ho il 50%. –Nate

– Non hai lavorato qui per 11 anni, non puoi essere tu a scegliere di mollare tutto. –David

– Vuoi andare avanti per scelta o solo per far felice un pover’uomo che non c’è più? –Nate, 1.03

Chi può sapere quanto ci resta da vivere? Dobbiamo fare le cose che ci piacciono. –Ruth, 1.03

Sai che vorrei? Vorrei che la gente, almeno una volta, non si comportasse per quello che sembra. –Claire, 1.03

Ho fatto il turista tutta la vita. ora ho l’occasione di riscattare il tempo che ho perso. –Nate, 1.03

A volte la tua sincerità è seccante. –Nate, 1.03

– Se hai perso qualcosa, guarda sotto il letto, è lì che finisce sempre tutto. –Ruth

– Grazie, ma credo che sta volta non servirà. –Nate

– È risaputo, chiedi a chi vuoi, se qualcuno perde qualcosa la ritrova sotto il letto. –Ruth, 1.03

Godetevi queste belle giornate, non dureranno a lungo. Credete che l’amore duri per sempre, ma non è così. Presto o tardi inizierete a darvi sui nervi, allora smetterete di coccolarvi e dirvi le cose carine e non ne vedrete il motivo. Sarete sicuri di conoscervi, ma non sarà così, non vi conoscerete e alla fine non solo parlerete sempre meno fra voi, ma inizierete a raccontarvi fandonie. E quando penserete che peggio non può andare, l’altro morirà. In un modo o nell’altro, rimarrete da soli, senza sapere chi siete o che cosa volete. –Ruth, 1.03

– Se non posso fare neanche questo, allora qual è il mio ruolo nella vita? –Nate

– Viverla e lo stai facendo, quindi rilassati. –Brenda, 1.03

Non puoi controllare sempre tutto, nessuno può farlo. L’unica cosa che sappiamo di sicuro è che niente dura in eterno.–Brenda, 1.03

Non voglio stare attenta, voglio sentirmi viva! –Ruth, 1.03

Tutto quello che fai ha delle conseguenze. –Keith, 1.03

Quando qualcuno ti vede per come sei veramente e ha voglia di amarti, è meraviglioso. –Keith, 1.03

Non mettiamo alla porta chi soffre. –Nate, 1.04

Neanche tu ora ti rispetti? –Keith, 1.04

Chi gli da il diritto di fare casino nella tua vita? –Paco, 1.04

Se l’ho fatto è anche perché ti amo e comunque non scappo davanti a nessuno. –Keith, 1.04

Ci sono tragedie anche peggiori della morte. Sono cose che neanche puoi immaginare. –David, 1.04

Impara a rispettarti. –Paco, 1.04

La vita è dura. –Ruth, 1.05

Solo perché non mi hai buttata in un cassonetto non posso desiderare una vita migliore? –Claire, 1.05

Ogni tipo di relazione costa un duro lavoro. –Consulente Claire, 1.05

Perché vuoi abbracciare un’organizzazione che non ti apprezza? –Keith, 1.05

Ci sono cose che devo scoprire da sola. –Claire, 1.05

Ti prego, non sacrificare mai niente per causa mia. –Ruth, 1.06

Siamo tutti soli: vieni al mondo da solo e te ne vai da solo. –Signor Jones, 1.06

    Uno dei pregi d’essere schiattato: dopo la tua morte sai quello che succede e impari anche il senso della vita. Nathaniel, 1.06

La vita è sprecata in mano ai vivi. –Nathaniel, 1.06

Non voglio che alla mia morte nessuno sappia che persona sono stato. –Nate, 1.06

Ogni persona ha diritto alla sua vita privata. –David, 1.06

La vita è troppo corta per avvelenarci così. –Nate, 1.06

– Possibile che ogni uomo che respira sia un bastardo? –Claire

– In un modo o nell’altro. Del resto lo siamo anche noi. –Brenda, 1.06

È spaventoso vedere quanto si cambia. –Ruth, 1.06

Ricorda che non esisti solo tu. –Ruth, 1.07

Non si brucia una persona come la spazzatura. –Federico, 1.07

“Il potere dell’uomo dipende da ciò che conosce. Quindi a che serve conoscere qualcosa di inutile?” –Castaneda, Claire, 1.07

La mia vita in questi giorni è complicata e confusa, ho dovuto superare molte gravi perdite, mio padre, il mio… e l’unica cosa che mi ha aiutato ad andare avanti è stato avere un punto di riferimento che non fosse cambiato come la mia vita. Del resto la chiesa è anche un luogo per trovare rifugio. –David, 1.07

È il suo matrimonio, può fare quello che vuole. –Ruth, 1.07

Voglio solo che suo fratello abbia il funerale che sognava perché è giusto che sia così. Così gli nega quello che voleva, che la sua morte avesse un significato. –Nate, 1.07

Sappiamo che l’unico modo per uscire da una crisi è quello di non entrarci. –David che Cita Nathaniel, 1.08

Ne ho le scatole piene di questa storia. Un giorno sei la sua vita e il giorno dopo non si fa viva per una settimana! –Nate, 1.08

