Aforismi

Smallville Stagione 4 (2004-2005)

– Per certe cose va corso il rischio. –Lex

– Che c’è di più importante della tua vita? –Dottoressa

– La verità! –Lex, 4.01

La mia ragazza mi invita in una vecchia cripta per strofinare l’ottone. Pensavo fosse un codice per dirmi altro. –Jason, 4.01

L’unica cosa che è in grado di sfidare la volontà di un padre è l’amore di una madre. –Bridgette Crosby, 4.01

Lo sai che avevano definito Mussolini un salvatore? Non ha fatto una gran bella fine. –Lionel, 4.01

Tre reliquie nascoste in giro per il mondo da antiche civiltà scientificamente avanzate. La leggenda dice che quando saranno riunite porteranno ad un tesoro di conoscenza che la Biblioteca di Alessandria sarà niente a confronto. –Lex, 4.01

– Chloe Sullivan è rimasta uccisa in un tragico incidente. Non meritava di morire! –Lionel

– Ma io sì. È per questo che hai avvelenato il mio brandy? –Lex

– Ah! Ma che razza di mostro credi che io sia? –Lionel

– Sono rimasto steso per dieci minuti prima che arrivassero i soccorsi, papà. Dieci minuti! Dissero che quella dose avrebbe ucciso qualunque uomo normale, ma evidentemente io non lo sono! –Lex

– No, non lo sei. Tu sei mio figlio. –Lionel

– Che Dio mi aiuti. Sai non dovresti ferire chi non puoi uccidere. –Lex, 4.01

Mio padre diceva sempre che la vita ti chiede ciò che sei in grado di affrontare. –Martha, 4.01

– Il mio dispiacere riguarda te e me. Mi dispiace che tu non abbia considerato le conseguenze delle tue azioni quando mi hai tradito. –Lionel

– Risparmiati le minacce, papà, non sono il bersaglio facile che tu credi! –Lex

– Tutti quei test, tutte quelle prove ti hanno reso più forte, ma questa volta è diverso. Tu non saprai mai quando verrai colpito, ma verrai colpito. Ogni bicchiere di vino che berrai, ogni chiave che infilerai, ogni amico che amerai, non avrai più un momento di pace. –Lionel, 4.02

Sono davvero poche le persone nella tua vita che riusciranno ad accettarti per quello che sei. –Lionel, 4.02

A volte bisogna fare la cosa giusta, non importa a quale costo. –Lex, 4.02

Da quando ti ha conosciuto non ha fatto altro che assistere a cose inspiegabili. Non puoi biasimarlo per aver cercato di sapere la verità. –Martha, 4.02

Ecco il problema dei ragazzi del liceo, sono solo apparenza: nascondono la realtà e tentano di essere ciò che non sono. –Lois, 4.03

Se vuoi distinguerti lo devi fare da solo. –Jason, 4.03

Mi sorprende sempre quello che hai fatto di questo posto. Hai visto un futuro in qualcosa che chiunque pensava fosse senza speranza. –Lex, 4.03

– È stato corretto da parte della scuola mandare un rappresentante a vedere come sta. –Lex

– Oh! Sì, ho solo pensato di fare un salto tornando a casa. Tutto qua. –Jason

– Non mi ha convinto. –Lex, 4.03

Lana merita il meglio. Spero che lei lo sia. –Lex a Jason, 4.03

Voglio che tu sappia che la ragione per cui ti amo non è visibile allo specchio. –Jason, 4.03

Non starò a bordo campo tutta la vita. –Clark, 4.03

Non sono mai stata così felice e non poterlo far vedere a tutti è veramente frustrante. –Lana, 4.04

I coach mi dicono che questa sarà una stagione di rinascita e voglio incoraggiarvi a tenere duro. Nella mia vita ho imparato che non si può rinunciare a qualcosa a cui si tiene veramente, anche quando si viene da una stagione di sconfitte. Continuate a provare! A volte c’è solo bisogno di ricominciare. Perciò vi prego, godetevi le vostre nuove divise. –Lex, 4.04

È impressionante quello che si può ottenere con una minigonna, no? –Lois, 4.04

Il mio lavoro non ha importanza, tu sì. Voglio renderti felice. –Jason, 4.04

– C’è un lato oscuro in me che non riesco a controllare. Comincio a pensare che sia la mia maledizione perché ogni rapporto che ho non finisce bene. –Lex

