Aforismi

Doctor Who Stagione 4 (2008)

Nell’Antica Roma tutto fa moda. –Decimo Dottore, 4.02

Non c’è niente da preoccuparsi quando è tutto in regola. –Decimo Dottore, 4.02

– Un nome non è che una nube portata dal vento. –Lucius Petrus Dextrus

– Ma il vento si sente più nell’oscurità. –Decimo Dottore

– Certo. Ma cos’è l’oscurità se non un presagio del sole? –Lucius Petrus Dextrus

– Ammetto che ogni sole debba tramontare e, tuttavia, il figlio del padre deve anche sorgere. –Decimo Dottore, 4.02

Un seme nel vento può andare in qualunque direzione. –Lucius Petrus Dextrus, 4.02

Non è bello? Adoro non sapere, mi tiene in ansia. Penso sia orribile essere un profeta. Ogni mattina ti svegli e sai che tempo fa. Toglie tutto il divertimento alla vita. –Decimo Dottore, 4.02

Anche la notte più lunga giunge al termine. –Caecilius, 4.02

– Ci sono cose fisse e altre in divenire. Pompei è una di quelle fisse. –Decimo Dottore

– E come fai a distinguerle? –Donna

– Perché è così che vedo l’universo. In ogni istante io vedo le cose come sono, com’erano, come potrebbero essere, come non devono essere. È il fardello di un Signore del Tempo e io sono l’ultimo. –Decimo Dottore, 4.02

È il vantaggio di un lavoro a conduzione familiare, dottor Ryder: il tocco personale. –Signor Halpen, 4.03

Cosa buffa il subconscio, prende ogni tipo di forma. –Decimo Dottore, 4.03

Le parole sono le armi delle donne. –Generale Staal, 4.04

Quelli con la pistola sono sempre i nemici a casa mia. –Decimo Dottore, 4.04

Conosci il Dottore, è fantastico, è brillante, ma è come il fuoco. Chi gli sta troppo vicino rischia di bruciarsi. –Martha, 4.04

Non è facile essere intelligenti. Tu guardi il mondo e associ delle cose, cose a caso. Pensi “perché nessun altro le vede?” Il resto del mondo è così ottuso. Sei così solo. –Decimo Dottore, 4.04

Non è mai troppo presto per la guerra. –Generale Staal, 4.04

Un generale sarebbe uno sciocco se rivelasse la sua strategia al nemico! –Generale Staal, 4.05

Il coraggio degli idioti va considerato comunque coraggio. –Generale Staal, 4.05

Smettila di sottovalutarti! –Decimo Dottore, 4.05

– “Non fare domani quello che puoi fare oggi”, dice mia madre perché… –Martha

– …perché non sai quanto tempo ti rimane. –Clone di Martha, 4.05

Un vero guerriero non parla, agisce! –Generale Staal, 4.05

Chi se ne importa dell’universo, ho un mondo fantastico tutto mio ora. –Martha, 4.05

Non si forma una parentela da un incidente biologico. –Decimo Dottore, 4.06

Senti, solo perché condivido alcuni tratti fisiologici con i primati questo non mi rende lo zio di una scimmia, giusto? –Decimo Dottore, 4.06

Uccidere, dopo un po’ ti infetta il cuore e quando succede, non torni più indietro. –Decimo Dottore, 4.06

C’è sempre una scelta. –Decimo Dottore, 4.06

Non è impossibile, solo improbabile. –Decimo Dottore, 4.06

Conosco quello sguardo. Sì, l’ho visto parecchie volte negli uomini che spingono i passeggini. Tu sei in preda a uno shock. Paternità inaspettata. Ci vuole un po’ per abituarsi. –Donna, 4.06

– Tutte quelle cose per cui sei pronto a morire. Ho pensato per un momento che avessi trovato qualcosa per cui vivere. –Martha

– Oh, c’è sempre qualcosa per cui vivere. –Decimo Dottore, 4.06

Il brivido sta nella caccia, mai nella cattura. –Agatha Christie, 4.07

Quando siamo insieme a Dio non siamo mai da soli. –Reverendo Golightly, 4.07

C’è sempre qualcun altro. –Donna, 4.07

Il tempo cambia di continuo. –Decimo Dottore, 4.07

L’esca è nella trappola. –Agatha Christie, 4.07

Nessuno sa se entrerà nella storia ma si spera nel meglio. –Decimo Dottore, 4.07

Puoi giurarci, la gente non smetterà mai di amare i libri! Cinquantunesimo secolo, ormai avete gli olo-video, i download cerebrali, i romanzi spray, ma avete bisogno dell’odore, il profumo dei libri! –Decimo Dottore, 4.08

La morte serve, senza tutto sarebbe commedia. La morte da spessore! –Decimo Dottore, 4.08

Sono un idiota! Ho troppi pensieri nella testa, non c’è spazio! Mi serve una testa più grande! –Decimo Dottore, 4.08

Pressoché tutte le specie nell’universo hanno un’irrazionale paura del buio, ma si sbagliano perché non è irrazionale. –Decimo Dottore, 4.08

Non tutti tornano indietro dal buio. –Decimo Dottore, 4.08

Io sono il Dottore e siete nella più grande biblioteca dell’universo. Leggete di me. –Decimo Dottore, 4.09

Il tempo può essere riscritto! –Decimo Dottore, 4.09

Quando corri con il Dottore pensa che non debba finire mai ma, per quanto tu possa provarci, non puoi correre per sempre. Tutti quanti sappiamo che dobbiamo morire e nessuno lo sa meglio del Dottore. Ma io sono sicura che tutti i cieli di tutto l’universo cadrebbero nell’oscurità se lui, un giorno, anche solo per una volta, lo accettasse. Tutti sappiamo che dobbiamo morire, ma non ogni giorno, non oggi. Ci sono giorni speciali, giorni davvero molto fortunati. Ci sono giorni in cui non muore nessuno. E ogni tanto, anche se molto molto raramente, diciamo un giorno su un milione, quando il vento soffia leggero e il Dottore risponde alla chiamata, tutti vivono. –VFC River Song, 4.09

Professore, è bello che lei abbia le idee chiare, ma forse l’universo ha delle idee tutte sue. –Decimo Dottore, 4.10

– Due persone sono morte. –Hostess

– Facciamo che non siano tre! –Decimo Dottore, 4.10

A volte penso che si verifichino troppe coincidenze attorno a te. Ti ho incontrato una volta, poi ho incontrato tuo nonno e di nuovo te. Per quanto sia vasto l’universo ti ho incontrata una seconda volta. È come se qualcosa ci legasse. –Decimo Dottore, 4.11

Comunque passerà. Tutto passa. –Decimo Dottore, 4.13

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.