In fondo nessuno è mai quello che sembra. –Parker, 1.08

Nessuno deve niente a nessuno. –Ruth, 1.08

Io ti amo e rimarrò con te quanto vorrai, ma c’è un limite alla quantità di polvere che posso mangiare. –Nate, 1.08

Credo di avere imparato una cosa d’importante: che nella vita quello che credi di avere imparato non serve a niente. –Claire, 1.08

La vita continua. –David, 1.08

La carne è debole. –Gabriel, 1.09

Non dobbiamo costringere la gente a fare quello che non vuole solo perché crediamo che stia sbagliando. –David, 1.09

Non è mai troppo tardi. –Billy, 1.09

Sapete cosa trovo interessante? Quando qualcuno perde il suo consorte viene chiamato vedovo o, nel caso, vedova. Se per un qualsiasi motivo muoiono i tuoi genitori allora diventi un orfano. Ma non esiste una parola che identifichi il genitore che vede morire suo figlio. Ritengo che sia una situazione troppo terribile per avere anche un nome. –Brenda, 1.09

Se vuoi essere utile alle persone che bussano alla tua porta in cerca d’aiuto, devi imparare anche a capire il loro stato d’animo. –Brenda, 1.09

Troppi scrupoli fanno male. –Brenda, 1.09

Non ti piacerebbe una vita facile. –Brenda, 1.09

Tutti dobbiamo morire: alcuni vivono cent’anni, altri non riescono a superare il primo giorno. Sarà triste, ma così è la vita. –Nate, 1.09

Anche la sua vita ha un maledetto orologio che corre, come quello di tutti. –Nate, 1.09

Non si fa mai abbastanza per proteggere i propri figli. –Ruth, 1.09

Con che coraggio critichi un lavoro che non sai fare? –David, 1.10

Tutte le persone sono difficili da gestire: la prima facciata che presentano può essere noiosa o aggressiva perché sono nervose. Dopo aver passato un po’ di tempo con loro, ti accorgi che c’è un altro lato che vale la pena di conoscere. –Ruth, 1.10

Spesso la gente non è come sembra. –David, 1.11

Alcuni bambini sono troppo buoni per questo mondo. –Nate, 1.11

Non fate niente che io non farei. –David, 1.11

Com’è possibile che l’inizio e la fine siano così immediati? –Federico, 1.11

Dicono che tutti i bambini appena nati somiglino al padre. È così che la natura aiuta a capire la paternità. –Ruth, 1.12

Sai che significa respingere qualcuno al quale ti sei dedicato per tutta la vita? capisci l’importanza di amare a tal punto un’altra persona? –Brenda, 1.12

Lo so che non ti va a genio, ma so anche che mi vuoi bene a prescindere da chi frequento nella vita privata. –Ruth, 1.12

– Dio ci mette costantemente alla prova e noi dobbiamo scegliere il bene, così da trionfare sempre contro il male. L’unica cosa è che sono in pochi quelli che lo fanno. –Marcus Foster, Jr.

– Non hai nessuna scelta. È Dio che decide tutto fin dall’inizio. –David, 1.12

La fiducia si guadagna! –Billy, 1.12

Ti dirò, fa piacere sapere che essere iellati è sempre meglio che essere idioti. –Claire, 1.12

Un figlio sa sempre quello che i genitori si aspettano da lui. –Robbie, 1.12

Relazionarsi con gli altri è sempre un modo per conoscere una parte di noi stessi. –Psicologo di Claire, 1.12

Sei una donna difficile, complessa e troppo spesso anche permalosa, ma non riesco a immaginare una vita senza di te. Giura che prenderai lezioni di guida, promettimi che vivrai più a lungo che puoi e che avrai cura di te, perché se ti perdessi non so che farei. E se vuoi che ci sposiamo ora sono pronto. –Nate, 1.13

L’unico modo in cui puoi essere sicuro di quello che affermi è di averlo provato personalmente e di averlo vinto. –David, 1.13

Gli uomini sono così stupidi. –Ruth, 1.13

Certe battaglie non possono essere vinte e in questa non c’è scampo. –Padre Jack, 1.13

Hai troppa paura di quello che prova il tuo cuore. –Nikolai, 1.13

Ho capito che non avrei potuto diffondere nel mondo l’amore di Dio se lo negavo anche a me stesso. –David, 1.13

– Perché le persone devono morire? –Tracy

– Per dare importanza alla vita. Nessuno sa quanto tempo gli rimane. Dobbiamo vivere ogni giorno al meglio. –Nate, 1.13

Sii felice per lei. Ha vissuto bene la sua vita. è il massimo che possiamo chiedere tutti. –Nate, 1.13

Tutti abbiamo un lato che è il nostro rapporto con noi stessi, che nessun altro conosce mai. –Peter Krause, “Dietro le Quinte”: Speciale con il Cast e i Tecnici

Ci sono tante cose da sapere che non si sanno di tutti noi. –Peter Krause, “Dietro le Quinte”: Speciale con il Cast e i Tecnici

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.