– Abbiamo tutti un lato oscuro. –Clark

– Già, ma io sento che il mio non sempre lo controllo. La tua amicizia mi aiuta a tenerlo a bada, mi ricorda che esiste della gente veramente buona al mondo e non voglio rinunciarci. –Lex, 4.04

– Che cos’è? –Clark

– La Porche da cui mi tirasti fuori. –Lex

– Perché è ancora qui? –Clark

– Perché è il simbolo di ciò che stavo perdendo. È finita, Clark. Sul serio. Sono disposto a dare a quest’amicizia un’altra possibilità, se lo vuoi. –Lex, 4.04

Preferirei essere circondato da pillole colorate che non avere te. –Clark, 4.05

Devo smettere di scappare da ciò che sono realmente. –Clark, 4.05

Voglio crederti. So che un vero amico non mi mentirebbe mai. –Lex, 4.05

Non preoccuparti, Clark. Il nostro ladro scoprirà che non c’è posto al mondo dove io non possa raggiungerlo. –Lex, 4.05

È più facile affrontare le tue paure se le condividi con qualcuno che ami. –Martha, 4.05

– Per quanto ci provi non puoi cambiare le persone per forza. –Jonathan

– Non è un cattivo ragazzo, è solo diverso, cosa di cui è consapevole. –Clark

– Clark, accettare i tuoi poteri e usarli male sono due cose ben distinte. –Jonathan

– Lo so. È solo che a volte c’è una parte di me che vorrebbe essere come lui. Passo tanto tempo a cercare di nascondere chi sono che a volte mi sento due persone separate. –Clark

– Clark, ti sorprenderebbe scoprire quante persone normali si sentono come te. Figliolo, tutti hanno dei segreti. Il tuo è solo più impegnativo. –Jonathan, 4.05

Io non voglio vivere così. Non voglio vivere avendo sempre paura. –Lana, 4.05

Ho deciso di giocare al cowboy e i miei speroni mi hanno tradito. –Lex, 4.05

Volevo vederti, Lex, per poterti dire addio guardandoti negli occhi. Ho fatto molte cose nella mia vita per le quali finirò col provare rimorso, ma ce né una per la quale non riuscirò mai a perdonarmi. Non ti ho mai detto che ti voglio bene. –Lionel, 4.06

Non mi sorprende affatto che un uomo attraversi tutto il mondo per cogliere il tuo succulento frutto. –Lionel in Clark, 4.06

Clark, tutti i condannati giurano di essere stati incastrati. –Lex, 4.06

Beh, se sono capace di mandare un colpevole in prigione, magari posso liberare un innocente. –Lex, 4.06

Non preoccuparti. Parigi può avere un magico effetto sulle persone, ma è come un incantesimo che si rompe quando non sei più li. –Lex, 4.07

– Il detto “se ami qualcuno lascialo andare” ha qualche controindicazione. –Clark

– Non centra niente l’amore, Clark. Stiamo parlando di quello che vuoi fare tu. Sul campo di gioco devi fare di tutto per vincere, ma se non vuoi fare lo stesso con Lana forse lei per te non è così importante come credi. –Lex, 4.07

Non so cosa farei se qualcuno cercasse di portarti via da me. –Jason, 4.07

Qualsiasi dote mio padre abbia visto in te non vale l’imbarazzo che hai arrecato a me e alla mia compagnia. –Lex, 4.07

– Perché dovrei fare una scommessa quando posso gettarti fuori di qui? –Lex

– Perché io conosco i giocatori meglio di chiunque altro. Lei è il genere di giocatore che quando tiene qualcosa in mano l’unica sfida che può darle un brivido è fare una puntata sulla sola cosa che può sfuggirle dalle dita. –Mikail, 4.07

Ogni leggenda nasce dal seme della verità. –Chloe, 4.07

– Qualche volta assumersi le responsabilità significa credere in se stessi per fare scelte difficili. –Clark

