Aforismi

The Tudors Stagione 2 (2008)

Qui tacet consentire videtur. Chi resta in silenzio dà per buono il consenso. –Eminenza al Parlamento, 2.01

Sempre? Come fate a dirlo, Thomas? Come fate a sapere cosa il futuro porterà con se? –Anna, 2.01

Non ci possono essere tre persone in un matrimonio. –Anna, 2.01

Un matrimonio felice è qualcosa da desiderare. –Enrico, 2.01

Sapete cosa dicono i francesi: “una corte senza dame è come un giardino senza fiori”. –Thomas Wyatt, 2.02

Io vi amo, vi amo con ogni mio singolo respiro, con ogni fibra del mio essere e sono vostra. –Anna, 2.01

Le donne sono spesso volubili, solamente i folli si fidano. –Re Francesco, 2.01

È molto più arduo avere tutto che non avere niente. –Re Francesco, 2.01

Chiunque preferisce un astro nascente a uno calante. –Thomas Wyatt, 2.03

Tutto nella vita è ridicolo, pensare altrimenti è solo un vezzo dell’umana vanità. –Smeaton, 2.03

Dopotutto quale male una nullità potrà mai infliggere alla nostra Santa Chiesa? –Papa Paolo III, 2.03

Se dovessi scegliere tra un’estrema gioia e un estremo dolore, sceglierei sempre il dolore. Nella felicità ci si dimentica delle cose spirituali, ci si dimentica di Dio. Ma nella sofferenza Lui è sempre con noi. –Caterina, 2.03

Vi voglio felice, vi voglio sorridente. Ricordate, siete la mia regina, ora. –Enrico, 2.03

Il pastore non può restare impassibile mentre il lupo penetra nell’ovile e minaccia il suo gregge. –Papa Paolo III, 2.04

Purtroppo la natura umana non può cambiare. –Catherine, 2.06

Io posso trascinarvi in basso tanto in fretta quanto vi ho portata in alto! –Enrico, 2.06

La gente di successo riconosce le paure solo negli altri. –Tommaso Bolena, 2.07

L’amore che provo per voi è così grande che mi si spezza il cuore vedervi amare altre. –Anna, 2.08

“Verità” disse Pilato, “cos’è la verità?” –Enrico, 2.09

A volte, vostra grazia, per riuscire a sconfiggere il male bisogna accordarsi col diavolo. –Cromwell, 2.09

Questi giorni di sangue il cuore mi hanno spezzato, lussuria e giovinezza mi hanno abbandonato. Del vostro spirito affranto molti hanno rimpianto. Un dolore così atroce fa levare alta la voce. Grande è lo sconforto per la vostra morte. Fugace fu la vostra lieta sorte, prima che forte nascesse il pianto, un marcio ramo su un albero troppo alto vi scivolò di mano e vi dette la morte. Giorni di sangue il cuore mi hanno spezzato, lussuria e giovinezza mi hanno abbandonato. Cieco è il desiderare delle anime ambiziose. Chi si vuole innalzare abbraccia la sua croce e sopra il trono si abbatte il tuono. –VFC Wyatt che scrive poesia, 2.09

Io confesso la mia innocenza davanti a Dio. Solennemente giuro per la dannazione della mia anima che mai fui infedele al mio signore e marito, né mail lo offesi col mio comportamento. Non dico di aver sempre avuto nei suoi riguardi quell’umiltà che gli dovevo, considerata la cortesia e il grande onore dimostratomi, nonché il rispetto sempre accordato. Ammetto anche di aver spesso nutrito gelosia nei suoi riguardi, ma Dio sa e mi è testimone che non ho mai peccato contro di lui in nessun altro modo. Non dico questo nella speranza di prolungare la mia vita. Dio mi ha insegnato come morire e rafforzerà la mia fede. Circa mio fratello e coloro che sono stati condannati ingiustamente, io avrei accettato di morire più volte per vederli liberi, ma poiché questa è la volontà del re, li accompagnerò volentieri nella morte con questa certezza: che io trascorrerò la vita eterna insieme a loro in pace. –Anna si Confessa all’Arcivescovo Cranmer, 2.10

C’è una stagione per ogni cosa e un tempo per ogni scopo sotto questo cielo: un tempo per nascere e un tempo per morire, un tempo per seminare e un tempo per raccogliere ciò che si è seminato, un tempo per piangere e un tempo per ridere, un tempo per gettare sassi e un tempo per raccoglierli, un tempo per gemere e un tempo per danzare. Ciò che è stato è adesso e ciò che dovrà essere è già stato. Un tempo per avere e un tempo per dare, un tempo per servare e un tempo per gettare via, un tempo per stracciare e un tempo per rammendare, un tempo per tacere e un tempo per parlare. Io ho detto al mio cuore che Dio giudicherà i giusti e i malvagi, poiché c’è un tempo per ogni scopo sotto il sole. –Sacerdote legge la Bibbia ad Anna mentre si prepara, 2.10

Il mondo è un luogo davvero infido. –Educatrice di Elisabetta, 2.10

Brava gente cristiana, io sono venuta qui a morire rispettando la legge e rimettendo me stessa alla volontà del re, mio signore e se nella mia vita ho mai offeso la grazia del re, di certo con la mia morte farò adesso ammenda. Io prego e imploro tutti voi di pregare per la vita del re, il mio e il vostro sovrano e signore che è uno dei migliori principi sulla faccia della Terra e che mi ha sempre trattato con benevolenza. Per cui io mi sottopongo alla morte volentieri e chiedo umilmente perdono a tutto il mondo. Se qualcuno dovesse accogliere la mia causa, chiedo solo di venire giudicata con clemenza. –Anna prima della Decapitazione, 2.10

Così io mi congedo dal mondo e da voi. Desidero con tutto il cuore che preghiate per me. –Anna, 2.10

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.