– Vuol dire anche essere disposti ad accettarne le conseguenze. –Jonathan, 4.07

Abbiamo tutti le nostre debolezze, temo. –Chloe, 4.07

Tu sottovaluti l’importo delle mie vincite. –Lex, 4.07

Mikail, se c’è una cosa che ho imparato è che se si perde qualcosa la si può ritrovare. –Lex, 4.07

Una relazione docente-studente è un tabù che è difficile ignorare. –Lex, 4.07

Non importa quanto tempo passi, le vecchie amiche non si dimenticano. –Isobel in Lana, 4.08

È stata una di quelle notti che accadono di rado: si incontra una persona e si cede alla passione del momento. Sono colpevole di questo, ma non sono un assassino. –Lex, 4.09

Non sempre mi dicono i loro nomi o ricordo i loro visi. –Lex, 4.09

Devo dire che il dolore mi fa vedere le cose molto più chiaramente. –Lex, 4.09

Neanche l’inferno ha la furia di una donna rifiutata. –Lionel, 4.09

– Voglio essere tuo padre, Lex. Se me lo permetterai. –Lionel

– Hai avuto la salute, papà. Non aspettarti un altro miracolo. –Lex, 4.09

Ogni giorno mi chiedo perché continuo a comportarmi così, perché faccio le cose che faccio. –Lex, 4.09

Non darti per vinto con me. –Lex, 4.09

Tutti abbiamo un motivo per tenere un segreto. –Chloe, 4.10

– E mi dica, quale mercato ha una tossina che provoca i più orribili incubi alle persone prima di farle entrare in coma, dottor Ford? –Lex

– Pensi ai vantaggi. Potremmo sconfiggere il nemico senza l’uso della violenza. Ci sono statistiche che provano che sono adeguate… –Dottor Ford

– Le statistiche non giacciono su quelle brandine! I miei dipendenti sì. –Lex, 4.10

Che valore ha la mia vita di peccatore se non la uso come esempio per convertire altri peccatori, per guidarli oltre la seduzione dell’edonismo e il tradimento e l’avidità a seguire una via migliore? –Lionel, 4.10

Una cosa che ho imparato è che non siamo destinati a seguire le orme del nostri genitori. –Clark, 4.10

– Negli ultimi mesi ho provato sulla mia pelle che vuol dire cercare di tenere un segreto e non mi sono mai sentita tanto sola. –Chloe

– Anche le persone che ti sono più vicine in realtà non sanno cosa stai passando. –Clark

– Già, non avrei sopportato di vivere così. Ma dopo avertene parlato è incredibile come il senso di solitudine sia subito scomparso. Insomma, se non puoi dirlo al tuo migliore amico a chi puoi dirlo? Giusto Clark? –Chloe, 4.10

Quando ti concentri su una cosa, perdi il quadro della situazione. –Lionel, Scene Inedite, 4.10

– Spero che questo scopo non sia quello di tornare alla Luthor Corporation perché non tornerai al tuo posto di comando per razziare a tuo piacimento e riempirti le tasche ogni volta che ne avrai bisogno. –Lex

– Non sono qui per il denaro, Lex. Non voglio portarti via la Luthor Corporation. Le strategie aziendali non mi interessano più ormai. –Lionel

– Allora tentare di uccidermi diventerà un lavoro a tempo pieno. –Lex, 4.11

Non è troppo tardi, non lo è. C’è ancora tempo per abbandonare un cammino che porta solo all’oscurità. –Lionel, 4.11

Scappare non risolve niente. Credimi, è così. –Clark, 4.11

Il matrimonio è sacro, Clark. Parliamo di due persone che si fidano l’una dell’altra e vogliono affrontare la vita insieme per quanto difficile sia. Pensavo che te l’avessimo insegnato! –Martha, 4.11

Fare in modo che la gente sappia di noi è l’unico modo per essere liberi, Clark. –Alicia, 4.12

C’è sempre una buona ragione per tenere un segreto, anche con le persone a cui si è più vicini. –Lois, 4.12

A me serve una risposta. –Lex, 4.13

Come faccio a fidarmi di una persona che ha scelto di mentire per vivere? –Lana, 4.13

Quello che tu chiami segreto per me è soltanto precauzione. –Lex, 4.13

Spesso pensiamo di volere la verità fintanto che non la otteniamo. Lana se vuoi che io sia sincero con te lo sarò, ma non credo che ti piacerà. –Lex, 4.13

Devi essere sincera con te stessa. –Lex, 4.13

La paranoia non è una qualità molto attraente in una donna. –Lex, 4.14

Dovresti scrivere un libro con mio padre su come fare i genitori. Scommetto che sarebbe un best seller. –Lex a Genevieve Teague, 4.14

Se riuscissi a capire la follia di mio padre, Clark, sarei un uomo molto più felice. –Lex, 4.14

Non avrai pensato che ti avrei assunto e fatto entrare nella mia vita senza seguire ogni tuo passo, vero? –Lex, 4.15

È terribile sapere che qualcuno ha un programma per te e non sapere di che si tratta. –Clark, 4.15

Credo che le nostre vite siano meno casuali di quello che pensiamo. –Clark, 4.15

– Tu hai un desiderio spaventoso di trovare tutte le risposte, figliolo, ma non… non lasciare che la ricerca di quelle pietre si trasformi nella tua Torre di Babele personale! –Lionel

– Papà io non sto affatto cercando di avvicinarmi a Dio. Sto cercando di risolvere gli enigmi che ha preparato per me. –Lex

– Ma tu hai mai pensato perché le risposte non ci sono state date? –Lionel

– Per metterci alla prova. –Lex

– O forse per renderci più umili. La conoscenza si raggiunge trovando le risposte, ma è la comprensione del significato di quelle risposte a darci la saggezza, capisci? Gli uomini che non hanno compreso la differenza sono stati la rovina delle più grandi civiltà del mondo. –Lionel

– È per questo che hai smesso di cercare le pietre? Perché avevi paura? –Lex

– No, no. Ho smesso perché ho capito che anche se avessi trovato le pietre non avrei trovato ciò che stavo realmente cercando. E lo stesso vale per te. –Lionel, 4.15

Ho sempre odiato il suono di una casa tranquilla. –Lex, 4.16

Se possedessi il dono della veggenza che mi attribuisci non avrei bisogno dell’aiuto di antichi manufatti. –Lionel, 4.16

Le rivalità tra fratelli hanno origini profonde. –Lex, 4.16

Il solo fatto di avere lo stesso sangue nelle vene non significa essere una famiglia. Guarda noi, Clark. Io sono il frutto del seme di mio padre, gli serviva un erede, ma i tuoi genitori ti hanno scelto per amore. Scambierei la tua famiglia con la mia subito. –Lex, 4.16

– Lex, hai mai sentito la mancanza di un fratello? –Clark

– Una volta sì, finché non ti ho conosciuto, Clark. Tu mi sei più vicino di un fratello vero. –Lex, 4.16

Sai, è provato: mantenere dei segreti porta sempre guai. Non so se sia più difficile essere quello che mantiene il segreto o quello che viene ingannato. –Chloe, 4.16

– Per quanto uno lo voglia non si può sempre salvare tutti. –Clark

– Ma c’è chi ci prova comunque, non è vero, Clark? –Chloe, 4.16

– Se ti piace tanto giocare, papà, di là ci sono carte in abbondanza. –Lex

– Parliamo giusto di giochi! Tu hai assunto una persona affinché andasse in Cina a cercare un antico manufatto. Lui lo trova, lo ruba, ma se lo tiene per se. Così tu devi rubarglielo per riaverlo. Hai trasformato la patata bollente in una forma d’arte, figliolo. –Lionel

– Jason Teague ha trovato la pietra? –Lex

– O tu sei il miglior doppiogiochista del mondo oppure sei davvero incredibilmente ingenuo. –Lionel, 4.16

– Proprio come in quella storia di Dumas. Ah, era la nostra preferita, ricordi? Re Luigi XIV imprigiona il suo gemello nella Bastiglia e lo costringe a vivere fino alla fine dei suoi giorni dietro una maschera di ferro! –Lex cattivo

– No! No! –Lex

– Si racconta che l’abbia fatto per nascondere l’identità di suo fratello. Ma non è per questo. Lo fece soltanto perché non poteva sopportare di guardare un così pallido riflesso della sua grandezza. –Lex cattivo, 4.17

Quello che penso, Lana, è che tu meriti di meglio. Tu meriti di stare con qualcuno che capisca che persona straordinaria sei. –Lex cattivo, 4.17

Lana potresti vivere come una regina al mio fianco oppure essere buttata via col resto della spazzatura. Perché non ci rifletti sopra? Fossi in te lo farei. –Lex cattivo, 4.17

– Allora, che problema hai con me questa volta, vecchio? –Lex cattivo

– È stata tua l’offerta di tenere la raccolta fondi al Luthor Corporation Plaza. Poi a mia insaputa cancelli tutto. Perché fare una cosa del genere? –Lionel

– Perché aiutare chi rifiuta di aiutarsi da solo è una perdita di tempo e denaro, figliolo! Non è quello che il vecchio Lionel Luthor diceva sempre? –Lex cattivo

– Sono cambiato! La gente cambia, Lex. –Lionel

– No, non è vero! Si rammollisce e basta. Come te. –Lex cattivo, 4.17

Credi di conoscere una persona ma c’è una parte di lei che non vedi mai. Finché non è troppo tardi. –Lana, 4.17

– Le persone hanno molti aspetti diversi e a volte riescono a tenerli nascosti, anche a coloro a cui vogliono bene. –Chloe

– Spesso è necessario anche se non è quello che si vuole. –Clark

– Sì, ma prima o poi bisogna confidare a qualcuno quello che si ha nel cuore, altrimenti si rischia di dover affrontare la vita da soli! –Chloe, 4.17

Ogni uomo ha un punto debole, Clark. –Lex cattivo, 4.17

Devo riconoscerlo, gente. Tenere segreto una cosa del genere deve aver richiesto un’impressionante capacità di mascherare la verità. Può darsi che i Kent e i Luthor abbiano qualcosa in comune, dopotutto. –Lex cattivo, 4.17

Ha sempre auto ragione su di me, signor Kent: sono io il cattivo della storia! –Lex cattivo, 4.17

Sto cominciando a odiare il suono della mia stessa voce! –Lex cattivo, 4.17

– Non è rimasto un granché, vero? –Clark

– Capita spesso ai sogni infranti. –Lex, 4.17

È proprio quello che stavo qui a cercare di capire: l’incidente ha creato un Lex cattivo o lui era ciò che davvero c’è dentro di me? –Lex, 4.17

Ascolta, qualunque cosa io provi, non farei mai niente che possa rovinare la nostra amicizia. –Lex, 4.17

– La beneficenza è la tua vita. –Lex

– Ah! Era solo un sogno assurdo. Ora sono sveglio. Un uomo non può negare la sua vera natura, giusto Lex? Giusto, noi siamo Luthor. Siamo Luthor! –Lionel, 4.17

Sai, Clark, le aspettative dovrebbero spingerci a fare di più nella nostra vita, non impedirci di viverla. Personalmente ritengo che il futuro abbia in serbo per te molto più di quanto tu non creda. –Chloe, 4.18

Le cose non sempre vanno come immaginiamo, ma a volte vanno meglio con un po’ di buona volontà. –Martha, 4.18

Ho sempre cercato di essere ciò che gli altri volevano che fossi e alla fine sembra che non importi affatto. –Dawn in Chloe, 4.18

I sentimenti non cambiano in una notte. –Jason, 4.19

Come fa la gente a conoscermi se io non sono mai me stesso? –Clark, 4.19

Puoi anche non ricordare tutti i giocatori, ma puoi giocare la partita ugualmente. Fidati dell’istinto. –Lois, 4.19

Il cuore ricorda meglio del cervello. –Chloe, 4.19

Si rende conto di quante esperienze della vita sarebbero molto meno dolorose se non avessimo i ricordi a tormentarci? –Signor Grady, 4.19

Non posso pensare di guardarvi e non ricordare tutto quello che avete fatto per me. –Clark, Scene Inedite, 4.19

Per quanto siano difficili le tue esperienze di vita, quelle belle e quelle brutte, ti hanno reso quello che sei. –Jonathan, Scene Inedite, 4.19

Vedi le cose da un punto di vista diverso quando uno dipende da te in tutto e per tutto. –Clark, 4.20

Clark, niente succede per caso nella vita. –Lana, 4.20

Oh, andiamo. Mi hai insegnato a essere più furbo di così. Perché usi Genevieve Teague invece di farti avanti e di chiedermelo tu stesso? –Lex, 4.20

– Guardati le spalle, figliolo. –Lionel

– Lo faccio sempre. –Lex, 4.20

Un orfano ha il diritto di conoscere le proprie origini. –Jonathan, 4.20

Facciamo tutti degli sbagli, è questo che ci rende umani. –Lana, 4.20

– Noi crediamo di avere tanto tempo davanti, ci consideriamo eterni invece non è così. –Lana

– Dobbiamo sfruttare al massimo il nostro tempo o sarà troppo tardi. –Clark, 4.20

L’amore è un fenomeno assai interessante. Fino a dove è lecito arrivare per proteggere i propri figli? Non c’è limite. –Lionel, 4.20

Vedi, i genitori sanno che prima o poi i loro figli spiccheranno il volo per sempre. –Jonathan, 4.20

Credo che non ci sia gioia più grande di quella di vedere tuo figlio diventare un uomo di cui andare molto fiero. –Jonathan, 4.20

Cosa ti riserva il futuro non lo puoi sapere. –Martha, 4.20

– Scommetto che tu sarai un padre fantastico. –Lex

– Anche tu Lex. –Clark

– Non ne sono tanto sicuro. Noi siamo il risultato di come siamo stati cresciuti. I tuoi genitori ti hanno incoraggiato e sostenuto, i miei hanno scelto la strada contraria. Io spero di lasciare un’eredità di altro genere. –Lex, 4.20

Il legame edipico non ha alcuna difficoltà a fiorire se viene alimentato, non è vero, Lex? –Lionel, 4.21

– È un po’ troppo comodo scaricare le colpe all’ultimo secondo! –Lex

– Perché non vuoi vedere quello che hai sotto il naso, Lex? –Jason, 4.21

Le cose cambiano anche se noi non vorremmo. –Clark, 4.21

Prima o poi tutti ci dobbiamo rendere conto che i nostri genitori non sono eterni. –Jonathan, 4.21

Non si tratta del genere di padre che sei tu, ma del genere di figlio che voglio essere. –Clark, 4.21

All’improvviso le interrogazioni e i test fanno meno paura del grande punto interrogativo che ci sta aspettando. –Clark, 4.21

Ci sono tante cose a cui dire addio. –Clark, 4.21

Devi fidarti di me. –Lex, 4.22

Per tutta la vita hai avuto la tendenza a permettere che le damigelle ti portassero dritto dentro le fauci aperte del drago. Non lasciare che i tuoi sentimenti per Lana Lang oscurino il tuo buonsenso, figlio mio. –Lionel, 4.22

Un fulmine non colpisce due volte lo stesso posto se non c’è un parafulmine. –Chloe, 4.22

Certe cose è impossibile rimpiazzarle. –Lex, 4.22

Non credo alla fortuna. Il nostro ingegno e la nostra tenacia ci proteggono. –Lex, 4.22

Tutti gli anni che tua madre e io abbiamo passato a far diventare un bambino con gli occhi sperduti, che muoveva i primi passi nell’uomo che adesso è qui davanti a me, valgono questo momento. Fallo figlio mio, ci rende orgogliosi! –Jonathan, 4.22

Se abbiamo fiducia in lui non ci possiamo permettere di perderla ora. –Jonathan, 4.22

Clark voglio che tu sappia che qualsiasi cosa accada non mi dimenticherò mai di te. –Lana, 4.22

A che ti serve la chiave se non sai dov’è la serratura? –Lex, 4.22

Puoi sentirmi papà? Prima che tu lasci questa Terra voglio che tu sappia che hai generato il figlio che hai sempre voluto. –Lex, 4.22

Una madre conosce sempre i segreti di un figlio. –Jason, 4.22

Abbiamo tutti bisogno di aggrapparci alle cose, ma talvolta dobbiamo mollare la presa! –Lex, 4.22

Lana, la tua sicurezza è molto più importante di tutto il resto. Tu conti per me molto più di quanto credi. –Lex, 4.22

La curiosità è un brutto vizio che tende sempre a metterti in situazioni molto precarie e in questo caso sei su una sponda molto stretta con una sola via d’uscita! –Lex, 4.22

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.